Home Blog

Chillkey ND75: la tastiera meccanica con schermo LCD e senza viti!

0

Chillkey stupisce con una tastiera 75% full alluminio, Wireless, Bluetooth, e screwless! Nessuna vite, sistema di assemblaggio rapido ed uno schermo LCD navigabile e funzionale, a soli 89 dollari.

La ND75 è davvero la tastiera meccanica definitiva, tuttofare e con switch lineari.

Specifiche

  • Layout ANSI e formato 75% Flex Cut
  • Keycaps Double Shot PBT – Cherry Profile
  • Hot swappable
  • Switch ES Dopamine Blue – Lineari
  • Gasket-mounted – O-Ring Mounted – Tray-Mounted
  • Schermo LCD navigabile e customizzabile
  • 3 tipi di Connessione: cablata, wireless, bluetooth
  • 2 Batterie a contatto magnetico – 1800mAh *2
  • RGB
  • Cablata – Wireless (dongle USB 2.4g) – Bluetooth (fino a 3 dispositivi)

Formato & Dimensioni

tastiera in alluminio chillkey nd75

Dalle dimensioni 322 mm x 139,8 mm x 19.3 mm, Chillkey ND75 si presenta con un peso importante da ben 1680g, ed in 4 colorazioni: Mountain Blue; Elegant Purple; Pure White; Jet Black. Il formato è più compatto del previsto, manca il tasto R-ALT, ma in compenso lo schermo LCD è navigabile e si può personalizzare direttamente da lì.

La personalizzazione del secondo layout, accessibile tenendo premuto il tasto FN, avviene dal software pratico e leggero. La sua particolarità è di poter essere smontata senza dover svitare nemmeno una vite. Ma prima di procedere alla scoperta del sistema di fissaggio, vediamo cosa troviamo nella scatola.

Unboxing

All’interno della confezione troviamo lei, Chillkey ND75 Mountain Blue, bellissima e davvero molto pesante. Rifinita in modo eccellente in ogni suo aspetto. Abbiamo poi un manualetto di 3 pagine dove è mostrata la legenda, per l’utilizzo del tasto FN.

All’interno di un’altra scatola, interna, troviamo il cavo USB-C a USB-A, le guarnizioni per poter cambiare il sistema di fissaggio, sostituendolo con il sistema gasket, e poi le viti per l’installazione tray-mounted.

La tastiera arriva già assemblata con il sistema O Ring e, cambiare totalmente sistema di fissaggio, non richiede più di qualche minuto.

Come si smonta

Chillkey ND 75 smontata

Mettiamo i pollici sul tasto ESC e sul tasto INSERT, poi con gli indici facciamo pressione dall’alto verso il basso, proprio sotto il front plate, per sentire subito un “clak”. Successivamente sulla sinistra si fa la stessa cosa con il tasto L-CTRL, tirando con poca forza il front plate dall’angolo in basso a destra.

A questo punto si solleva il front plate verso destra, stando attenti al ribbon cable che collega lo schermo LCD alla PCB. Si rimuove il ribbon cable, et voilà le jeux sont fait! Possiamo sollevare con attenzione la PCB, stando attenti al ribbon cable collegato alla PCB, che permette il collegamento magnetico della placca elettrica a quella delle batteria.

Non ti preoccupare, perché la placca elettrica magnetica non è fissata alla PCB.

Sistemi di fissaggio

Chillkey ND75 O-ring

A questo punto puoi rimuovere gli O Ring, e sostituirli con i gasket forniti in confezioni, oppure addirittura avvitare il plate in policarbonato con le viti al case. Il suono cambierà leggermente, e il tipo di sistema segue molto il gusto personale.

C’è chi preferisce avere un certo grado di flessione della tastiera mentre si digita, chi invece preferisce un sistema tray-mounted dove la flessione è minima o assente. Il sistema è geniale, ingegnerizzato a puntino, ed incontra davvero proprio tutti i gusti in termini di assemblaggio e di sonorità.

Materiali e qualità costruttiva

Chillkey ND75 retro in alluminio

Più strati di schiuma acustica sono già preinstallati: sotto il front plate degli switch c’è un strato di schiuma per isolare il loro, poi è presente un ulteriore strato IXPE per armonizzare il suono, un altro strato ancora in PET, ed un ultimo strato di schiuma PORON a contatto con la PCB sul fondo del case.

Il risultato è un suono pieno, corposo, e armonioso. Riempiendo così tanto il case di una tastiera c’è sempre il rischio che il suono tenda ad appiattirsi, ma non è il caso di ND75.

Ciò conferisce alla tastiera un suono silenzioso ma nitido con molta profondità. È un suono molto schiumoso, tuttavia, quindi dovrai goderti la firma del suono per trovare davvero questa tastiera adatta a te.

ND75 può essere installata  in tre modi, infatti ci sono 3 configurazioni possibili. Di base sono installati degli O Ring, situati attorno a delle “linguette” sulla PCB; poi questi O Ring possono essere rimossi e installati dei gasket, direttamente sul plate, inclusi nella confezione; ed infine sono presenti delle viti per la modalità plate-mounted, rimuovendo quindi ogni tipo di guarnizione e così rendere la tastiera più rigida. Tutte le soluzioni permettono di regolare in maniera diversa, la sensazione di scrittura della tastiera, diminuendo o aumentando la durezza o la flessione durante la battitura.

Switch & Keycaps

Switch keycaps Chillkey ND75

Gli switch sono in PBT Double Shot ma non sono shine-through, mentre come switch abbiamo dei EF Dopamine Blue Lineari da 45gf fino ad un massimo di 53gf sul fondo, con un total travel di 3.6 – 0.2 mm ed un pre-travel di 2.0 – 0.6 mm. Molla dual stage da 22 mm, e prelubrificati di fabbrica.

Il risultato è quello di avere un “thock” davvero molto profondo, e soddisfacente. Nessun tipo di wobbling, gli switch e i keycaps si incastrano perfettamente nelle loro sedi, non strusciano e non ballano. Non è presente nessun rumore fastidioso proveniente dai tasti o da altre parti della tastiera.

Struttura Chillkey ND75

PC per il top, Nylon per il bottom e STEM in POM. Il feedback della molla double stage, a parere personale, è migliore rispetto a quella single stage, riesce a dare uniformità alla battitura senza essere pesante. Il ritorno del tasto, al rilascio, è immediato senza essere brusco.

Software

Il software è essenziale, è un driver di pochi mega, ma permette di impostare gli effetti RGB, secondo layout con funzioni secondarie (FN+), e personalizzare l’immagine (GIF) dello schermo LCD.

Nessuna anomalia da segnalare, non è bello da vedere ma è funzionale e non ho riscontrato nessun bug durante l’utilizzo. Ovviamente, non è a livello di quello della Wooting 60He ma ha tutto il necessario per personalizzarla.

Connessioni

Interruttore WiFi Chllkey ND75

Tre sono le modalità di connessione di questa tastiera, quella cablata, wireless e bluetooth fino a 3 dispositivi. Non è presente nessuno switch esterno per abilitare le modalità wireless e bluetooth. Per attivare le batterie, e accedere così alle modalità senza fili, devi rimuovere il tasto R-Shift con un keycap puller, e sotto troverai un piccolo switch.

Con uno stuzzicadenti sposta il selettore dello switch nell’unica altra posizione possibile. In questo modo attiverai il contatto delle batterie, e la tastiera si illuminerà anche senza cavo. A questo punto con FN+QWE puoi fare il pairing con 3 diversi dispositivi, mentre con FN+R attivi la modalità wireless, e la tastiera si collegherà al suo dongle USB. Infine con FN+T esclude tutte le modalità wireless, attivando la modalità cablata.

Schermo LCD

display LED Chillkey ND75

La prima tastiera con schermo che avevo provato è stata la Epomaker RT100 e non avevo trovato grande utilità. Bello, ma mai effettivamente usato.

Qui, però, lo schermo LCD è navigabile grazie alla combinazione FN+(+) e FN+(-), mentre per confermare la scelta basta premere FN+(ENTER). Dal menu dello schermo può essere scelto di riprodurre un’immagine GIF, oppure data, ora e altre funzioni di stato (capslock, modalità cablata, wireless, bluetooth). Si possono selezionare gli effetti RGB, la lingua e molto altro ancora. 

Esperienza di scrittura & Conclusioni

La tastiera esce dalla scatola proprio come descritto, perfetta. Non ci sono modifiche da fare e puoi iniziare subito a scrivere godendo appieno del sound fantastico di ND75. Dopo aver provato la Shadow-X non credevo che mi sarei trovato così bene con un’altra tastiera, ma la Chillkey la surclassa proprio.

Il sistema di sgancio e apertura della tastiera è davvero geniale, ed è anche molto resistente.

Non ho commenti da fare, considerando anche il prezzo di soli 89 dollari. Vero è che potevano includere un keycap puller in bundle, per poter accedere allo switch che attiva il contatto con le batterie, ma è anche vero che il tasto viene via con una leggera forza delle dita.

iPad non si carica? 7 cose da fare per risolvere

0

Il tuo iPad non si carica, o ci mette troppo tempo a ricaricarsi? I motivi possono essere molti, partendo dal cavo e alimentatore, per arrivare alle prese o persino dei bug nel sistema operativo.

A seconda del modello di iPad che possiedi ci sono diverse procedure che puoi provare a seguire per risolvere il problema, prima di rivolgerti ad un tecnico. Di seguito, ti mostro 7 cose che puoi fare subito così che la batteria del tuo iPad ricominci a caricarsi normalmente.

Cosa fare se l’iPad non si carica

iPad non si carica e non si accende
  1. Controlla che il tuo iPad non sia surriscaldato o troppo freddo
    • La temperatura è un problema che riguarda ogni dispositivo elettronico. In particolare, l’iPad funziona correttamente a temperature comprese tra 0º e 35º C.
  2. Prova a girare il cavo: può sembrare assurdo ma, anche se l’iPad dovrebbe caricarsi in qualunque direzione tu inserisca il cavo, a volte girarlo di lato risolve il problema.
    • Collega il cavo che usi normalmente a un adattatore di alimentazione e inseriscilo in una presa di corrente che sai essere funzionante. A questo punto attaccalo al tablet. Apple consiglia di lasciare l’iPad in carica per 30 minuti, ma di solito potrai vedere se si sta caricando entro 5-10 minuti. 
    • Se non funziona, gira il cavo dall’altro verso, prima nell’iPad, poi nel caricatore.
  3. Prova un altro cavo, alimentatore o presa. Se l’iPad non si carica ancora potrebbe essere un problema del cavo o dell’alimentatore o magari hai la presa guasta.
  4. Pulisci cavo e dispositivo. Assicurati che non ci sia sporco o detriti nella porta Lightning o USB-C dell’iPad e del cavo: una volta quando avevo l’iPhone che non si caricava e l’ho portato in assistenza, mi hanno rimosso un sacco di sporcizia dalla presa e hanno risolto il problema in 10 secondi.
    • Nella pulizia fai solo attenzione perché i pin di ricarica possono danneggiarsi facilmente. Ti consiglio di usare uno stuzzicadenti o bastoncino di plastica (come quelli degli stuzzichini). Se hai paura di farlo, portalo nell’apple store, magari te lo fanno gratis.
  5. Prova con il riavvio forzato. A volte, la mancata ricarica può essere dovuta ad un problema software che si risolve con un riavvio.
    • iPad senza tasto Home: premi e rilascia rapidamente prima il tasto del volume più vicino al pulsante superiore per lo spegnimento, poi premi e rilascia quello più lontano, dopo di che tieni premuto il pulsante superiore finché l’iPad non si riavvia.
    • iPad con tasto Home: Tieni premuti sia il pulsante superiore/laterale che il pulsante Home finché non si riavvia
  6. Usa la Magic Keyboard. Se è un problema della presa e hai una Magic keyboard, potresti riuscire a caricarlo. La tastiera Apple per iPad Pro ed Air, infatti, ha una presa diversa e carica l’iPad tramite ricarica magnetica. Attacca l’iPad alla Magic Keyboard e inserisci il cavo di ricarica nella porta laterale della tastiera. Se non ce l’hai prova a chiedere ad un amico o di provarla in un negozio Apple.
  7. Usa un software per correggere errori di iPadOS. Se l’iPad non si carica, può essere un bug del sistema operativo e un riavvio potrebbe non risolvere il problema. Programmi come quello di Tenorshare possono risolvere fino a 150 bug del OS e tra questi anche il problema della ricarica.

Se l’iPad non si carica ancora o non risponde al riavvio forzato, probabilmente è meglio portare il tuo iPad in un Apple Store, presso un Centro di Assistenza Autorizzato, o contattare direttamente il supporto Apple.

iPad non si carica e non si accende

cavo di ricarica Apple iPad Pro

Alcune delle procedure sopra descritte (come quella del riavvio forzato) prevedono che l’iPad sia acceso. Tuttavia, se il tuo tablet non dà segni di vita, quando lo attacchi, prima di credere che ci sia un problema sappi che se la batteria è completamente scarica, potrebbero volerci fino a 30 minuti di carica prima che ti appaia la mela sullo schermo.

Quindi, se stai provando ad usare un cavo o alimentatore diverso, o anche la Magic Keyboard e l’iPad non si carica e non si accende subito, può essere normale: aspetta almeno 30 minuti da quando lo attacchi alla corrente.

Fonti

Se il tuo iPad non si ricarica – Apple

Esptiger She She Jia purple: un tappetino gaming diverso

0

Oggi ti presento She She Jia Purple by ESP Tiger che ho preso su MechKeys.com, un tappetino o mousepad bilanciato che oserei già paragonare ad un Artisan,che ti garantisce controllo e velocità. Design unico e perfetto per qualsiasi postazione da gaming.

Le prestazioni di questo tappetino sono al top, e risponde bene in ogni occasione e con ogni tipologia di mouse e presa. Adatto principalmente agli FPS come Counter Strike, Apex e COD, dove esprime veramente al massimo le sue qualità. Vediamolo in dettaglio:

Tappetino She She Jia

Cerchi qualcosa di diverso per la tua postazione gaming? Dovresti provare il tappetino Esptiger She She Jia Purple: bello e performante!

Brand del prodotto: Esptiger

Valutazione dell'editor
4.8

Pro

  • La superficie e la struttura confortevoli e resistenti
  • Ha un attrito statico perfetto per i micro aggiustamenti, quando si richiede una elevata precisione
  • L’attrito dinamico è spettacolare

Contro

  • Il colore viola potrebbe non piacere a tutti
  • Il tappetino non si presta ad essere piegato, si deve stare attenti

Unboxing

unboxing tappetino she she jia

L’esperienza di unboxing è emozionante, non saprei in quale altro modo descriverla. She She Jia arriva in una bellissima scatola in cartone, abbracciata da una fascia che dà quella sensazione “Premium”, di un prodotto creato ad arte.

Faccio scivolare la fascia, senza romperla, per far aprire la scatola dove subito troviamo un cartoncino riportante le caratteristiche del tappetino She She Jia.

All’interno il mousepad è protetto da un altro cartone bianco e, sollevando il cartone, troviamo subito il tappetino She She Jia Purple, che risiede all’interno di una custodia di plastica. 

She She Jia Purple, come anticipato all’inizio, riesce a dare velocità al tuo mouse mantenendo un elevato controllo. Passiamo subito alle impressioni:

Impressioni d’uso

tappetino esptiger mouse gaming

She She Jia Purple mi ha lasciato a bocca aperta, utilizzandolo sia in Fingertip Grip che in Claw. Con Helios II Pro con skates e VXE R1, il primo con pad ESP Tiger ICE V2 e il secondo con gli UltraGlide, si è comportato meglio di quanto mi aspettassi.

Non solo i mouse scorrono bene durante movimenti ampi, non c’è nessun attrito nemmeno durante i micro aggiustamenti in Claw. Finalmente un tappetino dove anche gli spostamenti di frazioni di millimetri vengono accuratamente fatti registrare dal mouse.

C’è davvero pochissimo attrito, quanto basta per mantenere sempre il pieno controllo del mouse, che definirei “dinamico”: più il mouse accelera e più l’attrito diminuisce. Velocità e controllo nello stesso mousepad. Se hai utilizzato rawaccel o se lo stai utilizzando, con She She Jia Purple puoi avere la stessa sensazione di dinamicità, durante il movimento.

I test sono stati fatti in una stanza dove mediamente ci sono 20-22 gradi, e un’umidità tra l’80 e il 90%.

Qualità dei materiali

bordo tappetino she she jia

She She Jia Purple è in fibra di tessuto o Flat Fine Woven Fiber, intrecciata ad armatura:  la trama è veramente molto fitta rende il tessuto molto resistente all’usura, ai graffi e ai segni. La base in PORON di 3 mm diamantata, e grazie a questa base il mousepad è davvero molto morbido, tanto che ci puoi affondare il mouse.

Questa caratteristica è utile nelle situazioni frenetiche in cui c’è molta tensione, dove devi essere immediato nel movimento ma anche molto preciso. Il PORON è una schiuma uretanica a cellule aperte, la struttura uniforme e microcellulare consente al PORON di essere facilmente compresso.

Come base antiscivolo abbiamo il Diamond Pattern Grade che altro non è che un motivo a rombi, che offre il massimo livello di aderenza su tutte le superfici. Il bordo è cucito: un punto del bordo viene cucito vicino alla fine del bordo, di circa 3 mm, in modo da mantenere un adeguato spessore.

Caratteristiche tecniche

  • Dimensioni: 48 x 40 cm 
  • Spessore: 4 mm 
  • Materiale: fibra di tessuto intrecciata
  • Base: PORON
  • Antiscivolo: motivo diamantato
  • Bordo cucito
  • Infiammabile
  • Non resistenza all’acqua
  • Non può essere piegato
  • Modalità di pulizia: lavabile

Esperienza in gaming

tappetino she she jia mouse helios gaming

Su Counter Strike 2 mi sono trovato davvero molto bene. I micromovimenti sono stati tutti registrati senza errore. Su Warzone mi ha stupito molto la reattività, perché sono solito girarmi continuamente, e non ha prezzo il fatto di poter tornare in posizione in tutta sicurezza senza dover aggiustare la mira.

In entrambi i giochi ho potuto muovere la mano in tutta naturalezza, affidandomi unicamente alla precisione di She She Jia. Ho giocato in modo più rilassato del normale, e grazie anche alla grandezza del tappetino non mi sono dovuto nemmeno preoccupare di aggiustare ogni volta la posizione del mouse.

Comparando She She Jia con un Logitech G640, e dovendo dare dei voti da 1 a 5: direi che She She Jia totalizza un 4 su 5 come controllo e velocità, mentre il G640 un 3 su 5 per il suo eccessivo controllo e un 2 su 5 come velocità.

Logitech G640 è constante come performance, ma troppo controllato e fin troppo uniforme durante gli spostamenti, gli manca quella dinamicità nell’attrito che ho trovato solo in She She Jia.

I cambiamenti di umidità e di temperatura nella stanza non hanno influito sul comportamento del tappetino di ESP Tiger. Ci siamo poi spinti oltre portando la temperatura a 25-27° giocando con l’umidità, e portandola sino al 70% e sopra il 95%.

Se paragonato allo Fnatic JET, tappeto di punta della fnatic, che prometteva velocità, She She Jia è molto più veloce ed ha anche un migliore controllo

Sensazioni al tatto

setup tappetino mouse tastiera gaming

She She Jia Purple è morbido, vellutato, ed eccezionalmente confortevole. Scorrendo velocemente il braccio sul pad, non ho avvertito nessuna irritazione. La base PORON dona una perfetta elasticità. Le cuciture si trovano sotto il livello della superficie su cui scorre il mouse, e questo fa sì che arrivando al bordo non si arrivi a bloccare il mouse. Quest’ultimo dettaglio è particolarmente apprezzato quando si impugna il mouse in Fingertip, perché puoi fare il tracking del nemico fino all’ultimo millimetro del mousepad.

Conclusioni

tappetino gaming she she jia

Se cerchi un pad bilanciato, che offra velocità e controllo, ti consiglio senza dubbi She She Jia Purple. Offre una sensazione di uniformità in qualsiasi condizione di umidità e temperatura, e mantiene le prestazioni nel tempo.

Il mio abbinamento ideale a questo tappetino?

I mouse li trovi su MechKeys ad un ottimo prezzo, mentre la epomaker c’è anche su Amazon.

Di chi è questo numero di telefono fisso?

0

Hai una chiamata persa ma è da qualcuno di cui non hai il contatto? Se ti stai chiedendo di chi è questo numero di telefono fisso o mobile che ti ha appena chiamato, oggi ti mostro alcuni modi che potrebbero aiutarti a scoprirlo, gratis.

Scoprire l’intestatario di un numero telefonico

Vecchio telefono stazionario

Quando ricevi una chiamata da un numero sconosciuto, ti chiedi subito “chi mi ha chiamato?”, ma non conoscendo il numero ti preoccupa il fatto di richiamare quella persona.

In passato per lo spam si usava nascondere il proprio numero di telefono, tuttavia, oggi, per aumentare il tasso di risposta, vengono usati spesso numeri veri e visibili.

Se il numero telefonico proviene da una linea fissa nazionale, ti viene subito in mente di cercare il numero in qualche elenco telefonico online. In Italia abbiamo le Pagine bianche e le Pagine gialle, ad esempio.

Se la chiamata proviene da un numero mobile sconosciuto, allora puoi ricorrere all’utilizzo di altri mezzi, che sono disponibili gratuitamente via browser web o tramite l’utilizzo di app per il tuo smartphone. Vediamo quali sono i migliori servizi che possono dirti di chi è questo numero di telefono fisso:

Pagine bianche

Identificare numero telefono fisso su pagine bianche

PagineBianche offre un servizio di ricerca dei numeri telefonici privati e aziendali, su linea fissa nazionale. Collegandosi al portale è possibile cercare il nome e cognome dell’intestatario di un numero telefonico, l’indirizzo e altre informazioni utili.

L’intestatario però deve aver acconsentito a rendere pubblici questi dettagli. Tentar non nuoce:

  • accedi al portale Pagine Bianche
  • seleziona Telefono
  • inserisci il numero di telefono comprensivo del prefisso locale
  • clicca sulla Lente per cercare il numero

Il portale ti fornisce uno o più risultati di ricerca, clicca sul bottone Telefono per scoprire se il numero che ti ha chiamato e quello mostrato sotto il bottone combaciano. Cliccando invece sul Nome dell’intestatario, ti viene mostrata una mappa con sotto il bottone Indicazioni Stradali.

Clicca sul bottone Indicazioni Stradali, per essere instradato verso il portale tuttocittà, dove ti verranno date le indicazioni per raggiungere l’indirizzo del chiamante.

Pagine gialle

Trovare numero su pagine gialle

Pagine gialle fornisce un servizio simile alle Pagine bianche, ma è indicato per cercare numeri di telefono aziendali e di professionisti. Inoltre fornisce informazioni aggiuntive che molto spesso non sono presenti su Pagine bianche.

Ad esempio cercando il numero di telefono di un’azienda in Italia, se questa utilizza più numeri di telefono, questi ti vengono mostrati tutti. Inoltre ti vengono forniti anche eventuali contatti Whatsapp:

  • accedi al portale Pagine Gialle
  • inserisci il numero di telefono comprensivo di prefisso
  • clicca sul bottone Telefono per vedere tutti i numeri telefonici
  • clicca sul pulsante Whatsapp per aprire una chat, tramite l’app, verso quel numero
  • clicca sul Nome dell’Intestatario per ottenere le Indicazioni stradali

Potresti quindi scoprire che il numero di telefono sconosciuto, altro non è che un numero aziendale, utilizzato ad esempio per promozioni e campagne pubblicitarie.

Se chiama un numero con prefisso estero

Una telefonata ricevuta da un numero straniero desta sempre preoccupazione. Potrebbe essere una truffa, un’azienda con sede in Italia che effettua chiamate da un centralino di un estero. Non ti preoccupare, perché adesso ti mostro quali sono i servizi più utilizzati, che sapranno dirti di chi è chi è questo numero di telefono straniero.

Tellows

identificare numero di telefono tellow

Il portale di Tellows ti dice di chi è questo numero di telefono fisso o mobile, proveniente dall’Italia e dall’estero. Vanta una vastissima community di circa 7 milioni utenti che, grazie ai loro feedback, aiutano ad identificare i numeri sconosciuti di malintenzionati, call center, e molto altro ancora. Utilizzare il sito web per effettuare una ricerca è facile e gratuito:

  • collegati al portale Tellows
  • inserisci il numero di telefono comprensivo di prefisso nazionale o internazionale
  • clicca sulla Lente
  • scopri chi ti ha chiamato

Scorrendo in basso alla pagina, puoi dare una valutazione al numero telefonico, nel caso tu abbia risposto e identificato il chiamante, così da fornire tutte le informazioni agli altri membri della community riguardo quel numero.

Grazie a queste valutazioni, ed ai dettagli aggiuntivi, puoi scoprire chi è questo numero di telefono sconosciuto ottenendo nome e indirizzo dell’intestatario.

Tellows è anche app per iOS e Android, che puoi utilizzare direttamente dal tuo smartphone scaricando dal Play Store o dall’Apple Store. L’app gratuita ti consente di:

  • Identificare le chiamate in arrivo mentre il telefono sta squillando
  • Visualizza il nome del chiamante, il voto dato dagli altri utenti e se è una chiamata spam o di un call center
  • Ti dà la possibilità di bloccarlo in tempo reale e di valutarlo
  • Ti dà la possibilità di cercare altri dettagli

Ci sono poi altre funzioni interessanti che non devi farti scappare, come il database con migliaia di numeri di telefono, un elenco spam costantemente aggiornato, blocco delle chiamate indesiderate. Prova Tellows, è gratis!

Chi ti sta chiamando?

“Chi sta chiamando?” è un servizio Web molto facile da usare, infatti ti aiuta ad identificare un numero di telefono sconosciuto con una semplice ricerca. Questa ricerca può portare a meno a dei risultati, che si basano sul feedback degli utenti:

  • inserisci il numero di telefono sconosciuto nel campo di ricerca
  • clicca su Cerchi
  • nella pagina dei risultati, puoi avere informazioni utili sul chiamante e lasciare un commento e una valutazione

Scopri se qualcuno ha ricevuto una chiamata dallo stesso numero, oppure aiuta altri a sapere chi è l’intestatario ed il motivo della chiamata, lasciando una valutazione e un commento.

Inoltre, “Chi sta chiamando?” è disponibile come app per Android e iOS con il nome di Should I Answer. L’app ti aiuta ad identificare e bloccare le chiamate provenienti da malintenzionati.

Truecaller

sito truecaller

Truecaller è una piattaforma web che ti permette di risalire agli intestatari di numeri esteri, a te sconosciuti. Inoltre puoi scaricare l’app per iPhone e Android, oppure direttamente il file .APK dal sito web ufficiale.

Nell’app è incluso un filtro anti-spam, utile per ottenere un blocco preventivo di quei numeri telefonici già accertati come malevoli. Le altre funzioni includono:

  • mostrare l’ID del chiamante alla ricezione di una chiamata
  • blocco numeri indesiderati
  • pulizia e mantenimento, della casella di posta elettronica, da spam e phishing
  • una messaggistica dedicata che protegge le tue chat e dagli SMS

La versione gratuita offre già un’ottima protezione, che ti protegge dai malintenzionati. Se vuoi ulteriori funzioni, puoi consultare la pagina web Premium e scoprire cosa possono offrirti i piani Connect, Premium e Gold.

L’utilizzo di Truecaller tramite pagina web è facilissimo:

  • accedi al sito Truecaller
  • seleziona il prefisso del paese del numero chiamante
  • inserisci il numero di telefono
  • clicca sulla Lente
  • ti viene richiesto di fare l’accesso tramite account Google o Microsoft
  • accetta le condizioni di utilizzo

ti vengono mostrate le informazioni riguardanti il numero di telefono sconosciuto straniero

Nella scheda del numero puoi effettuare una segnalazione per spam, aggiungere una tag, aggiungere un nome come suggerimento, e salvare il contatto.

In conclusione

Le piattaforme per sapere di chi è questo numero di telefono fisso, internazionale, e mobile, sono gratuite e accessibili da qualsiasi dispositivo. Se non trovi riscontro con una delle soluzioni che ti ho mostrato, utilizza le altre. Identificare un numero sconosciuto è possibile e gratuito.

Le migliori tariffe tutto incluso cellulari senza limiti

0

Le offerte all inclusive ti permettono di avere tutto il traffico internet, chiamate e sms, di cui hai bisogno. Mentre con le offerte di telefonia Smartphone + una SIM non solo hai un piano tariffario davvero vantaggioso, perché puoi scegliere l’ultimo modello di iPhone, Samsung o qualsiasi altro smartphone di ultima generazione rateizzando mensilmente il pagamento.

Le tariffe tutto incluso sono la soluzione perfetta per essere connessi sempre e ovunque.

Cosa sono le tariffe all inclusive

I vantaggi delle tariffe internet mobile includono: minuti illimitati per le chiamate nazionali, e spesso anche minuti verso l’estero; SMS illimitati verso numeri nazionali; dati Internet con GB illimitati per navigare in internet. Questi piani prevedono servizi aggiuntivi, come la segreteria telefonica che spesso si toglie per non pagare extra. 

Grazie poi all’Unione Europea e all’abolizione delle tariffe di roaming, molte tariffe includono senza costi aggiuntivi minuti per chiamate, SMS, oltre che il traffico dati, quando si viaggia in altri paesi dell’UE.

Poi ci sono anche dei servizi aggiuntivi, che con il tempo gli operatori hanno incluso nelle loro tariffe: servizi streaming di musica e video, cloud storage, e ancora altri servizi digitali all’interno del pacchetto.

Convengono veramente?

Il punto forte delle tariffe all inclusive sono: la prevedibilità dei costi, i servizi aggiuntivi ed inoltre non hai nessuna preoccupazione se dovessi superare limiti in tariffa. Riguardo alla convenienza economica di queste tariffe tutto incluso sta nelle tue abitudini di utilizzo, devi fare delle considerazioni prima di scegliere l’offerta giusta per te: quanti minuti per le chiamate utilizzi mensilmente in media; quanti SMS; di quanto traffico dati hai bisogno. Se il tuo utilizzo è basso, puoi scegliere un piano meno costoso tra tutte le migliori offerte e tariffe per cellulare.

Confronta le offerte proposte dai vari operatori, verifica quali sono le condizioni migliori, perché le tariffe tutto incluso degli operatori variano notevolmente. Trova quindi il miglior rapporto qualità-prezzo, in base alle tue esigenze di utilizzo.

Controlla bene i Termini del Contratto: è importante conoscerne la durata, ed anche le politiche di cancellazione.

Prezzi

La forbice dei prezzi è varia, ma è limitata ad un range di prezzo che va da € 3 a € 10. Parliamo di pochi Euro o Centesimi di Euro di differenza tra le tariffe, dove la differenza maggiore è data dalla quantità di GB traffico dati messa a disposizione.

Con davvero pochi Euro ti porti a casa una tariffa all inclusive che ti permette di navigare, chiamare, messaggiare, guardare film in streaming e lavorare in mobilità ovunque tu ti trovi, senza preoccupazioni. Per scongiurare l’applicazione di costi inaspettati, se non hai ancora bloccato i numeri a pagamento, stai attento truffe come le chiamate con prefisso estero +44 o simili!

Le 5 migliori offerte tutto incluso

Tante sono le offerte dei diversi operatori, che ti possono invogliare a sottoscrivere adesso un piano per dati internet e chiamate, ma poche sono quelle davvero valide. Vediamo insieme solo le migliori tariffe tutto incluso, le migliori offerte che ti consentono di avere tanti GB di traffico dati, SMS e minuti per chiamate ad un prezzo davvero vantaggioso.

Vodafone: internet, chiamate e sms senza limiti

vodafone tariffa giga illimitati

Vodafone propone tre diversi piani sulla sua pagina ufficiale, ciascuno al prezzo di € 9,99 Euro tutto incluso, in cui il traffico chiamate e SMS è illimitato. Solo se provieni da Iliad, Fastweb, Poste Mobile, Coop e altri operatori con € 9,99 al mese + 0,01 Centesimo di attivazione, hai SMS e chiamate illimitate e 70 GB di traffico internet al mese.

Se attivi l’offerta con Smartpay, che prevede l’addebito diretto sul tuo conto, hai Giga illimitati in 5G. In questo modo non solo hai tutta la potenza di Vodafone, ma ti dimentichi anche di ricaricare, non ci pensi più, fa tutto Vodafone.

Wind Tre: piano con smartphone incluso

wind tre tariffa cellulare tutto incluso

Se cerchi uno smartphone di ultima generazione, ma non vuoi pagarlo in un’unica soluzione e preferisci rateizzare il pagamento, con l’offerta Wind Tre ti dà l’opportunità di scegliere lo smartphone che vuoi con Zero Anticipo e pagamento rateizzato.

Con questa soluzione devi scegliere un piano tariffario da abbinare al cellulare. Questa è veramente una delle migliori tariffe tutto incluso sul mercato: smartphone + Start 5G Easy Pay Online con € 30 di sconto che ti dà diritto a 200 GB di traffico dati 5G, minuti illimitati e 200 SMS! Per un totale di € 51,98 al mese.

ho. Mobile

ho mobile offerta internet chiamate e sms

Sul mercato da molto è presente un operatore low cost come ho mobile, che si presenta con la sua offerta green che prevede 100 GB con chiamate ed SMS illimitati a soli € 6,99 al mese per i nuovi clienti, mentre il prezzo diventa più economico se passi da un altro operatore a ho. Mobile per soli € 5,99 al mese!

Attenzione però che la navigazione è limitata al 4G con 30 Mbps, ma la copertura è formidabile e la SIM online e Attivazione sono gratuite! Diventando cliente ho. Mobile poi ti si apre un mondo di offerte, infatti non solo sono presenti tariffe tutto incluso, ma anche offerte per la linea fisse e molto altro ancora che potrai sfruttare una volta diventato cliente ho.

30 giorni soddisfatto o rimborsato, e poi c’è l’app che fa tutto per te!

Fastweb

Fastweb Mobile Full All Inclusive

Con l’offerta Fastweb Mobile Full ti dà 200 GB anche in 5G, con minuti illimitati verso fissi e mobili nazionali, 100 SMS, spedizione della SIM gratuita, FastwebUP Plus Mobile e l’accesso ai corsi Fastweb Digital Academy. Tutto questo a € 10 al mese incluso il contributo SIM.

Con FastwebUP Plus Mobile hai ogni mese una serie di vantaggi esclusivi:

  • 16 minuti di utilizzo gratuito sul noleggio di monopattini elettrici Helbiz
  • 5€ di sconto su giochi, console, accessori, toys, merchandise e trading cards di Gamestop
  • 1 mese di abbonamento G+ a La Gazzetta dello Sport
  • 5€ di sconto su una spesa minima di 25€ con Deliveroo

Mentre con Fastweb Digital Academy puoi espandere e migliorare le tue competenze, frequentando la scuola delle professioni digitali, dove puoi acquisire le competenze maggiormente richieste dal mercato del lavoro.

iliad

iliad 120 giga tutto incluso

Con l’offerta Giga 120 a € 7,99 per sempre, iliad ti dà SMS e minuti illimitati in Italia (numeri fissi e mobili) e all’estero, 120 GB per navigare in Italia in 4G/4G+ e 9GB dedicati in roaming Europa con oltre 60 destinazioni (Europa USA, Canada). Sono presenti dei costi di attivazione per l’offerta, e condizioni specifiche per il traffico internazionale, quindi ti suggerisco di controllare bene i dettagli dell’offerta.

Se vuoi il 5G e 180 GB il prezzo dell’offerta sale a € 9,99 ed è previsto un costo per l’attivazione. Su entrambe le offerte sono attive le funzioni Mi richiami, Hotspot e non c’è nessuno scatto alla risposta!

In breve

Ogni offerta presente in questo articolo è cucita intorno a diverse esigenze, ma tutte ti permettono di non doverti più preoccupare del traffico dati, dei minuti di chiamata o degli SMS.

Scegliendo tra una di queste offerte non sbaglierai sicuramente: personalmente per a chi vuole anche lo smartphone consiglio WindTre, mentre per chi punta al risparmio, senza però fare troppe rinunce su giga, Ho.mobile ritengo essere più adatta.

Domande frequenti

Il traffico chiamate e gli SMS sono illimitati?

Alcune offerte prevedono minuti ed SMS illimitati, altre invece ti forniscono solo 100 o 200 SMS. Consulta sempre le condizioni prima di sottoscrivere l’offerta.

Ci sono spese di attivazione o spese per la SIM?

Molto spesso la SIM online e l’attivazione sono gratuite, altre volte ci sono costi da sostenere a parte, sempre nel massimo della trasparenza.

Possono navigare in 5G?

Alcune tariffe espressamente prevedono la navigazione in 5G, altre sono limitate al 4G, quindi controlla bene le condizioni contrattuali dell’offerta del provider.

Fonti

Tariffe internet, telefonia fissa e mobile

Migliori SSD interni per PC, Portatili e PS5

0

Quando si tratta di aggiornare un vecchio computer o assemblare un nuovo PC, la scelta del SSD è cruciale se si vogliono ottenere prestazioni elevate.

Proprio per questo, oggi parliamo dei migliori SSD interni che puoi montare sul tuo computer, divisi in tipologia e fascia di prezzo, così da trovare facilmente quello in grado di soddisfare le tue esigenze, senza per forza spendere una fortuna.

Come ben saprai ci sono alcuni componenti che giocano un ruolo fondamentale sulle sue prestazioni come la RAM, il processore e la GPU, ma il disco SSD è uno dei più importanti se non vuoi limitare le performance. Il disco di archiviazione è il posto dove sono raccolti tutti i file tuoi e del sistema e dei programmi. Se questo è lento, tutto il resto non può andare veloce!

Quindi, scegli con attenzione e segui i consigli che trovi qui sotto.

Indice Contenuti

SSD M.2 vs SATA: le differenze

SSD Sata vs M.2
CaratteristicaSSD SATASSD M.2
Forma2,5 pollici, simile agli HDD tradizionaliCompatta
ConnettivitàSi connette tramite cavo SATA.Va inserito direttamente nella scheda madre, ma può usare sia la connettività SATA che NVMe (attraverso PCIe).
Velocità MassimaFino a 600 MB/sM2. NVMe: fino a 3500 MB/s o più (fino a 600 MB/s se con cavo SATA)
UtilizzoPer un uso quotidiano e professionale, anche ad alto livello.Per Gaming o programmi che richiedono alte prestazioni come editing video o progettazione.
CompatibilitàCompatibile con quasi tutte le schede madri vecchie e moderneUsato molto nelle console. Nei PC devi avere una scheda madre con uno o più slot M.2 che supporti anche NVMe.
PrezzoPiù economico rispetto agli SSD M.2 NVMe.Generalmente più costoso.
InstallazioneFacile da installare tramite cavo nei pc fissi, o inserendolo nell’apposito spazio nei portali.Si inserisce nella scheda madre, ma può richiedere l’installazione di un dissipatore di calore (alcuni modelli lo hanno integrato).

Prima di partire con la classifica, è importante conoscere il tipo di connettività che si cerca. I due formati più comuni di SSD interni sono M.2 e SATA. Quest’ultimo è stato da sempre uno dei più diffusi, ma oggi gli M.2 stanno iniziando a essere molto usati.

Entrambi i formati, hanno pro e contro e, devi scegliere in base alle tue esigenze ed in particolare:

  • SSD SATA usano lo stesso formato degli HDD e si connettono tramite cavo, quindi hanno grandissima compatibilità con vecchi PC e schede madri. Il formato classico è tipicamente da 2,5 pollici e hanno una velocità di trasferimento massima (teorica) di 600 MB/x. Una cosa molto bella degli SSD Sata è che con il kit custodia, lo puoi trasformare in un disco di memoria portatile esterno e trasferire i dati tra vari pc in pochi secondi.
  • SSD M.2 sono inseriti direttamente nella scheda madre e sono più compatti. Possono arrivare a velocità molto più elevate e per questo sono spesso scelti per un uso professionale o per pc da gaming.

I migliori SSD del 2024 a confronto

La varietà è enorme, sia in quanto a capacità, che a velocità di trasferimento. Ovviamente, più giga vuoi, più devi sborsare.

Ti ricordo che la scelta del SSD è importantissima e, anche se ci sono molti modelli e marchi, bisogna spesso fare un compromesso tra prestazioni, capacità e prezzo.

All’inizio ti ho mostrato i 3 dischi migliori, tuttavia, so bene che potrebbero essere troppo cari. Per questo, di seguito, ti mostro anche altri modelli. (sia SATA che M.2), per computer fissi e portatili o anche console come la PS5, così da ampliarti la scelta e vedere diverse fasce di prezzo.

I migliori SSD del 2024 sono:

1 Samsung 870 EVO – il miglior SSD da 2.5 pollici

samsung ssd 870 evo sata

Pro

  • Performance altissime
  • Qualità e affidabilità elevata
  • Capacità da 250GB a 4TB

Contro

  • Abbastanza costoso

Quando si tratta di SSD, Samsung è un passo avanti alla concorrenza e i suoi dischi sono quelli che consiglio maggiormente semplicemente, perché sono i migliori nel rapporto qualità prezzo, specie quando è in offerta.

Se cerchi un SSD da 2,5 pollici, per il tuo pc portatile o fisso, ti consiglio il 870 EVO. Questo modello utilizza la tecnologia Intelligente Turbo Write per raggiunge velocità sequenziali fino a 560/530 MB/s che sono elevatissime per questa tipologia di memorie.

La velocità, però, non è l’unica che conta: qualità e durata sono altissime e gli SSD Samsung sono veramente affidabili da questo punto di vista.

Un’altro vantaggio è il software Samsung Magician 6 con cui puoi gestire la tua unità, stare al passo con gli aggiornamenti e monitorare stato o saluto del disco.

Insomma, il 870 Evo è il miglior SSD da 2.5 pollici che puoi mettere sul computer di casa o lavoro, a meno che tu non abbia esigenze professionali ad elevatissime prestazioni. In questo caso, passa la modello successivo.

Offerta
Samsung 870 EVO - SSD interno da 1TB
Velocità fino 560mb/s e 530mb/s | Intelligent Turbo Write | Capacità: 1TB | Software Samsung Magician 6 | Formato: 2,5" | Connessione SATA | controller V-NAND & MKX di sesta generazione

2 MZ 990 PRO – il miglior SSD M.2 NVMe

samsung mz v9pt0c 990 pro

Pro

  • Performance estreme
  • Dissipatore incorporato
  • Compatibile con Playstation 5
  • Capacità da 1TB a 4TB
  • Affidabilità elevatissima

Contro

  • Prezzo Elevato

Anche nei formati M.2, la memoria che ti consiglio è prodotta da samsung ed, in particolare, il MZ-V9P1T0C 990 PRO è un SSD quasi senza pari, realizzato per dare prestazioni elevatissime e il massimo della velocità quando si tratta di gaming estremo o utilizzo programmi di elaborazione grafica 3D, editing video.

È semplicemente ultra veloce: in lettura raggiunge l’assurda velocità di 7.450, mentre in scrittura arriva fino a 6.900 MB/s.

Essendo pensato per un uso professionale, ha anche integrato un dissipatore di calore che evita il surriscaldamento e mantiene le prestazioni costanti quando sottoposto ad un utilizzo intensivo.

Se stai creando, poi, un computer da gaming, questo modello ha anche le luci LED integrate che puoi controllare dal software proprietario.

Insomma, se le performance per te sono fondamentali, non guardare oltre: il Samsung 990 PRO è il modello che fa per te.

Samsung Memorie MZ-V9P1T0C 990 PRO SSD
Capacità 1TB | SSD NVMe PCI Express 4.0 | Velocità di lettura/scrittura fino a 7.450/6.900 MB/s | Dissipatore di Calore | compatibile con Playstation 5

3 SanDisk Ultra 3D – SSD con il miglior rapporto qualità prezzo

SanDisk SSD Ultra 3D

Pro

  • Qualità prezzo altissima
  • Ottima affidabilità
  • Capacità da 240GB a 4TB

Contro

  • Performance non eccezionali

Se cerchi un buon prodotto, affidabile e veloce, ma non troppo costoso, allora SanDisk fa per te.

Le memorie di questo marchio sono famose per avere un elevato valore, senza avere un prezzo esagerato e vanno benissimo per la maggior parte degli utenti. In particolare, ti consiglio il modello SSD Ultra 3D.

La qualità è ottima ed in quanto a prestazioni è quasi al top tra i SATA, grazie ai suoi 560 MB/s in lettura e 530 in scrittura.

Uno dei punti forti di questo disco è la tecnologia nCache 2.0 che migliora ancora la velocità. Questo accade grazie all’architettura innovativa, in cui tutto viene scritto nel buffer ad alta velocità dell’unità, prima di trasferirlo nel sistema di archiviazione.

SanDisk SSD Ultra 3D, 2.5 pollici da 1TB
Velocità fino 560mb/s e 530mb/s | Capacità: 500GB | 200 TBW garantiti | Tecnologia: 3D Nand + nCache 2.0 | Sandisk SSD Dashboard

4 Kingston A400 – uno dei più acquistati

Kingston A400

Pro

  • Buon prezzo
  • Alta qualità e affidabilità
  • Capacità da 250GB a 2TB

Contro

  • Performance medie

Se cerchi una soluzione veramente valida, ad un ottimo prezzo, questo Kingston A400 è decisamente la scelta giusta. Si tratta di un disco a stato solido che non è proprio performante come i modelli visti finora, ma è comunque veloce e, soprattutto, costa molto meno.

Composto da memoria Flash, la velocità in lettura è di 500 MB/s, mentre quella in scrittura di 450 che è, comunque, oltre 10 volte più rapida dei vecchi hard disk.

Consiglio questo SSD soprattutto per portatili e pc con un uso quotidiano, non tanto per il gaming, in quanto è un po’ lento. Sicuramente non va bene per i server e forti carichi di lavoro. Insomma, ottimo per aggiornare il pc di casa, un po’ meno per quello professionale o da gioco.

A400 è disponibile in diversi formati (da 2.5” o M.2) e capacità a partire da 120GB, fino a quasi 2TB (1.92).

Kingston A400 - Unità a Stato Solido Interna da 2.5" e 480GB
Velocità di lettura 500 mb/s, scrittura 450 mb/s| Capacità: 480GB | Resistente a urti e vibrazioni

5 WD_BLACK SN850P – il miglior SSD per PS5

WD_black SSD Ps5

Pro

  • Licenza ufficiale per PS5
  • Performance elevate
  • Qualità e affidabilità top
  • Capacità da 1TB a 4TB

Contro

  • Prezzo molto alto

Se hai la PlayStation 5 con così tanti giochi che la memoria interna non ti basta, forse è il caso di fare l’espansione e passare a questo SSD WD_BLACK SN850P con cui puoi archiviare fino a 100 videogiochi extra.

Gran parte degli SSD M.2 PCIe NVMe sono compatibili con questa console, ma quello della WD ha la licenza ufficiale e ti garantisce una delle migliori affidabilità e velocità sul mercato. Infatti, è stato ufficialmente testato e certificato per la PS5.

Con capacità che vanno da 1 a 4TB ti permette di avere tutto lo spazio che vuoi per i tuoi giochi. Inoltre, la sua elevatissima velocità fino a 7300 mb/s permette ai giochi di girare velocissimi senza problemi.

Veloce, affidabile e con prestazioni eccezionali ha una sola pecca: il prezzo. Purtroppo è abbastanza caro, soprattutto perché ha la licenza ufficiale. Tuttavia, se vuoi andare sul sicuro per la tua PlayStation, è quello che ti consiglio di scegliere.

In più, se giochi tanto, non ti dovrai preoccupare di surriscaldarlo perché ha il dissipatore di calore incorporato.

WD_BLACK SN850P SSD da 2TB M.2 per PS5
Capacità 2TB | SSD NVMe PCI Express 4.0 | Velocità fino a 7.300 MB/s | Dissipatore di Calore | Licenza Ufficiale Sony PS5 |

6 Silicon Power A55 – uno dei migliori SSD interni per il gaming

Silicon Power A55

Pro

  • Ottimo rapporto qualità / prezzo
  • Capacità da 128GB a 4TB

Contro

  • Velocità non altissima

Questo A55 è un’altra delle scelte ad un buon prezzo. Realizzato con tecnologia 3D NAND Flash, è spesso solo 7 mm, il che lo rende adatto da usare anche su ultrabook.

Una peculiarità di questo modello è la tecnologia SLC Cache con la quale i dati vengono prima scritti nella porzione SLC (dove le velocità di scrittura sono più elevate) e poi trasferite nell’archiviazione. C’è anche la funzione Bad Block Management che monitora i blocchi e, se danneggiati, li sostituisce: questo permette di avere una vita più lunga e mantenere il sistema in buone condizioni.

Non finisce qui: questo SSD è anche resistente ad urti e vibrazioni e supporta varie tecnologie come S.M.A.R.T., ECC, Raid e Trim. É disponibile in diverse capacità, a partire da soli 128GB per arrivare fino a 2TB.

Silicon Power SSD - disco da 512GB 3D NAND A55" e 480GB
Velocità fino a 500 mb/s | Tecnologia: 3D NAND | Capacità: 512GB | Supporta il comando trim, garbage collection technology, raid, e ecc

7 Western Digital Blue – una garanzia di qualità e durata

wd blue 500gb

Pro

  • Affidabilità top
  • Capacità da 250GB a 2TB
  • Buone prestazioni

Contro

  • Prezzo troppo alto

Western Digital è il marchio che vanta, forse, la più alta qualità e lunga durata quando si tratta di memorie. In quanto a SSD offre tantissimi modelli e questo della linea Blu (ci sono anche quella rossa è verde) è, forse, il suo miglior prodotto sul mercato.

L’unità SSD in questione utilizza una tecnologia 3D Nand e le capacità partono da 250 GB per arrivare fino a 2TB.

Il consumo energetico è davvero ottimo, il che li rende una buona scelta per chi vuole cambiare il disco al proprio portatile. Anche la velocità è molto buona: in lettura arriva fino a 560 MB/s, mentre in scrittura fino a 530.

La qualità di questo componete è eccezionale, come anche la sua durata: in media, prima di danneggiarsi, arriva a 1,75 milioni di ore di lavoro e 500 tb di scrittura.

É compatibile con moltissimo computer ed permette di usare un fantastico software gratuito per monitorare lo stato dell’unità, clonarla oppure eseguire il backup dei dati per tenerli al sicuro.

Western Digital Blue 3D NAND Sata 500GB
Velocità fino 560mb/s e 530mb/s | Capacità: 1TB | MTTF di 1.75 milioni di ore 500 TBW garantiti | Tecnologia: 3D Nand | Certificazione F.I.T. Lab

8 Pny Cs900 – SSD low cost, ma valido

Pny Cs900

Pro

  • Prezzo basso
  • Capacità da 120GB a 4TB

Contro

  • Affidabilità dubbia
  • Velocità non altissima

Magari PNY è un marchio che non hai mai sentito, ma questo Cs900 è decisamente un buon prodotto. Un po’ caruccio quando non in sconto, ma veramente valido.

Realizzato con tecnologia TLC NAND Flash, ha tra le prestazioni migliori sul mercato, con fino a 535 MB/s in lettura e 500 MB/s in scrittura, ottimali per giocare. Nota che le velocità cambiano leggermente in base alla capacità scelta.

Il suo punto forte è la silenziosità e la bassa temperatura di funzionamento che riduce molto i potenziali danni da surriscaldamento, tipici dei vecchi HDD. Inoltre, risulta molto resistente ed in grado di lavorare anche in condizioni ambientali più estremi.

Ottimo anche il consumo energetico che risulta particolarmente basso, per avere un po’ più di autonomia. Le capacità partono da 120 GB e arrivano ad 1 TB.

Offerta
PNY CS900 SSD Interno Unità a stato solido (SSD) 250GB
Velocità fino 535mb/s e 500mb/s | Capacità: 250GB | Tecnologia: TLC NAND | Alta efficienza energetica e resistenza a urti

Cos’è un disco SSD?

Cos'è un disco SSD

SSD è l’acronimo di Solid State Drive che all’interno hanno unità allo stato solido, basate su memorie di tipo Flash. Sono un’innovazione nel settore dei computer e vanno a sostituire i vecchi Hard Disk che ormai sono obsoleti.

Proprio per queste loro caratteristiche, le nuove memorie hanno rivoluzionato totalmente il mondo dei computer, assicurando prestazioni più che incredibili rispetto a quelle con i componenti precedenti.

Quale SSD scegliere e cosa guardare

Gli SSD sono sul mercato, ormai, da diverso tempo e ci sono veramente tanti produttori validi tra cui scegliere. In questo articolo abbiamo elencato i migliori prodotti, ma non sono gli unici.

La capacità, non è l’unica cosa che cont. Ci sono una serie di fattori da considerare quando si acquista un nuovo disco allo stato solido ed in particolare. Se non sai quale SSD scegliere, metti a confronto questi parametri:

  • Formato e interfaccia: la cosa più importante è vedere se il disco lo puoi montare sul tuo pc. Ci sono, infatti diverse categorie di SSD, ma 3 sono le principali: quelli da 2,5”, mSATA e M.2. Devi anche vedere anche l’interfaccia e la velocità supportata (1.5, 3 o 6Gb /s) per evitare di acquistare un prodotto che, poi, non puoi usare
  • Prestazioni: Si tratta di dischi nettamente più veloci dei vecchi HDD e con qualunque modello noterai un incremento delle prestazioni incredibili. Tuttavia, se sono alte performance quelle che cerchi, controlla molto bene la velocità in scrittura e lettura.
  • Capacità: Quanto spazio ti serve dipende solo da te ma, ovviamente, più ne hai, meglio è. Peccato che all’aumentare dellla capacità gli SSD crescono esponenzialmente di prezzo: per arrivare ad avere 2TB, superi tranquillamente 400€. Ti consiglio di non optare per i 128GB perché gran parte ti va a finire per il sistema operativo e programmi base, ma sono in pochi quelli che hanno bisogno veramente di avere oltre i 500GB.
  • Prezzo: Se fino ad un annetto permettersi uno di questi gioiellini significava dover sborsare veramente tanto, con l’avanzare della tecnologia, i prezzi sono diminuiti tantissimo e le capacità aumentate altrettanto. Oggi un buon SSD lo si può avere con meno di 80€ ma, se hai bisogno di tanta memoria, sappi che il prezzo sale proporzionalmente con i GB.

Per il resto anche il marchio conta, ma non poi così tanto, a meno che non si vada a scegliere delle vera pataccate da produttori che offrono capacità doppia alla metà del prezzo. In questi casi è un po’ un azzardo.

In conclusione

Tra i modelli elencati sopra, i migliori SSD per me sono quelli di Samsung ed, in particolare la Serie 870 Sata per un portatile e pc fissi di casa, mentre per gaming e workstation l’ideale sarebbe 990 Pro M.2. Per la PlayStation, anche se Samsung è compatibile con questa console, io andrei sul WD_Black che ha anche la licenza ufficiale.

Nel caso il prezzo ti sia troppo elevato e vuoi risparmiare, prova con il Sandisk 3D Ultra che ha una qualità eccellente. Ovviamente, controlla sempre le offerte perché potresti trovare sconti anche oltre il 30% su alcuni modelli!

App per prendere appunti su smartphone e tablet

0

Appuntare tutto ciò che si dice in aula all’università, durante un meeting, oppure mentre si visita un luogo all’aperto, è possibile e si può fare senza fatica, senza dover per forza armarsi di foglio e penna. In questo articolo di spiego come funzionano le migliori app per prendere appunti. Non ti perderai mai più un discorso e non ti ritroverai mai più sommerso da fogli e foglietti.

Le migliori app per prendere appunti

Ci sono diverse app con cui puoi prendere appunti su smartphone e tablet, ovunque tu sia, ma solo poche fanno veramente quello che dicono. Ce ne sono di tutti i tipi, da quelle gratuite a quelle a pagamento. Vediamo quali sono le migliori app per prendere appunti su Android, iOS e iPadOS:

Android

Di app per android ce ne sono veramente molte, compatibili anche con altre piattaforme. Quando parliamo di Android parliamo anche di Google. La prima soluzione che ti mostro viene proprio dalla grande G e che puoi trovare sul Play Store. Se cambi telefono, che sia da iPhone, Android, il trasferire i dati tra vecchio e nuovo smartphone è immediato.

Google Keep

Google Keep app per prendere appunti

A Google Keep puoi accedere dal Web tramite la tua Gmail, oppure puoi scaricare l’app per Android, iOS e iPadOS dai rispettivi store. Puoi anche installare l’estensione di Chrome, in modo da avere l’interfaccia completa su cui poter lavorare anche dal browser. Google Keep è gratuita, puoi prendere appunti ovunque tu ti trovi, con un tablet, smartphone e da PC, e le tue note sono sempre sincronizzate con il tuo account Google. 

Scarica e avvia l’app, accedi con il tuo account Google, e premi Inizia sul bottone che trovi nella schermata principale. Fai tap sul simbolo (+) per creare una nuova nota, e scrivi i tuoi appunti direttamente sul tuo dispositivo.

Puoi inoltre aggiungere un promemoria alle note create, tramite il bottone a forma di campanello, in modo che ti venga ricordato un determinato evento della giornata. Davvero un’ottima app per prendere appunti.

Evernote

Evernote Appunti università

Evernote è una delle più complete e migliori app per prendere appunti, anche con penna Stylus e a mano libera, è sicuramente Evernote. Diversi piani sono disponibili per quest’app, da quello gratuito ai piani Personal, Professional e Teams. Compatibile con Android, iOS e iPadOS, ed anche con i sistemi operativi Microsoft Windows ed Apple macOS. Non ci sono limiti di utilizzo, puoi utilizzarla contemporaneamente su più dispositivi, mobili e fissi: inizia a scrivere dal tuo smartphone e completa la bozza sul computer. Tutto è sincronizzato e, nella versione free, questa sincronizzazione è disponibile solo su due dispositivi.

Alcune funzioni, come la sincronizzazione di molteplici dispositivi, sono presenti solo nei piani a pagamento. Ti consiglio di provare prima la versione Free, in modo gratuito, e poi eventualmente scegliere il piano che più si adatta alle tue esigenze.

OneNote

One note Prendi appunti ovunque

Un’altra soluzione per prendere appunti è offerta da Microsoft ed è chiamata OneNote. L’app è completamente gratuita, puoi prendere appunti e sincronizzarli tra più dispositivi. Accedi alle tue note ovunque senza nessuna limitazione. Anche questa è una delle migliori app per prendere appunti.

L’app è compatibile con  Android, iOS, iPadOS, macOS e Microsoft Windows. L’iscrizione è anch’essa gratuita, non dovrai far altro che creare un account Microsoft. Se lo hai già, ti basterà fare l’accesso al tuo account e aprire l’app integrata OneNote.

Con la funzione raccolta, puoi rendere organizzati i tuoi appunti, creando sezioni apposite per ogni diversa categoria di appunti. Puoi inoltre aggiungere video, immagini, note audio, allegare file, scrivere e disegnare a mano libera. OneNote è un’app davvero completa, intuitiva e flessibile, che asseconda ogni tua esigenza.

La migliore app per appunti all’università

Good notes la migliore app per prendere appunti

Simplenote è un’app gratuita multipiattaforma, è compatibile con tablet smartphone, tablet  e computer. I sistemi compatibili sono Android, iOS, iPadOS, Windows, Linux, macOS. Inoltre puoi accedere anche da browser tramite l’interfaccia Web.

Simplenote è compatibile anche con app di terze parti, e puoi quindi sincronizzare non solo gli appunti provenienti dai tuoi dispositivi che utilizzano Simplenote, ma anche quelli provenienti da altre app.

Puoi prendere appunti anche scrivendo a mano libera, ed è possibile disegnare. Quest’app è davvero completa, una delle migliori app per prendere appunti. Se stai seguendo lezioni di lingue e ne vuoi migliorare una in particolare, prova quest’app per imparare il francese.

App per appunti per iPad con tastiera e senza

Notably Penna a mano libera

Con Notability puoi sostituire i tuoi appunti cartacei e prenderli digitalmente con tastiera o a mano libera, con la Apple Pencil direttamente sul tuo iPAD. Compatibile con iOS, iPadOS e macOS ed è gratuito anche se c’è qualche limitazione.

Le limitazioni possono essere eliminate e puoi sbloccare tutto il potenziale dell’app, sottoscrivendo l’abbonamento. Ti consiglio prima di tutto di provare la versione Starter gratuita, e poi eventualmente di passare alla Plus. Puoi aggiungere note audio dalle tue registrazioni, e fare annotazioni su file PDF.

App per telefono e tablet con penna

SimpleNote App appunti per tablet e smartphone

GoodNotes è un’app molto apprezzata sia in ambito accademico sia professionale, se poi hai anche una penna, come il Samsung Galaxy S22 Ultra, perché permette di prendere appunti con la penna su qualsiasi dispositivo che la supporti, smartphone e tablet. Inizialmente sviluppata solo per iOS e macOS, è stata poi portata anche su Android e Windows. Su iPad ha visto il suo maggior sviluppo, e per sapere quale sia il modello migliore controlla qui, quale iPad comprare.

Al momento è pienamente compatibile con tutti i sistemi operativi in circolazione.

Con GoodNotes scrivi a mano libera con estrema precisione, e supporta il testo tramite digitazione con tastiera.

Grazie al riconoscimento OCR del testo scritto a mano, puoi convertirlo in testo digitale, così che sia più facile organizzarlo e ricercarlo quando necessario. Etichette e copertine ti aiuteranno a classificare e organizzare le tue note.

Puoi inoltre importare documenti e PDF, ed annotare direttamente le tue integrazioni all’interno del file. Questa funzione è essenziale per prendere appunti al volo utile su slide fornite durante una lezione o un meeting di lavoro.

Sincronizzazione tra dispositivi: Goodnotes si rivela un’ottima app per prendere appunti, e ti garantisce l’accesso alle tue informazioni dovunque tu sia.

App a mano libera su Android e iPhone

Squid - App per documenti e note

L’app Squid per prendere appunti è disponibile per Android e iPhone, ed è particolarmente apprezzata e utilizzata per via della sua interfaccia intuitiva. Tra le sue molte funzionalità spicca la facilità di utilizzo del touch, e permette di scrivere a mano libera su qualsiasi schermo touch. Inoltre puoi esportare i file in diversi formati, in PDF, PowerPoint, ed ancora altri formati. Puoi organizzare gli appunti come meglio credi, ordinandoli in taccuini personalizzabili.

Squid ti permette la scrittura a mano con un’elevata fluidità, e la sua reattività simula alla perfezione il feedback di scrittura su vera carta. Squid è l’app perfetta per prendere appunti a mano libera, ed è la scelta ideale che tu sia uno studente o un professionista che cerca un’app semplice per prendere appunti a mano su tablet e smartphone.

Quale app usare e perché

GoodNotes è l’app che ti consiglio per prendere appunti, compatibile con Android, iOS e Windows, che apprezzerai particolarmente per quel feeling di scrittura come se stessi scrivendo su vera carta. Il testo scritto a mano lo puoi convertire facilmente in testo digitale modificabile grazie al riconoscimento OCR, facilitandone l’editing e la condivisione delle tue note in un formato più formale.

Accessori utilizzabili

Penna per iPad

GoodNotes inizialmente era ottimizzata per l’uso con la Apple Pencil su iPad, poi è stata estesa la compatibilità con diversi tipi di penne stylus compatibili con sistemi Android e iOS. Goodnotes supporta anche l’input touch per la navigazione e la gestione delle note. Puoi inoltre utilizzare la tastiera per la digitazione.

Caricamento degli appunti nel Cloud

Ormai quasi tutte sincronizzano le tue note tramite iCloud, Dropbox, OneDrive, o Google Drive, permettendoti di averle sempre con te e di condividerle con altri dispositivi: smartphone, tablet e computer. Puoi lavorare sulle tue note da qualsiasi dispositivo, iniziare il lavoro da uno smartphone e completarlo sul tablet o sul PC.

Il cloud è importante, perché hai un posto sicuro dove custodire i tuoi preziosi appunti.

Sistema operativo

Quasi tutte le applicazioni supportano i sistemi operativi Apple, Android e Windows. Questo ti garantisce di avere l’app sempre con te, ovunque tu ti trovi e su qualsiasi dispositivo tu stia utilizzando.

Molte delle app vanno bene anche per hardware poco potente, e riescono anche a girare in modo eccellente anche su vecchi tablet, quindi non devi per forza avere il miglior tablet per studenti, ma ti basta un modello di fascia media.

Formato file

La scelta è più difficile quando, oltre che prendere appunti a mano libera, vuoi anche annotare qualcosa sui documenti come i PDF. Qui l’applicazione deve supportare la scrittura e non tutte lo fanno.

Per questo, io preferisco GoodNotes che supporta molti formati di file, che puoi quindi importare ed esportare dopo averli annotati direttamente nell’app: PDF, immagini, documenti Microsoft Word, PowerPoint. GoodNotes salva le note in formato PDF, ed è possibile esportare le note anche come immagini, oppure utilizzando altri formati compatibili con Office.

In breve

Tutte le app di questo articolo ti offrono la massima flessibilità, sta solo a te decidere quale si adatti alle tue esigenze. Per esperienza ti consiglio di provarne almeno due, lavorando sulle stesse note ed effettuando qualsiasi operazione sui file. Sono certo che troverai la soluzione perfetta per prendere appunti.

Come accedere alla mia mail (PC & Smartphone)

0

Per inviare e ricevere messaggi dalla propria casella di posta elettronica puoi usare la pagina web o webmail, oppure un client di posta elettronica o un’App per smartphone.

L’accesso ad una o all’altra interfaccia di gestione della posta si effettua in modo differente, e il tipo di accesso cambia anche da un provider all’altro. Ti chiederai come accedere alla mia mail, sia da un pc che da uno smartphone. Segui questa guida per sapere tutti i metodi di accesso, con qualsiasi dispositivo ovunque tu ti trovi.

Come accedere alla posta elettronica

Creare un secondo indirizzo email è molto utile per chi vuole tenere organizzato la posta elettronica e, magari, separare quelle di lavoro e personali, o quelle importanti da messaggi di newsletter.

Esistono diversi provider di posta elettronica che forniscono gratuitamente questo servizio. Ognuno di questi  fornitori del servizio email ha la propria modalità di accesso, una differente pagina web e un differente client email.

Se dopo l’apertura della tua casella di posta elettronica non hai impostato ulteriori controlli di sicurezza per l’accesso, come il metodo 2FA o autenticazione a due fattori che abilita un dispositivo o un authenticator nel fornirti un codice aggiuntivo, ti basterà utilizzare il tuo nome utente e la password per il login.

Vediamo come accedere alla mail dei diversi provider:

GMail

GMail o Google mail è il servizio di posta elettronica più conosciuto e utilizzato, ed è utilizzato anche per la registrazione e l’accesso a servizi vari, senza bisogno di compilare ulteriori moduli di iscrizione. Aprire un indirizzo di posta google e sapere come accedere a gmail oggigiorno è quasi fondamentale.

Tutti gli smartphone Android integrano l’app GMail che altro non è che il client di posta di google. Vediamo come effettuare l’accesso dal webmail e dal client di posta elettronica gmail:

Accesso tramite browser

Gmail pagina principale

Apri un browser qualsiasi che sia Chrome o anche Safari, Firefox, e vai sulla pagina di google. Noterai che nell’angolo in alto a destra è presente il pulsante Accedi. Clicca sul pulsante Accedi per essere riportato nella pagina di login di gmail. Puoi in alternativa collegarti all’indirizzo mail.google.com.

A questo punto, nella pagina di login, ti viene richiesto di effettuare l’accesso:

  • Inserisci il tuo indirizzo email completo come ad esempio iltuoindirizzo @gmail.com
  • In alternativa puoi inserire il numero di telefono, utilizzato per completare la registrazione al servizio di posta
  • Clicca su Avanti
  • Inserisci la tua password
  • Clicca su Avanti
  • Effettua così l’accesso

Se hai attivato l’autenticazione a 2 fattori ti verrà richiesto di autorizzare l’accesso, tramite la conferma su smartphone con un pop up di autenticazione, oppure un codice monouso inviato tramite SMS o all’indirizzo email di recupero.

Il servizio di posta elettronica della grande G integra anche al suo interno un Drive personale per lo storage dei propri dati come Google Foto, ed una serie di strumenti per la produttività come Google Docs.

Accesso tramite app

L’accesso tramite l’app gmail si effettua seguendo gli stessi passi per l’accesso via browser. Google ha unificato gli accessi in modo da rendere più semplice la procedura di login. L’App Gmail la trovi già installata nei dispositivi Android ma, se per qualche motivo non fosse presente, la puoi anche scaricare dal Google Play Store.

Per iPhone, iPad e Mac l’App Gmail è disponibile per il download sull’Apple store.

Yahoo Mail

login yahoo mail

Yahoo Mail è il servizio di posta di Yahoo, un altro motore di ricerca e fornitore di diversi servizi. Anche per Yahoo Mail l’accesso alla posta elettronica è semplice, e puoi collegarti tramite browser sia che tu utilizzi un computer sia con uno smartphone e tablet:

  • Apri il browser web
  • Sulla barra indirizzo o di ricerca del browser digita Yahoo Mail, oppure colegati direttamente ha https://mail.yahoo.com
  • Puoi accedere al login utilizzando l’Username, l’indirizzo email completo o il numero di telefono mobile
  • Clicca su Avanti
  • Inserisci la tua password
  • Clicca Avanti

Se hai attivato il 2FA in due passaggi dal tuo account Yahoo, ti sarà richiesto di inserire un codice di sicurezza monouso inviato tramite SMS.

Mail di iCloud

Accesso mail icloud

Chiunque abbia un Apple che sia un iPhone, iPad o Mac, ha sicuramente un account iCloud. iCloud è una piattaforma che racchiude servizi essenziali per gli utenti Apple, come la creazione di un ID Apple che permette l’accesso all’Apple Store, poi lo storage dei file in Cloud e molto altro ancora.

Ovviamente non può mancare il servizio di posta elettronica, e per accedere basta che ti colleghi alla pagina ufficiale iCloud.com:

  • Clicca su Accedi
  • Inserisci le credenziali, l’email o il numero di telefono
  • Inserisci la password
  • Ricevi una notifica sul tuo dispositivo Apple, per consentire l’accesso all’account
  • Tap su “Consenti” o “Sì, sono io” per permettere l’accesso
  • Sempre sullo stesso dispositivo ti viene fornito un codice
  • Inserisci il codice nel browser da cui stai tentando di accedere
  • Accedi e utilizza il tuo servizio di posta iCloud

All’interno di iCloud troverai servizi analoghi a quelli già visti con Gmail: infatti iCloud di Apple ti permette di utilizzare Note e Pages per appunti e sviluppo documenti, in più è trovi anche l’App Foto di Apple.

Accedere alla posta elettronica Hotmail

Accesso hotmail Italia

Hotmail, conosciuto anche come Outlook, è lo storico servizio di posta elettronica di Microsoft. Puoi accedere alla tua casella Hotmail da qualsiasi dispositivo come computer, smartphone o tablet, tramite la pagina web ufficiale o tramite l’App Outlook.

Il servizio di posta elettronica è gratuito, ti dà accesso al servizio di storage online Onedrive per l’archiviazione e condivisione dei tuoi file, ed in più è integrato con Office Online.

Per accedere all’email:

  • Collegati alla pagina ufficiale di posta elettronica Hotmail dal tuo PC
  • Inserisci il la tua email completa
  • Inserisci la password
  • Se hai attivato il controllo a 2 fattori ti viene mostrato un codice a schermo sul tuo PC
  • Ricevi una notifica sul tuo smartphone che ti mostra 3 codici diversi
  • Fai Tap sul codice che combacia con quello ricevuto a schermo sul tuo PC

Effettuato l’accesso puoi utilizzare da subito anche gli strumenti di Office Online messi a disposizione da Microsoft. L’integrazione del pacchetto Office ( Word, Excel, e PowerPoint) ti permette di lavorare e sviluppare nuovi progetti in mobilità da qualsiasi dispositivo, semplicemente collegandoti alla tua posta elettronica hotmail o outlook, senza acquistare nessuna licenza.

Libero

Login a Libero Mail

Una casella di posta elettronica tutta Italiana, e di lunga data, è Libero.it. Questo provider è conosciuto in tutta Italia ed è una valida alternativa rispetto ai colossi d’oltreoceano. La procedura di login è molto semplificata. Infatti per accedere:

  • Devi inserire solo la tua email completa di @libero.it
  • Inserisci poi la tua password

Se hai attivato il 2FA, ricevi un codice tramite SMS sul numero di telefono che hai utilizzato per la registrazione.

Se, invece, vorresti usare questo servizio ma non sai come fare, ecco qui la guida su come creare una mail con Libero.

Come accedere alla mia mail su smartphone

App mail iPhone

Le App per smartphone più sicure e utilizzate sono Gmail, Apple Mail, Outlook, Yahoo Mail e ProtonMail. Ognuna di queste App è presente sia su Google Play Store che sull’Apple Store, è può gestire solo gli indirizzi email provenienti dal proprio servizio di posta:

  • Installa dallo store l’App per il tuo indirizzo di posta
  • Accedi utilizzando le tue credenziali, come richiesto dal campo specifico nell’App

Gestisci la tua corrispondenza e ricevi notifiche in tempo reale quando ricevi una email. Utilizzando un’App di posta non hai più bisogno di inserire le tue credenziali ogni volta che vuoi accedere alla mail, e sei sempre connesso alla tua casella di posta.

Programmi di posta elettronica per PC

Aggiungere account mail su Outlook Mac

Un programma di posta elettronica, come Outlook o Thunderbird, ti permette di gestire la tua corrispondenza senza doverti collegare alla pagina web, e senza dover inserire le tue credenziali. Il client di posta memorizza le tue credenziali e ti avvisa in tempo reale, con una notifica, quando ricevi una email.

I provider di posta elettronica come Gmail, Hotmail ad esempio non richiedono configurazioni aggiuntive, e si integrano perfettamente con i programmi citati all’inizio. Inserisci semplicemente le tue credenziali di accesso alla prima apertura del programma, in automatico il software rileva i parametri IMAP dei server di posta in arrivo e in uscita, e li configura in automatico.

Il programma Outlook inoltre ti dà la possibilità di aggiungere più indirizzi di posta Hotmail e Outlook, e di gestire diverse più caselle di posta .Ogni casella di posta avrà un proprio spazio, separato dalle altre.

Thunderbird può memorizzare caselle di posta di diversi fornitori, mantenendo ogni corrispondenza isolata dalle altre. Ogni casella di posta avrà quindi le proprie cartelle di posta in arrivo e inviata, come anche le altre (bozze, cestino, indesiderata).

In breve

L’accesso alla propria email è fondamentale al giorno d’oggi non solo per lavoro, perché anche in ambito personale viene utilizzata al pari dei social, ed è importante per fare l’accesso e la registrazione a servizi vari. Consulta sempre questa guida e saprai sempre come accedere alla tua casella di posta.

Nell’elenco sopra ci sono i principali servizi di posta elettronica ma ci sono ancora in tanti che usano TIN. Se anche tu non sai più come fare a controllare la casella, ti consiglio la guida su come accedere alla mail di tin.it

Non è possibile connettersi a questa rete: le soluzioni

0

L’accesso alla rete WiFi o cablata è essenziale per la connessione internet. Non è bello iniziare la giornata e scoprire che il proprio computer rifiuti di collegarsi. La causa spesso non è chiara, ma ogni problema ha la sua soluzione.

Quando ricevi il messaggio non è possibile connettersi a questa rete, non ti viene data nessuna indicazione che riguarda la causa, devi iniziare ad investigare, purtroppo non sai da dove partire. In questo articolo ti spiego cosa fare per risolvere questo specifico problema.

6 soluzioni per connetterti al WiFi

Spesso il problema di connessione si verifica quando tutto sembra funzionare, e di punto in bianco. Non ti spieghi, quindi, per quale motivo il tuo computer fisso o il laptop non si connettono alla rete WiFi, anche se il giorno prima o fino ad un momento fa c’era il collegamento.

Windows non è chiaro sulle ragioni, non ti dà indicazione alcuna e si limita a dirti “non è possibile connettersi a questa rete”. Se non hai un amico informatico che può connettersi al tuo computer tramite un programma di controllo remoto, devi trovare tu la soluzione. Vediamo le 6 soluzioni per connetterti al WiFi

1# Dimentica la rete e connettiti di nuovo

barra windows disconnetti e dimentica rete

Il problema più comune è causato dalla comunicazione wireless della rete WiFi. Quindi la cosa più rapida da fare è cambiare rete o disconnettersi e riconnettersi a quella a cui ci si collega di solito:

Windows 10

Quando su Windows 10 non è possibile collegarsi a questa rete, puoi provare a disconnettere e riconnettere il tuo computer:

  • Clicca con il tasto sinistro sull’icona del WiFi nell’angolo a destra sulla barra di Windows
  • Si apre così la lista delle reti disponibili
  • Evidenzia la rete a cui ti colleghi per connetterti ad internet
  • Clicca su Dimentica o Annulla Memorizzazione per disconnetterti dalla rete e dimenticare la password
  • Connettiti di nuovo alla stessa rete, inserendo nuovamente la password

Windows 11

Ripeti i passi riportati sopra per Windows 10, quando con il wifi non è possibile connettersi a questa rete, solo che quando clicchi con il tasto sinistro del mouse sull’icona del WiFi, ti si apre un pannello per la gestione delle differenti funzioni di Windows.

Devi, quindi, cliccare sulla freccia accanto al bottone del WiFi, per aprire la lista delle reti a cui ti puoi connettere per trovare quella giusta:

  • Clicca su Dimentica o Disconnetti per disconnetterti dalla rete e dimenticare la password
  • Connettiti di nuovo alla stessa rete, inserendo nuovamente la password

Su Windows 11 puoi anche utilizzare il pannello WiFi integrato nelle impostazioni:

  • Click sul pulsante di Windows, sulla barra applicazioni
  • Scrivi WiFi
  • Seleziona Impostazioni Wi-Fi
  • Clicca su Mostra reti disponibili
  • Seleziona la rete corretta e clicca su Dimentica
  • Spesso questa semplice operazione di disconnessione e riconnessione, risolve eventuali problemi di comunicazione e ripristina la connessione.

Potresti scoprire di non riuscire più a connetterti alla stessa rete a cui ero connesso prima, probabilmente perché il segnale era basso. Hai sicuramente di bisogno di migliorare la copertura della tua rete Wi-Fi, potenziando il segnale con il Wi-Fi extender migliore, che espande la copertura wireless della tua rete di casa o dell’ufficio.

2# Intervenire manualmente sui parametri di rete

Rete CMD

Puoi intervenire sui parametri di rete tramite riga di comando. Questa operazione non è complessa, si tratta solo di dare alcuni comandi che puoi copiare e incollare direttamente da qua sotto:

  • Clicca sul bottone Windows sulla barra Start
  • Scrivi CMD
  • Clicca su Prompt dei comandi
Rete CMD Winsock

Aperto il prompt dei comandi, copia e incolla il primo comando e premi Invio. Ripeti la stessa operazione con gli altri comandi:

  • netsh winsock reset
  • netsh int ip reset
  • ipconfig /release
  • ipconfig /renew
  • ipconfig /flushdns

Al termine dell’operazione riavvia il computer.

3# Cambiare i DNS

Impostazioni WiFi DNS

Quando ricevi il messaggio di errore non è possibile connettersi a questa rete, ed anche quando la connessione è presenta ma la navigazione risulta lenta, ti sarà utile una guida per sapere come cambiare i DNS.

I server DNS si occupano di tradurre ciò che digiti sulla barra di ricerca, quando cerchi un sito web o una pagina specifica. Cambiare questi indirizzi server può risolvere eventuali problemi di connessione.

4# Aggiornare o reinstallare driver Wi-Fi su Windows 10 e 11

Windows integra al suo interno già i driver dei tuoi componenti e, anche se rimuovi un driver particolare Windows è in grado di installarlo nuovamente dalla sua libreria o di aggiornarlo da Windows Update.

Se la scheda di rete Wi-Fi del tuo computer ha qualche problema puoi provare con una chiavetta wifi USB, per stabilire che non ci sia un qualche problema hardware. Quando invece la scheda di rete funziona perfettamente, si possono compiere due operazioni: la rimozione o l’aggiornamento del driver:

Rimozione del driver

Gestione dispositivi - disinstalla dispositivo

Rimuoviamo il driver e apriamo la gestione dispositivi con la combinazione Windows+X tenendo premuto il tasto Windows e premendo insieme la lettera X:

  • Clicca su Gestione Dispositivi
  • Nella lista dei dispositivi trova la voce Schede di rete
  • Apri il menu a tendina
  • Trova l’adattatore di rete Wi-Fi
  • Tasto destro sull’adattatore e clicca su Disinstalla dispositivo

Abbiamo rimosso il driver e ora lo dobbiamo installare nuovamente, quindi restando sempre nella finestra della Gestione dispositivi:

  • Clicca sulla voce Azione sulla barra della finestra Gestione dispositivi
  • Clicca su Rileva modifiche Hardware

Attendi che Windows rilevi l’adattatore di rete e installi nuovamente il driver, automaticamente.

Aggiornamento del driver

Device Manager dispositivi aggiorna driver

Questa operazione si effettua sempre da Gestione dispositivi, quindi andiamo nuovamente nel pannello Gestione dispositivi con la combinazione Windows+X:

  • Nella lista dei dispositivi trova la voce Schede di rete
  • Apri il menu a tendina
  • Trova l’adattatore di rete Wi-Fi
  • Tasto destro sull’adattatore e clicca su Aggiorna driver
  • Seleziona Cerca automaticamente i driver

Windows cercherà automaticamente il driver nel computer, e se risultasse che un driver ottimale è già installato, ti proporrà di cercarlo su Windows Update: quindi seleziona Cerca driver aggiornati in Windows Update.

Se il driver non è già presente sul computer e non si trova su Windows Update: lo trovi facilmente recandoti sul sito del produttore della scheda madre o del laptop. Puoi trovare la pagina corretta, e scaricare il driver giusto, digitando il modello di scheda madre o del laptop nella barra di ricerca.

5# Modalità Aereo

Windows Traybar WiFi Button

Spesso si sottovaluta il fatto che per un nostro errore, oppure per un errore del sistema operativo, possa essere stata attivata la modalità aereo. Sia su Windows 10 che su Windows 11 ti basta cliccare sull’icona di rete nella traybar di Windows, nell’angolo in basso a destra, e verificare che l’interruttore Modalità Aereo sia disattivato.

Modalità Aereo di Windows

6# Cavo Ethernet

Cavo di rete ethernet

Se sei connesso via cavo la prima cosa da fare è staccare e riattaccare il cavo, collegato all’interno dell’adattatore ethernet del tuo computer e all’interno del modem o router, ad entrambe le estremità.

Un’operazione banale che spesso risolve un semplice problema di assegnazione degli indirizzi IP, da parte del server DHCP.

Altre soluzioni

Il computer o il dispositivo da cui ti connetti possono non presentare alcun problema. Quando hai provato tutte le soluzioni che ti ho elencato, è possibile che sia un’altro tipo di dispositivo ad avere un problema, quello che solitamente ti permette accesso alla rete e a internet.

Riavvio del Router

Riavvio Router WiFi

Il computer non è l’unico dispositivo che può avere dei problemi di connessione alla rete. Il messaggio “non è possibile connettersi a questa rete” non è mai chiaro, e non ti indica cosa impedisce la connessione.

Un’operazione semplice da fare è semplicemente togliere la corrente al router per 10-20 secondi, staccando la spina. Se questo non dovesse ripristinare la connettività, puoi collegarti alla pagina di configurazione del router (che può essere un tp link, zte, zyxel o altro modello):

  • Prendi il manuale del tuo router
  • All’interno trovi l’indirizzo del router
  • Solitamente viene utilizzato 192.168.1.1 o 192.168.0.1
  • Copia l’indirizzo e incollalo nella barra di ricerca del tuo browser
  • Le credenziali di accesso sono sul manuale, e sull’etichetta del router sul retro

Solitamente le credenziali sono: login admin e password admin. Ogni modello diverso può avere credenziali differenti, ma sono sempre a tua disposizione controllando il manuale o sul retro del tuo router.

Nella pagina di configurazione del tuo router cerca l’opzione di riavvio, seleziona il riavvio e attendi che il router ripristini le sue funzioni e la connessione di rete.

Problemi di connessione all’hotspot

Anche utilizzando uno smartphone, per la connessione internet, non è possibile connettersi a questa rete hotspot. Se stai usando il tuo telefono come hotspot, puoi semplicemente disattivarlo e riattivarlo:

  • Trascina con il dito dall’alto verso il basso, sul tuo smartphone
  • Tap sull’icona dell’hotspot per disattivarlo
  • Tap nuovamente sull’icona dell’hotspot per attivarlo

Se questo non fosse abbastanza, puoi riavviare il tuo smartphone e successivamente, se il problema persiste, controllare dall’app del tuo operatore per vedere se il traffico dati è abilitato e che tu abbia ancora dei MB disponibili per la connessione internet.

In breve

La connessione ad internet ad oggi è fondamentale per lavorare e studiare, per usare i social, per sfruttare le promozioni tramite app, per consultare una mappa o una guida e restare sempre aggiornati su ciò che accade intorno a noi. Con le soluzione che ti ho proposto risolvi il fastidioso problema dato dal messaggio di errore non è possibile connettersi a questa rete, e ti riconnetti così al mondo digitale.

Videochat con sconosciuti gratis

0

Vuoi rilassarti e farti due risate dopo una giornata di lavoro, vuoi conoscere gente nuova senza doverti registrare? Oltre a conoscere ragazze e ragazzi della tua età la videochat ti aiuta a superare la tua timidezza, imparare lingue straniere diverse, e spesso fare conquiste inaspettate. La videochat con sconosciuti fa proprio per te! E oggi ti spiego come funziona.

Perché le videochat?

Conversazione in video chat al computer

Le videochat hanno sempre riscosso un grande successo, perché ti permettono di chattare da un luogo a te conosciuto, nella comodità della tua stanza o all’aperto, da solo o in compagnia. Con ChatRoulette il fenomeno videochat è diventato virale, tanto che ne sono spuntate tante altre con lo stesso scopo, cioè videochat con sconosciuti, come Omegle – ora Ome.TV.

Non devi scaricare nessun programma e non ti devi registrare, ti puoi connettere semplicemente ai siti web che ti fornirò qua sotto, per avere videochat con ragazze. Quello di cui hai bisogno solo di uno smartphone/tablet o di un PC con una webcam.

Migliori siti per videochat gratis

Nessuna app da installare, puoi aprire e chiudere la videochat con donne gratis quando vuoi, semplicemente chiudendo la tab del browser. Non resterà nessuna traccia sul tuo dispositivo. La comodità è di poter utilizzare la videochat ovunque senza limiti, ma devi sapere quali siti web utilizzare. Per te ho selezionato solo i migliori, dove si ha un contatto immediato non appena entrati in chat. Vediamo quali sono i migliori siti per videochat gratis:

Bazoocam

Bazoocam

Su bazoocam trovi davvero di tutto, ragazzi e ragazze da tutte le parti del mondo, ma è anche considerato la “chatroulette italiana”, infatti troverai molti italiani e italiane in chat. Ti devi solo collegare al sito web ufficiale, e cliccare su Chatta!. Ti viene richiesta l’autorizzazione per microfono e webcam, ma puoi chattare anche senza dare l’autorizzazione!

Il contatto viene immediatamente trovato e, se non ti piace o è sgradevole, puoi cliccare sul tasto Cambia o direttamente sul video dell’interlocutore, ma c’è anche di più! Un bottone speciale è presente accanto al tasto Segnala – utile per segnalare comportamenti inopportuni, ed è il bottone ragazze. Cliccando sul bottone ti si aprirà una nuova pagina dove potrai parlare gratuitamente con ragazze e donne di tutto il mondo, in live chat!

Con Bazoocam hai la sicurezza di trovarti nella migliore videochat con donne gratis del web!

Chatrandom

Chatrandom

Un altro sito di videochat con sconosciuti, molto frequentato, è Chatrandom, dove inizialmente ti viene chiesto di specificare il tuo genere e, se vuoi, puoi anche descrivere i tuoi interessi utilizzando delle tag. Questo ti aiuterà a trovare dei match sicuri, ma puoi comunque sempre divertirti a parlare con persone che hanno gusti differenti.

La community italiana è molto vasta, ciò non toglie che tu possa incontrare anche uomini e donne di altre nazioni, così da poter affinare le tue lingue. Collegati al sito, inserisci il tuo genere e interessi, clicca su Inizio per attivare la chat.

Il sito ti chiederà conferma sull’utilizzo di webcam e microfono, ed anche qui puoi decidere se attivarli o meno. Attivando microfono e webcam hai più possibilità che i tuoi match non ti scartino!

Shagle

Shagle

Shagle ha un’interfaccia veramente semplice, e riesce a matchare con ragaze e ragazzi del tuo paese molto facilmente. Seleziona il tuo sesso o genere, e clicca su Start Chatting!. Tanti incontri interessanti, e la chat funziona benissimo, puoi scambiare messaggi e perché no anche i tuoi contatti social così da potervi sentire più di frequente.

Se il tuo scopo è la videochat con sconosciuti, questo è un ottimo sito per frequentazioni occasionali, per passare una serata e farsi due risate, per intrattenere e divertirsi con i nuovi partner!

Se una persona si dimostra avere comportamenti inappropriati ti basta segnalare, e il contatto verrà scartato e mai più mostrato. Con le frecce avanti e indietro, puoi cambiare chat rapidamente, così da non perdere tempo prezioso.

Per la funzione rewind, per tornare indietro al contatto precedente, ti viene richiesto di loggarti con Google, con la tua email o numero di telefono.

Cam Surf

Camsurf

Cam Surf è un ottimo sito dove fare nuovi incontri, videochat con ragazze e uomini di tutti i paesi e le età. Collegandoti al sito ti viene chiesto di specificare il tuo sesso o genere, di accettare le condizioni in cui dichiari di essere maggiorenne, e puoi decidere se consentire all’utilizzo del tuo microfono e della webcam.

Clicca su Inizio per iniziare la videochat con donne subito! Se vuoi chattare solo con le donne, clicca su Chatta con: e seleziona Donne, oppure un altro sesso a tua preferenza. Ti viene richiesto di fare l’accesso tramite Google, oppure numero di telefono o email.

A questo punto troverai solo match sicuri ma, se il comportamento dell’interlocutore si dovesse dimostrare inappropriato, puoi scorrere in avanti e cambiare partner o segnalare un abuso.

Soluzioni alternative videochat con sconosciuti gratis

Se i siti consigliati sopra non ti dovessero bastare, perché cerchi una relazione duratura o amicizie solo ed esclusivamente nella tua città, evitando quindi di trovare match troppo lontani da dove vivi, puoi consultare la mia guida sui migliori siti di incontro. Tanti siti e app per il tuo smartphone, che ti danno accesso alla geolocalizzazione, con cui puoi trovare subito amici e amore nei dintorni di casa tua!

In breve

Ogni soluzione è valida per intrattenermi e trovare ciò che cerchi, e sono tutte soluzioni gratuite. Quindi utilizzarle tutte è un’ottima idea! Chatta e Videochatta con persone da tutto il mondo, fai nuove esperienze e divertiti!

MacBook Air M1: recensione e opinioni dopo 4 anni

0

Io lo possiedo e uso per lavoro ormai da oltre 4 anni e, sorprendentemente, non ho la minima intenzione di passare ai nuovi perché non ce n’è assolutamente bisogno?

Nonostante sia l’entry level tra i portatili della casa di Cupertino (lo trovi a meno di 900€ su Mediaworld), il MacBook Air ha tutte le caratteristiche per essere il miglior portatile nel rapporto qualità / prezzo, non solo tra i vari Mac, ma tra tutti i notebook attualmente presenti sul mercato.

In questa recensione, ti mostro anche le mie opinioni, per aiutarti a capire come mai è semplicemente il migliore.

Uno sguardo veloce

Il MacBook Air M1 è un portatile ultra sottile e leggero che offre prestazioni eccezionali abbinate ad un design professionale e qualità costruttiva elevata. Tra tutti i notebook di casa Apple è sempre stato quello con il miglior rapporto qualità prezzo.

Nonostante sia un modello di oltre 4 anni è ancora incredibilmente valido, sia sul lato performance che utilizzabilità, grazie ad uno schermo incredibile, trackpad fantastico e ottima tastiera. Di difetti, ne ha veramente pochi, anzi, 1 solo, ovvero la scarsa connettività.

Pro

  • Performance elevate
  • Rapporto qualità prezzo elevatissimo
  • Design eccezionale
  • Lunga autonomia
  • Trackpad comodo
  • TouchID

Contro

  • Solo due USB-C
  • Difficile da reperire nuovo

Un ultrabook migliore, sotto molti aspetti

MacBook Air Magic Keyboard

L’arrivo del Chip M1 sul MacBook Air ha cambiato le carte sul tavolo, stravolgendo completamente il mercato.

Il risultato è un portatile ultra leggero e veramente supersonico che non ha nulla da invidiare a tanti top di gamma di altri marchi e persino si avvicina alle performance del Pro base, ad un costo nettamente inferiore.

Cresce anche la possibilità di personalizzazione con fino a16GB di RAM e il Chip M1 con cpu e gpu a 8 core ma già la versione base è decisamente più che sufficiente per un uso quotidiano e persino professionale.

Resta invariato il Display Retina da 13.3″, introdotto nel 2018, il TouchID e il meccanismo della tastiera.

Se ti chiedi quale MacBook scegliere e trovi una buona offerta sull’Air, ti consiglio di prendere questo.

Scheda tecnica

Prestazioni MacBook Air 2020

Vediamo nei dettagli i parametri tecnici e caratteristiche del nuovo MacBook Air (modello base):

MacBook Air M1 Specifiche
SchermoRetina Display da 13.3″ con tecnologia True Tone
ProcessoreChip M1 con CPU a 8-core
ArchiviazioneSSD da 256GB
RAM8GB di memoria condivisa
GPU7-core
ConnettivitàWi‑Fi 802.11ac, Bluetooth 5.0
Porte2 x Thunderbolt 3 (USB‑C) che supporta monitor esterni fino a 6K e GPU esterne, Jack da 3,5 mm per cuffie
Dimensionialtezza da 0,41 (nella parte frontale) a 1,61 cm (sul retro), larghezza 30,41 cm e profondità 21,24 cm
Peso1,29 kg
SensoriTouchID, sistema a 3 microfoni, videocamera FaceTime HD
Autonomiafino a 15 ore in navigazione web, fino a 18 ore di riproduzione film e fino a 30 ore di stanby
Sistema operativomacOS

La gran novità è la possibilità di poter personalizzare, e molto, i componenti e rendere questo ultrabook più potente che mai quasi un Pro, ma anche il prezzo cresce tanto!

Nella configurazione più potente il MacBook Air arriva ad avere il Chip M1 con 8-core di GPU (uno in più rispetto al modello base), 2TB di memoria SSD, 16GB di memoria unificata, ma il prezzo vola a 2.349€. Semplicemente troppo alto: in questi casi è meglio valutare l’acquisto di un MacBook Pro da 14 pollici, il cui prezzo di partenza è identico, ma offre prestazioni ben superiori.

Su Mediaworld trovi solo la versione base, ma se vuoi altre configurazioni ti consiglio di dare uno sguardo anche sui siti di MacBook ricondizionati.

La Magic Keyboard

Retroilluminazione tastiera MacBook Air

La nuova tastiera è semplicemente spettacolare: è retroilluminata, con una corsa dei tasti molto ampia (l’escursione è di 1mm) e una sensazione fantastica nella digitazione.

Il Trackpad Force Touch resta di dimensioni generose (20% più grande) ed è preciso come quello di tutti i portatili Apple. É ideale per i tanto usati gesti Multi-Touch come lo zoom.

Prezzo e disponibilità

Versioni MacBook Air M1

Il MacBook Air non è più disponibile nello sito ufficiale Apple e nuovo non lo si trova più da quasi nessuna parte, per questo chi lo vuole deve accontentarsi spesso di un modello ricondizionato. È disponibile in tre colori: grigio siderale, argento e oro, mentre le configurazioni tra cui scegliere sono 2:

  • il modello base con 256GB di memoria SSDe processori M1 con CPU a 8 core e GPU a 7, ha un prezzo di 1.159€
  • il modello con 512GB di memoria SSD e chip M1 con CPU e GPU a 8 core, al prezzo di partenza di 1429€

Una delle maggiori sorprese è, appunto, il prezzo che viene ridotto rispetto al modello precedente e ora il MacBook Air ha un prezzo di partenza di 1229€.

Il tablet della Mela è stato così potenziato che, abbinato all’iPadOS, è in grado di sostituire quasi completamente il notebook. Costa meno, è più leggero e pratico e, soprattutto, può connettersi ad internet in 4G.

Viste le caratteristiche, probabilmente, l’Ipad Pro è il principale concorrente del MacBook Air.

Unboxing e prime impressioni

Prima di entrare nei dettagli e vedere tutte le caratteristiche di questo nuovo straordinario notebook Apple, vediamo l’unboxing e quali sono state le prime impressioni quando si apre la scatola. Un piccolo spoiler: il caricabatterie c’è!

Bello vero? Onestamente mi piace tantissimo e, dopo diversi mesi di utilizzo lo consiglio veramente a tutti.

In conclusione

Veloce e prestante, se la cava senza alcun problema anche con programmi pesanti, figuriamoci con quelli usati quotidianamente, per editing di documenti, visione di video e navigazione su internet.

Leggero e facile da portare è il compagno ideale per chi viaggia spesso. Sicuramente è tra i portatili che consiglio maggiormente.

Quale MacBook comprare nel 2024: un onesto confronto

29

Sì lo è, se guardiamo il rapporto qualità, prestazioni e prezzo.! Non hai bisogno di leggerti tutto l’articolo: il MacBook Air M2 è il MacBook da comprare nel 2024. Non costa una fortuna – ora su Amazon è pure in grande sconto (scopri qui l’offerta) – e hai un super computer.

Da utente Apple, che ci lavora a livello professionale ti dico che il 99% può soddisfare a pieno le proprie esigenze lavorative o di studio (e persino superarle) con l’Air. Costa relativamente poco (specie perché spesso in offerta) ed è una bestia su cui puoi fare tutto, compreso progettare, programmare ed editare video o foto, senza difficoltà.

Ma, se non mi credi e sei ancora indeciso su quale MacBook comprare, allora leggiti il paragone dettagliato qui sopra e accertati tu stesso che è così.

Indice contenuti:

MacBook Air vs Pro: le differenze principali

Se in passato uno dei portatili era indicato solo per chi aveva necessità di un computer super leggero e poteva rinunciare molto alle prestazioni, mentre l’altro era più per chi avesse esigenze di alte performance, oggi la differenza tra i due modelli di notebook in casa Apple è più sottile che mai.

Nonostante ci siano solo 2 modelli ufficiali (ma 3 ufficiosi), il Pro e l’Air, non è sempre facile scegliere e capire qual è migliore da prendere, perché ci sono tanti fattori da tenere in considerazione, ma:

Meglio Macbook Air o Pro?

MacBook a confronto

Al 99% delle persone consigliere di comprare il MacBook Air M1 o M2, in base all’offerta che trovano. Dopo aver usato il MacBook Air M1 per quasi un anno non rimpiango in niente il mio vecchio Pro con processori Intel: il salto di qualità e prestazioni è stato oltre ogni mia immaginazione e di potenza ne ho più che basta per tutte le applicazioni sia di uso quotidiano che di lavoro!

Il nuovo M2, però, ha un design rinnovato e oltre alle prestazioni migliorate, anche uno schermo eccezionale e design innovativo, con maggior connettività.

Insomma, se cerchi un portatile Apple, i Pro lasciali ai professionisti che ne hanno bisogno per app specifiche e che necessitano di prestazioni veramente alte. L’Air con M2 di potenza ne ha già troppa per una qualunque utenza domestica e va bene persino per lavorare, anche per chi ha esigenze di alte prestazioni, autonomia e portabilità.

I portatili Apple sono dei gioielli di tecnologia che combinano un design unico a tecnologia avanzata in grado di fornire prestazioni a dir poco eccezionali, facilità d’uso e soprattutto una sicurezza altissima che nessun pc Windows può offrirti.

Migliori MacBook del 2024: guida all’acquisto

Loghi Apple

Da quando il MacBook normale è stato rimosso dallo store di Apple, in commercio sono rimasti solo l’Air e il Pro. Il primo disponibile con chip M1 e M2, mentre il Pro è disponibile nelle versioni da 13” con chip M2 e da 14 o 16 pollici, con M1 Pro e Ultra.

Tra i modelli attualmente in vendita ci sono grandi differenze e la scelta non è poi così immediata, anzi, su alcuni modelli è proprio difficile capire se conviene o no prenderli.

Li ho provati e messi a confronto in modo da evidenziare pregi e difetti di ciascuno e capire se ce n’è uno che offra un rapporto qualità prezzo migliore. Senza perdere altro tempo, vediamo i risultati dei test e qualche consiglio che, spero, ti aiuterà a scegliere.

Ecco quale MacBook comprare nel 2024:

MacBook Air M2 – il MacBook da comprare nel 2024

MacBook Air M2

L’Air M2 è il primo ad avere questo nuovo restyling completo sotto ogni aspetto.

Nonostante l’aumento di prezzo a prima vista non sia giustificato, questo nuovo modello è veramente sorprendente sotto ogni aspetto e diventa il best buy quando si tratta del rapporto tra qualità, prestazioni e costo.

Partiamo dal display che è il Liquid Retina da 13,6”, uno dei migliori mai prodotti: davvero straordinario con luminosità fino a 500 nits e ampia gamma cromatica P3.

Il processore M2, anche se di vecchia generazione, ha pochissimo da invidiare ai nuovi M3 e le sue performance bastano e avanzano per il 99% delle persone. Tutti i programmi, da quelli per studiare, ai software CAD e persino quelli di video editing girano senza alcun problema o rallentamente.

Esteticamente sembra un MacBook Pro e da loro prende anche la MagSafe che ti permette di ricaricare il computer con un cavo che si stacca da solo nel caso venga tirato all’improvviso e ti lascia le altre USB-C libere. Si tratta di un fattore da non sottovalutare quando ne hai solo 2!

Da notare che ha fotocamera FaceTime che ora arriva a fare riprese video con risoluzione a 1080p, il Touch ID e una lunghissima autonomia fino a 15 ore.

Insomma, se ti chiedi quale MacBook comprare, l’Air M2 è, quasi sempre, la scelta giusta (a mio parere).

Offerta
Apple MacBook Air 13” con chip M2
Display Liquid Retina da 13” | Chip M2 con CPU 8-core e GPU 8-core | Archiviazione: 256GB | 8GB di memoria unificata | 2 porte USB Type-C | MagSafe 3 | TouchID

Perché sì

  • Economico
  • Design eccezionale
  • Performance elevate
  • Grandissima autonomia

Perché no

  • Solo due USB-C

MacBook Air 15” M3 – per chi vuole uno schermo grande

MacBook Air M3 15

Se hai bisogno di un portatile con schermo più ampio perché 13 pollici non ti bastano, allora il nuovissimo MacBook Air M3 con display da 15” è la scelta giusta. Infatti, ti ho già spiegato come l’Air, nonostante sia il più economico portatile della linea Apple, è anche quello che va più che bene per quasi tutti.

Per questo non c’è bisogno di spendere una fortuna sui modelli Pro anche per chi li usa per lavorare. Io programmo e faccio video editing su un Air M1 e non penso minimamente di cambiare per i prossimi anni, l’unica cosa che mi piacerebbe avere in più è lo schermo, mentre le prestazioni sono più che sufficienti.

Da qui, a chi ha bisogno di uno schermo largo consiglio il nuovissimo modello Air da 15 pollici.

Con il chip M3 hai un processore a 8 core, 10 core di gpu, un Neural engine a 16 Core e addirittura il Ray Tracing che ne aumenta le prestazioni persino sui videogiochi. 8 Giga di Ram non sono il massimo, come anche la memoria di soli 256 può non bastarti, ma sul lato performance hai comunque un portatile che è una bestia.

In più il MacBook Air, nonostante i 15 pollici di schermo, risulta estremamente compatto e ultraportatile con il suo peso di appena 1,51 kg. Decisamente una delle scelte migliori del 2024:

Offerta
Apple MacBook Air 15” con chip M3
Display Liquid Retina da 15,3” | Chip M3 con CPU 8-core e GPU 10-core | Archiviazione: 256GB | 8GB di memoria unificata | 2 porte USB Type-C | MagSafe 3 | TouchID

Perché sì

  • Display ampio e molto bello
  • Peso e dimensioni ridotte
  • Prestazioni elevate
  • Grandissima autonomia

Perché no

  • Solo due USB-C
  • Prezzo abbastanza alto

MacBook Pro M2 Pro – il migliore MacBook per qualità prezzo

MacBook Pro M2

Per chi ha esigenze professionali e prestazioni di altissimo livello per rendering, programmazioni e simili, non consiglio il nuovissimo processore, ma prima di provare con un MacBook Pro M2 Pro o Max.

Nonostante sia di una generazione passata e, nonostante abbia meno core e meno RAM, si è dimostrato quasi alla pari, poche volte sotto e addirittura superiore su alcuni aspetti, rispetto al nuovissimo M3 e, soprattutto. Il prezzo, però, è notevolmente inferiore al nuovo modello.

in pratica, le grandi differenze di potenza si vedono solo per chi prende la versione più pompata con la cpu e RAM al massimo, andando a spendere quasi 10000€. Per la maggior parte dei comuni mortali, invece, un MacBook Pro con M2 Pro è la scelta migliore.

Processore a parte, tutto il resto è quasi identico al nuovo modello con piccole mancanze come il Ray tracing, la decodifica AV1 e una luminosità massima di 500 nits contro i 600 del M3.

Stessa anche l’autonomia, fino a 18 ore.

Insomma, se hai bisogno di altissime performance, ti consiglio di considerare l’acquisto del MacBook Pro M2 Pro o Max, anche se la scelta è limitata. Prova a guardare sia su Amazon che su Mediaworld per vedere che configurazioni e prezzi ci sono.

Apple MacBook Pro 2023 M2 Pro
Display Liquid Retina XDR da 16,2” | Chip M2 Pro con CPU 12-core e GPU 19-core | Archiviazione: 512GB | 16GB RAM | MagSafe | TouchID | Autonomia fino a 18 ore

Perché sì

  • Chip veramente performante
  • 3 Porte USB-C, HDMI e slot per card
  • Prestazioni molto elevate
  • Rapporto prestazioni prezzo elevatissimo

Perché no

  • Difficile da trovare
  • Poche configurazioni disponibili

MacBook Pro 14” M3 Pro o Max – da comprare per uso professionale

MacBook Pro 14 M3 Pro Max

Se hai bisogno di tanta, tanta potenza e una configurazione personalizzata, l’unica scelta è quella dei nuovi modelli di MacBook Pro M3 Pro o Max.

Si tratta di portatili veramente riservati ai professionisti che necessitano di prestazioni top abbinata ad elevata portabilità, design leggero e usabilità elevata.

Rispetto ai modelli passati, i nuovi MacBook offrono un po’ più di RAM e prestazioni leggermente superiori, ma nella maggior parte dei casi, veramente di poco. La gran novità, tuttavia, è il Ray Tracing che permette prestazioni superiori quando si tratta di gaming che, anche se ancora in fase iniziale, permetterà di godersi e far andare molto di più i videogiochi sui portatili Apple che sono sempre stati il suo tallone d’achille.

Il punto forte dei MacBook Pro da 14” non sono solo le performance ma anche tutti gli aspetti del design, lunghissima autonomia e schermo.

Nonostante sia così leggero, le prestazioni sono elevatissime, e, la cosa più interessante è che non diminuiscono tanto quando lo usi a batteria anziché l’alimentazione con cavo.

In quanto a display, invece, montano i spettacolari Super Retina Display XDR che sono, forse, i migliori schermi mai visti su un portatile con colori bellissimi e luminosità di 1000 nit costanti (a tutto schermo) che ti permette di vedere chiaramente tutto anche all’aperto in condizioni di luce forte.

Insomma con un computer così puoi lavorare praticamente su tutto, ovunque. Ovviamente, questa comodità si paga e non poco.

Offerta
Apple MacBook Pro 14 con chip M3 Pro
Display Liquid Retina XDR da 14,2” | Chip M3 Pro con CPU 11-core e GPU 14-core | Archiviazione: 512GB | 16GB RAM | MagSafe | TouchID | Autonomia fino a 18 ore

Perché sì

  • Ampia connettività
  • Design sottile e leggero
  • Prestazioni molto elevate
  • Grandissima autonomia

Perché no

  • Prezzo esorbitante
  • Poca RAM e memoria di base

MacBook Pro 16” M3 – il portatile Apple con lo schermo più grande

MacBook Pro 16 pollici

Lo stesso discorso fatto sopra, vale per i MacBook Pro da 16” di cui consiglio l’acquisto solo a chi necessita di tantissima potenza e configurazioni personalizzate e deve lavorare su uno schermo grande.

A differenza del 14, il Pro da 16 pollici è disponibile (per fortuna) solo con processori M3 Pro e M3 Max che sono veramente delle bestie quando si tratta di prestazioni, ma anche prezzi. Tuttavia i professionisti sanno bene che, qualità e performance alte hanno anche costi elevati.

Rispetto ai modelli da 14”, le differenze sono veramente solo nello schermo, dimensioni e prezzo, quindi c’è poco da aggiungere su performance, configurazioni. Tuttavia, una cosa interessante da notare è che, grazie alle dimensioni maggiori, i MacBook Pro da 16” hanno anche batteria e, dunque, autonomia superiori che arriva addirittura a 22 ore con una sola carica.

Offerta
Apple MacBook Pro 16 con chip M3 Pro Grigio siderale
Display Liquid Retina XDR da 16.2” con ProMotion | Chip M3 Pro con CPU 12-core e GPU 18-core | Archiviazione: 512GB | 16 GB RAM | 3 porte USB Type-C, HDMI, Slot SDXC | Autonomia fino a 22 ore | TouchID

Perché sì

  • Il miglior schermo sul mercato
  • Design compatto
  • Prestazioni top
  • Grandissima autonomia

Perché no

  • Prezzo assurdamente elevato

MacBook Air 13” M3 – leggerissimo ma potente, ideale per quasi tutti

MacBook Air 13" M3

Non stancherò di ripetere che il MacBook Air è il portatile Apple da comprare. Il motivo per cui il nuovo modello M3 è in penultima posizione è perché, con il M2 in giro e, soprattutto, spesso in offerta, l’upgrade non vale la differenza di prezzo.

Certo il MacBook Air da 13” il nuovo Chip M3, ma le prestazioni sono quasi le stesse, con pochissimi miglioramenti che raramente uno può sentire nell’utilizzo quotidiano e nella maggior parte dei programmi di uso comune e lavorativo.

L’unica differenza importante per chi ci lavora o ha bisogno di fare spesso videochiamate e riunioni è la nuova modalità del microfono “Isolamento vocale” e “Ampio spettro” che ti aiuta a farti sentire meglio riducendo i rumori di sottofondo in automatico, oltre che offrire voci più nitide nelle chiamate audio e video.

Insomma, rispetto al modello precedente, cambia ben poco e addirittura nulla dal punto di vista estetico quindi te lo consiglio solo se non trovi una buona offerta sull’Air passato oppure se hai veramente bisogno delle feature del microfono.

Offerta
Apple MacBook Air 13,6 con chip M3
Display Liquid Retina da 13,6” | Chip M3 con CPU 8-core e GPU 10-core | Archiviazione: 256GB | 8GB di RAM | 2 porte USB Type-C | MagSafe 3 | TouchID

Perché sì

  • Ottime prestazioni
  • Ultra leggero
  • Prezzo abbordabile
  • Grandissima autonomia

Perché no

  • Solo 2 porte USB

MacBook Pro M3 – la grande presa in giro: sconsiglio l’acquisto

MacBook Pro 14 M3

Hanno tolto l’assurdo e sovrapprezzato MacBook Pro con Touchbar e hanno messo nel Pro con il nuovo design il chip M3 base aumentando così il prezzo di partenza.

Non mi fraintendere, le prestazioni sono decisamente elevate e si tratta di un portatile eccezionale, ma il costo non è assolutamente giustificato.

Basta paragonarlo all’Air e (per correttezza) alla versione da 512 GB. Con quasi 500€ euro in più di listino, non hai quasi nulla in più se non un display leggermente migliore, una connettività più ampia con 3 USB-C, anziché 2, il lettore micro SD e la porta HDMI.

Sul lato prestazioni, invece, cambia poco o nulla perché anche qui hai il chip M3 con CPU da 8 Core e GPU da 10, ma sempre 8 Giga che sono inguardabili su un portatile chiamato professionale.

Ah sì, hai anche 4 ore di autonomia in più, arrivando fino a 22, ma non si sente tantissimo.

A giustificare l’ultima posizioni, ci sono dei video in cui smontano e testano il MacBook Pro M3 base in cui dimostrano che anche a livello di costruzione e limitazioni hardware, parliamo di un prodotto di fascia più bassa e molto limitato rispetto ai modelli con chip Pro e Max.

Insomma, un entry level messo lì con la speranza di inculcare in testa il modello Pro e poi farti comprare un portatile più costoso.

Per te queste piccole differenze valgono così tanta differenza di prezzo? Sì, solo se hai un budget veramente ristretto e hai bisogno di connettere più schermi al portatile. Ma, se puoi, ti consiglio di optare per almeno il modello M3 Pro dove hai veramente un salto di qualità.

Offerta
Apple MacBook Pro 14 con chip M3
Display Liquid Retina XDR da 13,6” | Chip M3 con CPU 8-core e GPU 10-core | Archiviazione: 256GB | 8GB di RAM | 2 porte USB Type-C , slot SDXC card e HDMI | MagSafe 3 | TouchID

Perché sì

  • Ampia connettività
  • Bellissimo schermo
  • Design sottile
  • Lunga autonomia

Perché no

  • Processore M3 molto “castrato”
  • Prestazioni scarse per il prezzo
  • Limitazioni hardware che non lo rendono Pro
  • Costo troppo elevato
  • Parte da solo 8GB di RAM

Perché acquistare un portatile Apple

Per quanto si possa odiare o amare Apple, bisogna ammettere che avere un MacBook ha tantissimi vantaggi rispetto a un pc Windows e sempre meno svantaggi. È palese quanto MacOS sia più sicuro del sistema operativo di Microsoft e, oggi più che mai, la sicurezza informatica e tutela dei propri è importante.

Ma il primo vantaggi tra tutti è l’incredibile scelta di programmi essenziali per un uso quotidiano, per studio e persino per lavoro, che sui Mac sono completamente gratuiti, mentre su Windows si devono spesso pagare o quelli gratuiti non offrono abbastanza funzioni. Chi ha avuto modo di usare entrambi i prodotti, si sarà reso conto della grande differenza e comodità dei MacBook, sotto questo punto di vista.

A questo si vanno ad aggiungere anche tanti altri vantaggi come una miglior qualità costruttiva, autonomia, design, trasportabilità, schermo e altro ancora che continuano ad ingrandire il gap tra i vari notebook.

La scelta giusta per la scuola e università

Apple per studenti

Nonostante il prezzo iniziale sia più alto di un notebook microsoft o chromebook, specie se paragonato ad un modello economico, il MacBook arriva con tanti programmi di livello professionale completamente gratuiti.

Non solo: chi va all’università ed in particolare usa software CAD, sa bene quanto la potenza del MacBook e che programmi come AutoCad girano decisamente meglio. Potenza e autonomia sono sempre stati un punto forte di questi computer.

Se sei uno studente sappi che Apple offre un prezzo scontato per chi va a scuola o all’università nel suo store educational e in più  lancia ottime offerte con il programma Back to School. Se si ha la pazienza di aspettare il periodo giusto – di solito settembre – si può risparmiare anche oltre 100€.

La workstation perfetta per i professionisti

MacBook Workstation

Se l’Air ha da sempre strizzato l’occhio agli studenti, i modelli Pro sono sempre stati pensati per professionisti ed in particolare i creatori di contenuti multimediali, designer, programmatori e progettisti. Non a caso sono tra le workstation portatili più scelte da questa categoria di utenti e non solo.

Apple è sempre stata famosa per dare la possibilità ai propri utenti di sfogare la propria creatività e applicazioni come Photoshop per le foto e disegno oppure iMovie per i video sono sempre girati al meglio sui MacBook, perché ottimizzati per questi portatili.

Dall’altra parte Mac sono scelti anche programmi come Autocad che richiedono tantissime risorse da disegnatori tecnici e progettisti perché in grado di fornire tutte le prestazioni necessarie a realizzare progetti immensi, senza paura di continui errori e problemi tipici dei pc Windows, soprattutto nelle sue vecchie versioni.

A questi si aggiungono il pacchetto per l’ufficio che è completamente gratuito e non solo permette di creare facilmente fogli di lavoro e scrivere documenti o interi libri, ma rende la collaborazione in tempo reale su uno stesso documento più facile che mai.

Perché non comprare un PC Apple

Loghi Apple

Nonostante le tante parole buone sui MacBook, non sono sempre la scelta migliore, specie per chi lavora. Sebbene il sistema operativo sia sempre più diffuso, ci sono ancora tanti programmi che non sono compatibili con il MacOS e l’unico modo per usarli è avere un PC Windows.

In più sono ancora tante le aziende che usano i programmi Microsoft, anche per il semplice pacchetto office: la compatibilità con Apple, nonostante sia migliorata negli anni, non è sempre buona.

Se stai pensando di comprare un Mac e installarci Windows sopra te lo sconsiglio perché è una soluzione che si rivela costosa, se si fa tutto legalmente e non con programmi craccati.

Un Mac per giocare? Non scherziamo

Giocare su Mac

Spendi oltre 1000€ per un portatile e non ci puoi far nemmeno girare dei giochi come si deve!

Se stai pensando di comprarti un MacBook e ti chiedi quale sia il migliore per giocare, la risposta è semplice: nessuno!

I portatili della mela sono famosi per non avere tanti giochi e, nonostante la scelta sia abbastanza cresciuta negli ultimi anni, resta comunque limitatissima. Tra i più famosi ci sono Fortnite e World of Warcraft, come anche numerosi giochi di Steam – tra cui anche Dota 2 -, ma i titoli tanto amati come GTA 5, CyberPunk e tanti altri non sono disponibili su Mac.

È sicuramente un grande peccato perché per quello che lo si paga, non poter giocare è un grosso limite per molti utenti.

La migliore alternativa al Mac

Se in passato trovare un notebook così potete e così portatile era praticamente impossibile oggi la concorrenza ha alzato di molto il livello e delle valide alternative al MacBook ci sono.

Ci sono sia modelli economici che non sono affatto male, che pc professionali con caratteristiche in grado di sorprendere anche i più scettici.

Quello che, in particolare, trovo il più appetitoso e serio rivale è il ThinkPad Carbon X1 che è a dir poco spettacolare. Il marchio è veramente famoso e la qualità di questi notebook è paragonabile a quella di Apple. La serie Carbon, in particolare, ha un fantastico mix di potenza e leggerezza che è persino superiore a quelli dei Mac.

Comprare un MacBook ricondizionato conviene?

acquistare macbook ricondizionato conviene?

Abbiamo visto tanti motivi che giustificano la scelta di un notebook di Apple. Dalla migliore protezione contro i virus ai tanti programmi gratuiti ottimi per scuola e lavoro, dalle alte prestazioni elevate alle ridotte dimensioni e super compattezza. C’è però una grande nota dolente a tutto questo ed è il prezzo.

Il MacBook più economico in assoluto che si può comprare è l’Air che parte da 1159€ e, anche se lo si trova con qualche sconto, specie se lo si acquista da studenti, resta comunque un prezzo decisamente troppo alto per tanti.

Un’ottima variante per risparmiare sul MacBook è quella di acquistarlo ricondizionato. Si tratta di un prodotto usato, ma rimesso a nuovo dagli esperti e venduto con un prezzo nettamente inferiore a quello di listino. Oggi ci sono molte aziende che sono specializzate nella “rigenerazione dei Mac” tra cui Amazon Renew oppure Refurbed.

È vero che si tratta di modelli degli anni passati, ma questi computer sono fatti per durare una vita e se non si hanno particolari esigenze di performance da top di gamma, un portatile rigenerato è una scelta decisamente ottima. Tra l’altro arriva pure con almeno un anno di garanzia!

Quale MacBook scegliere e come

Quale MacBook scegliere

Abbiamo messo i vari modelli a confronto e spiegato pregi e difetti di ciascuno, ma cosa bisogna guardare per fare una scelta giusta? Quale MacBook scegliere e non pentirsi dell’acquisto?

Come in ogni PC ci sono degli aspetti tecnici a cui far particolarmente attenzione e, ovviamente, anche il prezzo gioca un ruolo molto importante. Insomma, quando devi comprare il MacBook e non sai quale prendere, ci sono alcuni parametri da mettere a confronto prima di procedere all’acquisto.

Inutile stare a guardare la portabilità perché tra Air e Pro, almeno nella versione da 13 pollici la differenza nelle dimensioni e peso sono ininfluenti, cambia qualcosa solo quando si prende il MacBook più grande con il display da 16 pollici.

Tanti altri aspetti, però, contano moltissimo. Quello che ti consiglio è di fare particolare attenzione a questi 3 punti chiave se vuoi fare una decisione giusta:

Performance: performance dei chip serie M

Chip M3 di Apple

Quando si parla di potenza e prestazioni, di solito ci si riferisce al processore, scheda video e alla memoria RAM. La si può amare, o odiare, ma non si può negare che Apple con i suoi chip M ha fatto qualcosa di unico.

Le prestazioni dei suoi portatili hanno raggiunto livelli veramente incredibili, già nella fascia più economica, ovvero per l’Air, si raggiungono performance in grado di accontentare quasi tutti, in ogni campo.

Questo vuol dire che anche il MacBook entry level va benissimo per la maggior parte degli utenti, anzi va anche troppo, come ti ho già detto diverse volte. Se hai bisogno di fare qualche video e modificare qualche foto a livello amatoriale, studiare, lavorare su documenti e persino su programmi di grafica, di potenza ne hai già abbastanza.

Più velocità ti serve quando devi fare rendering o editing complessi che richiedono anche una GPU potente oltre ad un ottimo processore. In questi casi, il MacBook Pro è quello da comprare, possibilmente con il chip M3 Pro, idealmente con il M3 Max e minimo 16GB di memoria RAM (ma non quello base da 13” con M3).

In questi modelli, infatti, oltre alla velocità maggiore del processore e più core, hai una scheda video che fa semplicemente paura perché arriva a ben 32-core affiancata anche da tanta RAM.

Porte e connettività

Porte MacBook Pro 14"

Da anni il più grande problema dei MacBook è sempre stata l’interfaccia e connessione con altri dispositivi. Chi acquistava questo notebook sapeva già di doversi comprare anche una decina di adattatori da avere sempre con se, nel caso volesse collegarvi un qualunque hardware esterno.

Finalmente, dopo tanti anni, Apple si è resa conto che avere solo USB-C è scomodissimo. Ovviamente non lo hanno presentato come un loro errore nel cercare di imporre il proprio standard e ritorno al passato, ma come una grandissima aggiunta di nuovi connettori tra cui l’HDMI e la SDXC per leggere direttamente sul pc le schede di memoria.

Purtroppo gli unici modelli con così tante nuove porte sono gli ultimi MacBook Pro e gli altri modelli hanno solo 2 o 3 USB-C, ma se ti stai chiedendo quale comprare e sai già di aver bisogno di porte di questo tipo, ti consiglio di valutare l’acquisto dei modelli nuovi che, anche se più cari, ti evitano di spendere anche centinaia di euro in adattatori.

Display

Scegliere il display del MacBook

Lo schermo è importante per un portatile. I portatili Apple si sono sempre contraddistinti dalla massa per dei display a dir poco eccellenti e quelli dei MacBook non fanno eccezione, anzi, superano di gran lunga quelli di ogni altro portatile, o quasi. Già i modelli Air e Pro più vecchi hanno il Retina Display che è spettacolare.

I nuovi MacBook Pro, tuttavia, hanno il Liquid Retina XDR che porta l’esperienza visiva ad un nuovo livello e se si cerca quale comprare in base allo schermo, questi sono la scelta giusta.

Per quanto riguarda le dimensioni poi, ci sono 3 scelte: quello da 13” per l’Air e Pro passati e quelli da 14 e 16” per i nuovi Pro. Se messi a confronto, i nuovi modelli hanno schermi più grandi ma, grazie a bordi più sottili, le dimensioni non sono cresciute rispetto al passato. Insomma, l’upgrade vale veramente la pena dal punto di vista dello schermo.

MacBook: quale conviene comprare nel 2024?

Partiamo col dire che ciascuno dei portatili della gamma Apple è veramente unico nel suo genere e vale ogni centesimo speso. Belli da vedere e potenti da usare sono una scelta sempre più comune tra chi cerca un prodotto affidabile, sicuro e versatile.

Tuttavia, quale è meglio comprare? Meglio scegliere il MacBook Air o Pro?

Il MacBook Air con Chip M2 è il modello con il miglior rapporto qualità prezzo, e quello più conveniente da prendere. Da possessore di questo incredibile ultra portatile non posso che elogiarlo. La sua potenza è più che sufficiente per programmi professionali, figuriamo ci per un uso domestico o per la scuola, l’autonomia, invece, assurda.

Se, però, hai bisogno di potenza perché il computer lo usi per lavorare su grafica e software pesanti, allora valuta se ti può andare bene il MacBook Pro con i processori M2 Pro o i nuovissimi MacBook Pro con chip M3 che hanno performance incredibili e solo se hai proprio bisogno del massimo di potenza.

In breve

Te l’ho detto all’inizio e spero che l’articolo ti abbia convinto che il miglior MacBook da comprare nel 2024 è (quasi sempre) il MacBook Air M2. Tu cosa ne pensi?

Il MacBook è davvero un computer spettacolare che è in grado di soddisfare anche le esigenze sia di studenti e universitari che professionisti. Grazie alle sue caratteristiche e qualità alte Apple si sta conquistando una fetta di mercato sempre più grande.

Se poi hai un iPad o iPhone vedrai il grande vantaggio dell’ecosistema Apple e di come puoi lavorare senza interruzioni passando dal telefono al tablet o al computer con enorme facilità. I dispositivi della mela, infatti, comunicano tra di loro in modo impeccabile e ti facilitano la vita in tanti aspetti.

Fonti:

Didattica a distanza: cosa serve per studiare comodamente

0

La pandemia ha letteralmente stravolto le abitudini di milioni di persone: tantissime attività, dallo studio al lavoro e persino diversi hobby sono passati dal mondo fisico e in presenza a quello virtuale, accelerando così la transizione verso un mondo più smart. Un esempio è quello della didattica a distanza che è entrata a far parte della quotidianità di molte persone.

Prima della pandemia, infatti, tantissime attività, corsi e lezioni venivano svolte solo ed esclusivamente di persona. Tuttavia, la limitazione dei contatti ha costretto le persone a ingegnarsi e trovare un nuovo modo di insegnare, usando strumenti come smartphone, tablet e computer.

Nonostante le restrizioni siano ormai passate, molte lezioni, corsi di formazione e webinar  vengono ancora tenuti online perché non solo perché internet è un canale molto più comodo ma permette a chiunque di accedere all’istruzione ovunque si trovi, senza doversi spostare.

Una buona connessione internet

Studiare al computer

Ovviamente, per poter studiare online senza problemi è necessario disporre di una buona connessione a internet: deve essere stabile,  in grado di assicurare prestazioni ottimali e una certa velocità sia in download che in upload, anche se ci sono altri utenti connessi nello stesso momento.

La velocità di download ha un ruolo fondamentale per corsi registrati e webinar: è impossibile, infatti, studiare in modo agevole se ci sono rallentamenti dei video oppure si ha difficoltà a scaricare il materiale necessario. Quella di upload, invece, è importante per lezioni in cui si partecipa in videochiamata oppure si ha la possibilità di intervenire con commenti e video.

Per questo, una delle tecnologie preferite in questa occasione è la fibra ottica, che garantisce una connessione stabile e veloce. 

Per garantire una buona linea internet senza spendere troppo, ci si può affidare a dei portali di comparazione online. Ad esempio potrebbe essere utile valutare le migliori offerte internet casa su ComparaSemplice.it per trovare la soluzione che meglio si adatti alle proprie esigenze e budget.

Computer o tablet, o smartphone: quale usare?

Viviamo in un’era digitale in cui la tecnologia è diventata essenziale, anche nell’ambito dell’istruzione e dello studio. La disponibilità di dispositivi come computer, tablet e smartphone, danno allo studente strumenti per velocizzare e migliorare l’apprendimento.

Per mezzo dell’accesso alla rete internet, da parte di questi dispositivi, vengono “ottimizzati” tutti quegli aspetti riguardanti lo studio, e si garantisce l’accesso ad una varietà di risorse educative come le piattaforme di e-learning, siti web educativi e biblioteche digitali.

Ogni tipologia di dispositivo offre vantaggi e svantaggi specifici. Scegliere il dispositivo adatto fa la differenza, ma la scelta è strettamente personale e legata alle proprie necessità, perché influenza l’efficacia dello studio e il giusto apprendimento delle materie. Esaminiamo in dettaglio le caratteristiche specifiche di computer, tablet e smartphone come strumenti per l’apprendimento e lo studio. Vediamo pregi e difetti di ciascun dispositivo:

Computer

Studio all'aperto

Il computer, desktop o laptop, è lo strumento più completo, perché permette di svolgere ogni genere di compito, anche quelli pesanti grazie alla sua elevata capacità di elaborazione di calcoli molto complessi, dal semplice navigare su internet all’elaborazione di testi, creazione di presentazioni, modellazione 3D e molto altro ancora.

Consente l’utilizzo contemporaneo di diverse applicazioni, conosciuto come multitasking, ed ha una elevata capacità di storage o memorizzazione di dati e file vari. Il computer supporta una vasta gamma di applicazioni educative e creative come i migliori corsi di inglese certificati online, e offre la possibilità di lavorare utilizzando più schermi, schermi molto grandi, tastiere e dispositivi di input di ogni genere come mouse o trackpad.

Il computer facilita l’esecuzione di quei lavori che richiedono un’elevata precisione e comfort quando questi lavori si protraggono per lunghi periodi di tempo. Utilizzare un laptop o un desktop dipende strettamente dalla necessità di portabilità, a scapito del comfort. Ma vediamo quali altri pregi e difetti ha un computer rispetto agli altri tipi di dispositivo:

Pregi:

  • Potenza: i computer offrono le migliori prestazioni se si utilizzano applicazioni di elaborazione e modellazione specifiche: software di modellazione, programmazione, elaborazione video;
  • Versatilità: tutti i computer possono svolgere qualsiasi tipo di compito, e possono essere adattati alle nostre esigenze principali;
  • Prezzo: la potenza di un computer va pari passo alle sue specifiche e di conseguenza al suo prezzo, questo è un pregio e un difetto, permette di risparmiare molto se le operazioni da svolgere non richiedono elevata potenza;
  • Schermo: con il computer può essere utilizzato qualsiasi tipo di display, un monitor o una TV, e si possono utilizzare anche più display contemporaneamente, permettendo di partecipare ad una lezione, leggere il materiale didattico mentre il relatore spiega, e di prendere appunti suddividendo le sessioni su finestre diverse;
  • Dispositivi di input: Una tastiera fisica completa e un mouse o trackpad offrono un controllo più preciso per digitare e navigare.

Difetti:

  • Portabilità: prendendo ad esempio i laptop, questi sono dei dispositivi portatili, ma generalmente risultano più pesanti e ingombranti rispetto al portarsi dietro un tablet e smartphone
  • Prezzo: il prezzo risulta essere anche un difetto. Per compiti più complessi viene richiesta una capacità di elaborazione elevata, e quindi specifiche elevate per svolgere quei compiti e lavori. Il prezzo finale  del computer sarà più o meno elevato in base alle specifiche richieste.

Tablet

Il tablet è un dispositivo portatile di medie dimensioni, la sua portabilità supera di gran lunga quella di un laptop ed è più potente di uno smartphone. La caratteristica principale che lo contraddistingue è la possibilità di essere utilizzato senza nessuna periferica di input o puntamento, esterna al dispositivo stesso.

Lo schermo di un tablet ha un display touch screen, come quello di uno smartphone, ed è in grado di rilevare e rispondere al tocco delle dita (tap e gesture) o di una penna stylus. Il tablet combina le funzionalità di uno smartphone alle comodità di un display di più grandi dimensioni, rendendolo un ibrido tra laptop e smartphone quasi perfetto.

Si adatta alla lettura di testi, permette la navigazione web, la visione di video e l’utilizzo di tutte le applicazioni educative. I compiti delle applicazioni che richiedono precisione, come la modellazione e il design, possono essere facilitati dall’utilizzo di penne stylus o “stilus”, ideali per prendere appunti a mano o disegnare come se si stesse utilizzando carta e penna.

I tablet perfetti per studenti sono dei un potenti mezzi tecnologici, flessibili, compatti e leggeri, studiati appositamente per l’apprendimento. Con uno swipe si può passare agilmente dalla lettura del libro di testo della materia, alla lezione in presenza della materia stessa interagendo con il relatore. Vediamo i pregi e difetti del tablet:

Pregi:

  • Portabilità e schermo: i tablet offrono un buon compromesso tra la portabilità degli smartphone uno schermo più grande tipico di un laptop;
  • Touch screen: l’interfaccia del tablet è studiata per l’input touch, rendendo facile e intuitiva la navigazione e dando un’immediata e diretta interazione con i materiali didattici;
  • Progettato per l’apprendimento: il tablet supporta anche l’uso di una penna stylus, utile per prendere appunti o disegnare a mano libera, arricchendo l’esperienza di apprendimento e migliorando la qualità dello studio.

Difetti:

  • Prestazioni limitate: i tablet sono molto potenti, ma non ancora potenti come i computer desktop o laptop, e per alcune applicazioni specifiche tecniche la potenza del tablet potrebbe non bastare;
  • Costo: un tablet di alta qualità che abbia anche buone prestazioni, che venga fornito con la penna stylus, ha un costo abbastanza elevato.

Smartphone

Lo smartphone è un dispositivo mobile dall’elevata portabilità, e su questo è imbattibile. Al suo interno sono integrate e combinate le funzioni di un telefono ed anche quelle di un computer per quanto riguarda la possibilità di navigare su internet e di utilizzare applicazioni per la produttività e strumenti di comunicazione come la messaggistica istantanea, l’email e i social media.

La caratteristica principale è la connettività mobile, infatti utilizzando una SIM card con dati mobili, lo smartphone permette di restare connesso 24 ore su 24 tutto l’anno, e quindi anche di avere l’accesso costante ai materiali didattici da qualsiasi luogo.

Nell’ambito dello studio, lo smartphone è da considerarsi uno strumento complementare, da utilizzare “con”, e non “in sostituzione di”, un altro dispositivo come tablet o computer. Lo smartphone è perfetto per compiti come la revisione degli appunti, la lettura di articoli, e per la partecipazione a lezioni e forum o gruppi di discussione.

Mentre si è in movimento, e ci si sta spostando con un mezzo da un luogo ad un altro, si possono ascoltare le lezioni in formato audio. Le dimensioni ridotte dello schermo possono essere un limite all’uso prolungato, quando ad esempio si devono svolgere sessioni di studio prolungate, ma la sua elevata portabilità lo rende indispensabile e questo ne determina la possibilità di una immediata interazione, quando si devono prendere azioni immediate. Vediamo quali pregi e difetti ha uno smartphone:

Pregi:

  • Estrema portabilità: lo smartphone è a portata di tasca, non comporta nessun ingombro e lo si mette ovunque. Permette l’apprendimento in movimento;
  • Connettività: grazie all’utilizzo di una SIM card con connessione dati mobile, lo studente ha l’accesso ai materiali di studio H24, anche senza essere connesso ad una rete Wi-Fi;
  • App multipiattaforma: la didattica ha spostato molti dei suoi servizi di apprendimento online, e offre app dedicate all’interazione tramite smartphone, per venire incontro a tutte le necessità degli studenti.

Difetti:

  • Schermo piccolo: il limite di uno smartphone è la dimensione dello schermo che può rendere, in alcune situazioni, difficile leggere testi lunghi o effettuare sessioni di studio prolungate;
  • Input e digitazione: la digitazione su uno schermo touch così piccolo, può essere faticosa ed è indubbiamente meno precisa. Alcuni modelli di smartphone forniscono una penna stylus e hanno schermi di maggiori dimensioni, ma il loro costo è di conseguenza elevato.

La scelta del dispositivo più adatto dipende dalle tue esigenze. Se preferisci un’elevata portabilità ed un accesso continuo, anche in movimento, al materiale didattico e alle lezioni, uno smartphone o un tablet potrebbero essere i dispositivi ideali.

Se i tuoi lavori richiedono più potenza e precisione, e non possono prescindere dall’utilizzo di schermi di grandi dimensioni o da dispositivi di input specifici, il computer desktop o laptop è probabilmente la scelta migliore.

La maggior parte degli studenti trova utile avere più dispositivi a loro disposizione, per adattarsi alle diverse situazioni di apprendimento.

Creare una postazione ergonomica

Postazione studio ergonomica

Avere una postazione dedicata allo studio è la cosa migliore, anche se non sempre possibile: fondamentali sono una buona scrivania e una sedia confortevole. Tuttavia, trascorrere molto tempo alla scrivania per studiare può causare problemi come mal di schiena, pertanto è fondamentale creare una postazione ergonomica. 

Infatti, non sottovalutare la scelta di una sedia adatta a sostenere la schiena, ancor meglio se con schienale e altezza regolabile, per raggiungere comodamente la scrivania.

Ma la seduta non è l’unica cosa che conta. Se stai studiando al computer, devi distanziare il monitor dagli occhi di almeno 50 cm, e posizionarlo in maniera tale da poterlo utilizzare senza abbassare o sollevare lo sguardo – cosa che spesso è difficile quando si usa un portatile.

Anche la scelta delle periferiche e degli accessori è importante: ti consiglio di optare per un mouse ergonomico (per evitare eventuali problemi di polso), una tastiera con poggiapolsi e, per chi passa tanto davanti al monitor, anche degli occhiali con il filtro blu, utili per proteggere i propri occhi dalla luminosità del pc. 

La scrivania in sé, poi, è consigliabile sceglierne una ampia e comoda in modo da poter avere sempre a propria disposizione tutto ciò che è necessario per seguire le lezioni.

Creare uno spazio adeguato e ben illuminato

Studiando sul PC o tablet, per fortuna, non sempre serve tantissimo spazio ma c’è una cosa a cui ti consiglio di far particolare attenzione. Parlo dell’illuminazione.

Un consiglio importante per studiare a casa è avere uno spazio ben illuminato, così da incentivare la produttività e riuscire a trasmettere un video definito e ben visibile quando si partecipa ad una videochiamata.

Oltre che rendere la registrazione difficile,  un ambiente buio potrebbe farti sentire più velocemente la stanchezza, l’affaticamento degli occhi e facilitare la perdita di concentrazione. 

La cosa migliore sarebbe poter posizionare la scrivania vicino alla finestra per avere luce naturale ma, se non ti è possibile, ti consiglio di optare per delle lampade da scrivania e/o da terra, così da raggiungere un livello di illuminazione ottimale. 

In breve

La didattica a distanza è stata una delle più grandi innovazioni nel mondo dell’istruzione che ha portato veramente a tutti la possibilità di accedere ad una formazione migliore, senza dover fare immensi sacrifici. Per questo tantissimi giovani ormai decidono di iscriversi a un’università digitale e seguire corsi di laurea da casa, senza doversi spostare in città lontane.

Come abbiamo visto, tutto quello che serve, è una buona connessione ed un computer con, preferibilmente, una postazione studio dedicata. Se stai valutando anche tu questa soluzione, spero l’articolo ti sia stato utile. In caso di dubbi o domande, lasciale nei commenti.