HomeMobileCome collegare telefono a TV in WiFi e via cavo

Come collegare telefono a TV in WiFi e via cavo

Lo smartphone ormai è diventato uno strumento di intrattenimento veramente unico su cui è comodissimo guardare foto, video e perfino film in streaming. L’unico suo problema è lo schermo troppo piccolo, che non permette di gustarsi a pieno i contenuti multimediali.

Specie quando vuoi guardare qualcosa con amici o in famiglia, non sarebbe meglio farlo sul televisore? Bene, oggi ti mostro proprio come collegare telefono a TV sia in WiFi che via cavo e duplicare lo schermo!

Se pensi che ci vada un tecnico esperto, ti stai sbagliando e l’operazione è, spesso, davvero facile. Ovviamente la procedura varia molto in base al modello di cellulare (ci sono metodi diversi per Android o iPhone) e dalla tua TV (se è Smart oppure normale). Tuttavia, non c’è nulla di difficile e di solito, richiede pochi e semplici passaggi che, qui sotto, ti illustrerò nei dettagli. Dunque, iniziamo.

Indice contenuti:

Collegare telefono a TV WiFi

Connettere Smartphone a TV WiFi

Partiamo col vedere quello che è il metodo più comodo, ovvero quello senza cavi o connettori di vario tipo. Si tratta dell’opzione ideale in tantissimi casi: quando per esempio sei a casa di un amico o, semplicemente, vuoi duplicare lo schermo del tuo telefono sul televisore standotene comodamente sdraiato sul divano.

Inoltre, quando non hai fili, non hai problemi di lunghezza dei cavi e puoi allontanarti anche diversi metri dal televisore, trasmettendo il segnale senza problemi, persino da un’altra stanza.

Ci sono diversi modi per farlo e ti serve, per forza, una smartTV o almeno un dispositivo aggiuntivo, in grado di ricevere il segnale. Infatti, anche se la connessione in wireless è la più comoda da usare, non è sempre facilissimo e dipende, come già detto, dalle funzionalità e brand di smartphone e TV. Ma tranquillo, vedremo tutti (o quasi) i casi.

Ecco come collegare lo smartphone al TV WiFi:

Apple AirPlay – connettere iPhone a smart TV compatibili e AppleTV

AirPlay da iPhone a TV

Se hai più prodotti Apple, sicuramente sai quanto sia ricco di comodità l’ecosistema Apple!

Tra le funzionalità più interessanti, da sempre c’è AirPlay che ti consente di condividere lo schermo di iPhone, iPad, iPod e Mac su un qualunque altro dispositivo con giusto un paio di tocchi e senza bisogno di alcun tipo di cavi.

Quando si tratta, però, di duplicare lo schermo dell’iPhone sulla TV, non sempre si può usare. Se hai un AppleTV, è un gioco da ragazzi, in quanto ti basta selezionare AirPlay sul tuo iPhone e scegliere l’AppleTV tra i dispositivi disponibili.

Se però non ce l’hai? Beh dipende molto dal televisore. Oggi, ci sono tantissimi modelli di televisori smart di Samsung, LG, Philips, Sony e altri marchi che sono AirPlay enabled, ovvero su cui si può usare senza problemi la funzionalità.

Tuttavia per le TV più vecchie, dovrai dotarti di un dispositivo aggiuntivo come, appunto, l’AppleTV. Nel caso tu non lo conosca, si tratta di un dispositivo di streaming multimediale evoluto che ha rivoluzionato il modo di guardare la televisione.

Non solo ti permette trasmettere sul televisore tutti i contenuti che visualizzi su iPhone e Mac, ma integra una vasta gamma di applicazioni e giochi che lo rende ideale sia per guardare i principali servizi di streaming, che per giocare e divertirsi in famiglia. Inoltre, può usare anche Siri che sblocca una marea di nuove possibilità non solo nell’intrattenimento, ma anche per la smart home e comandi vocali.

Nel caso in cui l’AppleTV ti sembra troppo cara, tranquillo: ci sono anche altri dispositivi simili che possono fare per te, tra cui il Fire TV Stick di Amazon.

Tap View – per collegare telefono a TV Samsung

Samsung Tap View smartphone TV

Un po’ come Apple, anche Samsung sta cercando (e riuscendo) a creare un ecosistema in cui, quando hai più prodotti del loro marchio, puoi godere di tante funzionalità e comodità esclusive, senza doverti cercare applicazioni o mezzi di terze parti per farle. Tra queste c’è la Tap View che è l’alternativa ad AirPlay.

Tap View, infatti, rende la condivisione di contenuti tra dispositivi Samsung semplice e immediata. Come funziona?

La funzionalità si basa sulla tecnologia NFC e ti basta avvicinare il tuo telefono al televisore per permettergli di comunicare tra loro. La trasmissione dei dati, poi, avviene tramite il Bluetooth o WiFi.

Per poterlo però usare, devi prima attivare la funzione dalle impostazioni (in molti casi è già attiva) e ti basta solo avvicinare il telefono alla cornice del televisore (la posizione dipende dal modello) per poterli accoppiare.

Quando sarai passato sopra il punto giusto, sullo smartphone vedrai una notifica che ti chiede se vuoi condividere lo schermo con la TV. Premi sul tasto per confermare e in pochi secondi vedrai lo schermo del telefono duplicato sul televisore.

Proprio come AirPlay, Tap View è comodissima e, anche se il funzionamento è leggermente diverso, il risultato è identico: ti permette di collegare lo smartphone alla tv senza cavi e senza dover eseguire complesse configurazioni wireless.

Inoltre, puoi usare Tap View anche per giocare, navigare sul web e usare app sullo schermo del televisore che è ben più grande e comodo da guardare.

Se ti chiedi quale Samsung comprare nel 2024 per avere questa funzionalità, sappi che tutti i nuovi modelli ce l’hanno!

Dongle Wireless – un dispositivo che rende Smart qualsiasi TV

Dongle wireless per smart tv

Se non hai una SmartTV che sia certificata Miracast, non puoi usare questa funzione, se non è nemmeno smart, non ci sarà nessuna feature che potrà aiutarti a farlo. Ma, in questi casi, il cavo non è l’unica alternativa: puoi rendere la tua televisione intelligente, grazie a dispositivi come ChromeCast di Google oppure FireStick di Amazon.

Oltre alla possibilità di guardare video su youtube, navigare sul web e godere di tantissimi vantaggi su qualunque TV, puoi usare questo piccolissimo accessorio come “ponte” per trasmettere le immagini dal tuo smartphone al tuo televisore non smart.

Personalmente ho provato Chromecast e devo dire che funziona davvero bene ma, soprattutto, non hai problemi con nessun device e sistema operativo. Che tu usi un PC, un tablet o smartphone Android, iPhone, iPod o iPad, la connessione è facile, veloce ed estremamente affidabile.

L’unica cosa di cui ti devi accertare è che la TV abbia la porta dedicata per accettare il segnale da ChromeCast o il dongle che scegli. Da notare che, a differenza di Miracast, la connessione non è diretta e tutti i dispositivi si devono appoggiare ad una rete wi-fi di casa, quindi assicurati che entrambi i dispositivi siano connessi ad essa.

A questo punto è tutto molto semplice. Se hai un telefono Android connettersi è praticamente immediato: ti basta fare tap sull’icona per la condivisione rappresentata dallo schermo con le ondine sopra che rappresentano il wi-fi.

Se hai Apple, invece, devi scaricare l’App Google Home per collegare telefono al ChromeCast ed un’applicazione aggiuntiva tipo AllCast o VLC che inviino il filmato. In alternativa c’è anche il Fire Stick di Amazon che funziona anche benissimo e altri dongle di marche sconosciute, meno costosi, ma non così tanto affidabili.

Miracast: App Android per condividere lo schermo

Miracast connessione schermo

Il modo più veloce, se hai una SmartTV è utilizzare con un’applicazione: ce ne sono varie disponibili per Android. Queste applicazioni si basano su MiraCast, una funzione, uno standard utilizzato per connettere in wireless TV (o monitor esterni) con telefono e tablet, promosso dalla Wi-Fi Alliance.

Ci sono tante applicazioni gratuite, come questa, che ti permettono di duplicare lo schermo, il cosiddetto “screen mirroring” ma, ahimé, funzionano solo su Android e non sempre bene. Se hai un iPhone e altri dispositivi della Mela, nell’App store troverai diverse applicazioni che includono nel nome MiraCast ma, sfortunatamente, non funzionano praticamente mai!

Usando Miracast la connessione avviene in Wi-Fi Direct, tecnologia che trovi su tutti i migliori tablet Android e smartphone. Questo significa che non c’è bisogno di avere una connessione wireless di casa o altri punti di accesso, ma i due dispositivi comunicano direttamente tra di loro.

Si tratta di uno dei modi migliori in assoluto, che ha più vantaggi: dall’assenza di cavi, all’ottima qualità e velocità di trasmissione che ti permette non solo di visualizzare le immagini sulla TV in pochi istanti, ma di trasmettere anche film in altissima definizione, compresa la nuova UHD 4K!

Un metodo certamente comodo, ma con tante limitazioni: non tutti i televisori, smartphone o tablet sono certificati e supportano Miracast, il che vuol dire che non sempre funzionerà (con iPhone non funziona quasi mai).

Collegare smartphone a TV con cavo

Usare fili è spesso molto più scomodo di una connessione wireless, ma ha i suoi vantaggi e, in certi casi, è una scelta decisamente più efficace rispetto al wi-fi. Purtroppo, quasi sempre, per farlo ti serve, oltre al cavo, anche un adattatore, il che ne aumenta il costo

Se hai uno smartphone più recente, un tablet o iPad che utilizzano l’USB Type-C, la soluzione ideale è un adattatore verso da Usb Type-C a HDMI. Ce ne sono di tanti modelli e la trasmissione del segnale tramite HDMI è decisamente ottima.

Ovviamente, Apple ha gli adattatori proprietari e ti consiglio di usare quelli, specie se il tuo iPhone è il modello 14 o precedente, anche se sono più cari, come il connettore Lightning – HDMI. Ci sono, infatti, dispositivi di terze parti che, però, non sempre funzionano o magari con alcune app proprio non vanno. Quasi tutti i cavi non originali non permettono, infatti, la trasmissione video da alcune App come Netflix.

In pratica, è possibile connettere il telefono alla tv tramite cavo e adattatore, o magari con uscite diverse, ma ti consiglio di optare per il collegamento wireless che è più comodo. Se hai uno smartphone con USB-C, puoi provare questo cavo:

Offerta
WARRKY Cavo da USB C a HDMI 4K
Cavo adattatore Adattatore da USB C a HDMI con spine placcate in oro. Compatibile con Thunderbolt 3/4, MacBook Pro/Air, Pro/Air, Microsoft Surface Pro/Go, Samsung Galaxy S23

In conclusione

Usiamo sempre di più lo smartphone per guardare film, video musicali, Youtube e simili. Quando giochi sui telefoni da gaming, invece, puoi far vedere a tutti i tuoi amici quello che fai, senza avere la calca sopra  di te. Insomma. poter duplicare il display sul televisore ti trasforma il telefono in una console multimediale spettacolare.

Da soli, infatti, non sono l’ideale per guardare godersi al massimo gli effetti speciali o anche solo quando si è più di una persona, ma se connessi alla TV il tutto cambia.

Per non parlare del fatto che, ormai, alcuni dei modelli di smartphone top di gamma, sono talmente potenti da poter essere utilizzati come un computer, quando collegati ad un monitor esterno, con tastiera e mouse.

Oggi ti ho mostrato diversi modi per collegare il telefono a TV wifi, e anche con cavo. Scegli quello che fa al caso tuo e, se hai problemi, non esitare a chiedere consiglio nei commenti.

Tiko
Tiko
Ciao, mi chiamo Tihomir e sono un appassionato di tecnologia e informatica!

Potrebbe interessarti:

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Seguici sui Social

127FansMi piace
26FollowerSegui
373IscrittiIscriviti
- Spazio pubblicitario -

Ultimi articoli