Siti dove comprare MacBook ricondizionati: usati, ma garantiti

macbook ricondizionati

L’acquisto di un computer comporta sempre una spesa non indifferente, specialmente se si tratta di uno dei portatili Apple. Se però uno non ha la necessità di avere l’ultimo modello, comprandone uno usato puoi risparmiare e tanto rispetto ad uno nuovo.

Il problema, però, è che non sei coperto in caso ti dia problemi: se non conosci il proprietario precedente e come lo ha tenuto, hai sempre un bel rischio, che in molti non sono disposti a correre.

Come fare dunque? Lo puoi prendere rigenerato, ovvero usato, ma controllato, con una pulizia profonda dei componenti e funzionale al 100%, rimesso poi sul mercato con ad un prezzo inferiore rispetto al modello da nuovo.

Se ti interessa, oggi ti mostro proprio i migliori siti dove comprare MacBook ricondizionati, così da farti un’idea dei modelli disponibili, prezzi e offerte e, magari, trovare il portatile giusto per te.

Quando si pensa ad un dispositivo usato, i dubbi sulle condizioni e sul suo corretto funzionamento a lungo termine, non sono pochi. Proprio la paura di prendersi un apparecchio che duri al massimo qualche mese, se non settimana, prima di iniziare a dare problemi, è quella che limita molto il mercato dei prodotti informatici di seconda mano.

Al contrario, quello ricondizionato è cresciuto enormemente nell’ultimo anno, grazie anche alla crescita della notorietà dei prodotti Apple. La scelta è veramente ampia e si trovano MacBook Pro, Air e altri modelli con svariate configurazioni e sia di anni passati che appena usciti, o quasi.

Se stai valutando quest’opzione, sei nel posto giusto. Di seguito, infatti, analizzeremo diversi aspetti dei notebook Apple rigenerati, perché comprarli e perché no, come anche i migliori siti e aziende a cui affidarsi per l’acquisto.

Indice contenuti:

Cos’è un Apple MacBook ricondizionato

portatili rigenerati

Non hai mai sentito parlare di questi dispositivi? Allora è meglio partire dalle basi e capire cosa vuol dire che un MacBook è ricondizionato. Con questo termine si va ad indicare quei notebook e altri dispositivi informatici usati che vengono controllati, puliti ed eventualmente riparati da dei professionisti certificati e rimessi praticamente a nuovo.

Vengono così chiamati ricondizionati, rigenerati o rinnovati – dall’inglese refurbished. Quando poi vengono messi in vendita, il prezzo è molto inferiore rispetto a quello dello stesso modello, se nuovo.

Ci sono diverse aziende specializzate che si occupano di questo e permettono di raggiungere qualità così elevate che i MacBook ricondizionati sono quasi pari al nuovo e hanno persino garanzia. I notebook rigenerati, infatti, funzionano perfettamente e, al massimo, hanno qualche difetto estetico che però non compromette in alcun modo il loro utilizzo.

Il ricondizionato conviene? Non sempre

Se ti stai chiedendo perché comprare un MacBook ricondizionato, la risposta è ovvia: perché si può avere un ottimo computer ad un ottimo prezzo. I pc della casa di Cupertino sono famosi per la loro qualità e durata nel tempo, ma anche per il costo enorme che hanno quando nuovi.

Ma convengono davvero? La risposta è dipende!

Acquistando modelli rigenerati, anche se di qualche anno, si ha comunque dei portatili perfettamente funzionanti, ancora molto potenti e che dureranno tanto. Non a caso tutti i rivenditori offrono anche una garanzia sui propri prodotti ricondizionati.

In più si ha MacOS che è un sistema operativo veramente fantastico sotto molti punti di vista. Primo tra tutti la sicurezza, ma non solo: Apple ha un’intera suite per l’ufficio, perfetta sia per lo studio che per un uso professionale, completamente gratis – mentre Microsoft Office si paga -.

A questo si aggiungono i pochissimi errori rispetto a Windows grazie ai quali potrete dire addio alla noiosa schermata blu, tentativi di ripristino e risoluzione dei problemi.

Chi ha avuto un Mac sa bene le differenze!

Quando è meglio comprarlo nuovo?

Confezione MacBook Air Nuovo

Il secondo grande svantaggio dei rigenerati è la batteria. Una delle più grandi peculiarità dei MacBook è la loro lunga autonomia: comprando un modello ricondizionato, però, si ha una batteria usata che, anche se garantita con una salute di almeno il 80% rispetto a quando nuova, non ha l’autonomia originale e si degrada molto più in fretta.

Se poi si vuole sostituirla del MacBook Pro o del nuovo Air, specialmente dei modelli unibody, il costo rischia di andare a superare quello il computer stesso.

Un terzo difetto, ma più un pericolo è quello di fare attenzione ai prezzi: su alcuni siti fanno la furbata di mettere il costo del prodotto quando era nuovo ed in vendita sul sito Apple, a fianco di quello scontato e vantano sconti assurdi che potrebbero trarre in inganno. Per questo è sempre meglio affidarsi a siti sicuri, come quelli che vedremo a breve.

Usato o Rigenerato: quale è meglio?

Bisogna dire che entrambe le scelte possono avere pro e contro. Se partiamo con l’usato il più grande vantaggio è chiaramente il prezzo che è praticamente sempre minore rispetto a quello ricondizionato. Spendi meno, è vero, ma rischi anche di più: se il computer ti va in palla dopo poco, le spese di riparazione sono a carico tuo e, ti assicuro, che i tecnici Apple si fanno pagare caro!

Con il rigenerato, in compenso, spendi un po’ di più, ma hai comunque la garanzia che il portatile funziona perfettamente visto che sia il loro hardware che software sono sottoposto a tantissimi test e solo quando sono tutti superati, vengono rimessi in commercio. Se ci fossero comunque dei problemi, la riparazione è gratuita durante il periodo della garanzia. Poi se hai un’azienda, la possibilità di avere fattura, lo rende praticamente l’unica scelta.

Quando conviene comprare un MacBook usato e quando uno ricondizionato?

Quando però, non conosci nessuno che venda il proprio Mac, allora forse è meglio dare uno sguardo a quelli ricondizionati, poiché, anche se magari costano un po’ di più degli usati che si trovano online, hai comunque la garanzia che ti copre per diversi mesi, se non fino ad un anno.

Dove comprare MacBook ricondizionati: i 6 siti migliori

siti dove comprare MacBook ricondizionati

Prima di procedere ti voglio solo far notare di non guardare solo il prezzo del prodotto, ma di tenere a mente che la qualità è più importante, visto che si parla di computer usati. Detto questo, procediamo.

Tra tutte le aziende che operano in Italia, ho selezionato quelle che hanno il grande vantaggio di essere dei portali molto sicuri e la qualità dei loro prodotti rigenerati supera spesso quella di altri servizi. Magari preferisci cercare anche da altre parti, ma ti consiglio di darci sempre un’occhiata prima di procedere all’acquisto.

Ecco i 6 migliori siti dove comprare MacBook ricondizionati:

Refurbed: il sito migliore per ricondizionati Apple MacBook

Refurbed MacBook Ricondizionati

Il primo sito che ti consiglio di andare a guardare è Refurbed. Questo portale è veramente uno dei migliori su cui comprare MacBook ricondizionati, smartphone, tablet e altri dispositivi elettronici.

Ogni notebook è funzionante al 100% e hai una garanzia che va da un minimo di 12 mesi fino ad un massimo di 36. A differenza di molti altri siti che offrono solo i 14 giorni di prova obbligatori per legge, qui ne hai 30.

Se non sei contento dell’acquisto, puoi rispedirlo indietro senza alcun problema e ottenere un rimborso completo. Quando si tratta di un notebook, specie se passi da Windows a Mac, avere più del doppio del tempo per provarlo e accertarsi che sia quello di cui si ha bisogno è sicuramente un grande vantaggio.

Qui trovi una vastissima scelta di ricondizionati, dal MacBook Pro all’Air, persino i modelli nuovi con chip M1 e altri modelli ancora più vecchi con uno sconto, rispetto al prezzo di vendita, che arriva al 40%. Ovviamente, se vuoi il processore M1, lo sconto è piccolissimo, ma sicuramente per quelli con processori Intel, ci sono ottimi affari.

TrenDevice: sito per MacBook ricondizionati con sconti fino al 40%

trendevice mac ricondizionati

Se non ci si vuole affidare ad uno dei retailer sopra, ci si può affidare ad un’azienda specializzata il cui business, come abbiamo visto prima, ruota intorno al ritirare MacBook usati, pulirli minuziosamente e rigenerarli perché funzionino in maniera impeccabile.

Tra tutte, TrenDevice con il suo 92% di clienti soddisfatti, è una di quelle che offre il servizio migliore. Nonostante sia nato soprattutto per offrire iPhone, ci ha messo poco ad espandersi anche sui computer Apple e oggi offre davvero un’incredibile scelta di MacBook di ogni modello e configurazione, compresi quelli più recenti come il Pro da 16” o l’Air con chip M1.

Una delle caratteristiche degne di nota è che quasi tutti i dispositivi Apple venduti su TrenDevice sono ricondizionati in Italia. Questo è sia un po’ una sicurezza perché non si sa come vengono riparati in Cina, che un motivo per comprare qualcosa che stimoli il business nel nostro paese.

Ogni MacBook rigenerato su TrenDevice è venduto con le sue classiche condizioni, ovvero 14 giorni di reso gratuito con soddisfatti o rimborsati al 100% e un anno di garanzia del prodotto con riparazioni gratuite in caso di difetti non dovuti all’utente.

Amazon Renewed: una delle migliori alternative

amazon renewed mac book

Il siti più consigliato è il gigante dell’ecommerce Amazon. Sul suo sito non solo si trovano sempre delle interessanti offerte per prodotti nuovi, ma c’è anche una ricca scelta di MacBook ricondizionati. Qui, infatti, oltre ad Amazon stesso ci sono anche altri venditori che possono proporre dei prezzi molto interessanti. Puoi dare uno sguardo alle offerte attuali su questa pagina.

È vero che su Amazon possono vendere tutti, ma nel caso dei rinnovati, va fatto notare che solo i venditori o fornitori che rispettano elevati standard di qualità dei propri prodotti possono fornire dispositivi rinnovati e marchiarli come nuovo. Quando è indicato come nuovo vuol dire che non solo funziona impeccabilmente ma eventuali imperfezioni estetiche non sono visibili da 30 o più centimetri di distanza.

Tutti i prodotti Apple acquistati su Amazon Renewed sono coperti da una fantastica garanzia con cui puoi fare il reso o il rimborso entro 1 anno da quando ricevi il tuo computer se non funziona come previsto. Questa garanzia è in aggiunta alle classiche politiche di reso standard di Amazon che tutelano i loro acquirenti.

Nota bene: prima di comprare uno dei MacBook ricondizionati, dai sempre uno sguardo ai vari modelli disponibili in tutte le loro configurazioni, perché ci potrebbero essere sconti veramente interessanti. Specie se si tratta di modelli non appena usciti, alcuni portatili della Mela su Amazon si possono trovare con un prezzo ridotto anche di centinaia di euro.

Apple Refurbished: MacBook come nuovo, ricondizionato e certificato

apple refurbished macbook

Anche Apple stessa offre i suoi prodotti ricondizionati. Tra questi fanno parte sia i MacBook ridati indietro per ottenere uno sconto sull’acquisto di un modello nuovo, che quelli resi per difetti e altri usati nelle esposizioni.

Ci sono dei grandissimi vantaggi di comprare direttamente dal sito ufficiale Apple. Il primo è il servizio stesso che è impeccabile. Poiché loro producono i notebook, possono ripararli nel miglior modo e con ricambi (se necessari) originali, come anche per quanto riguarda gli accessori.

Tutti i prodotti, che si tratti di MacBook, iMac, iPad o iPhone vengono riconfezionati in una scatola nuova bianca, spediti gratuitamente e, se il prodotto non è conforme alla descrizione anche il reso è gratuito. In più, ogni modello è coperto dalla garanzia limitata standard di un anno, alcuni anche l’assistenza gratuita fino a 90 giorni dai tecnici Apple, e si può persino avere quella aggiuntiva AppleCare.

Ma c’è uno svantaggio che, anche se è uno solo è comunque grande: il prezzo. Sul sito, infatti puoi trovare tantissimi MacBook, sia Air che Pro, rigenerati come nuovi con sconti definiti “speciali” arrivano fino al 15%.

ePrice: ricca scelta di Mac e altri dispositivi rigenerati

eprice macbook ricondizionati

In alternativa ad Amazon, ci si può affidare a ePrice, che è uno dei portali e-commerce italiani più grandi in assoluto. Anche qui sono stati aggiunti i dispositivi rigenerati e tra questi non mancano i MacBook Pro ed Air, come anche altri pc della mela di cui c’è una buona scelta, anche se non ampissima.

Il grande vantaggio di comprare da retailer come ePrice è il servizio eccellente che offre a tutti i suoi clienti e i prezzi convenienti che non temono paragone. Un’altra grande comodità è che accetta anche tantissimi metodi di pagamento, tra cui anche PayPal, il wallet virtuale che molti abbiamo, ma è difficile trovare siti in Italia che lo accettano.

SmartGeneration: una delle stelle dell’e-commerce nel rigenerato

smart generation macbook

Ogni prodotto rivenduto da questa azienda è stata ricondizionata con cura maniacale dei dettagli, pulizia professionale dei componenti interni e sottoposto a svariati test per assicurarsi che tutto funzioni impeccabilmente.

Il servizio che offre è veramente eccezionale, con consegne entro 2 giorni lavorativi in tutta Italia, spedizione gratuita per ordini superiori a 99€, confezioni eco sostenibili e un’ottima assistenza in caso di problemi.

A questo si aggiungono i classici 14 giorni di recesso gratuiti, e 1 anno di garanzia, estendibile anche a 2 (a pagamento). Qui l’unica cosa da notare è che se il reso è per difetto si ha il rimborso completo, ma se si rende il pc per un ripensamento si deve sostenere il costo della spedizione di andata che varia in base al prodotto acquistato.

Sebbene sul sito c’è scritto che gli sconti arrivano fino all’80%, questo vale solo per i vecchissimi modelli, mentre per quelli più nuovi, i prezzi sono abbastanza simili ai prezzi delle aziende viste prima.

Oltre a prodotti quasi perfetti, ci sono quelli con extra sconto estetica che vengono dati ad un costo ancora più vantaggioso, perché hanno difetti esterni visibili, che tuttavia non compromettono il funzionamento del pc.

Quale MacBook ricondizionato comprare e quale no

Arriva la domanda fatidica: quale MacBook ricondizionato conviene davvero comprare e da dove? Ti dico subito che tutti i siti sopra sono affidabili e, in linea di massima, ti consiglio di guardare su almeno due o tre e scegliere quello con la migliore offerta.

In quanto a quale modello scegliere, purtroppo, più è recente il computer, minore è lo sconto e, di solito, si risparmia solo su modelli vecchi. Insomma, lo sconto migliore lo si ha se si compra un MacBook ricondizionato di almeno 4 o 5 anni.

Tuttavia, trattandosi pur sempre del portatile Apple, ti assicuro che resta comunque un computer eccellente anche se è un po’ datato. Spesso, a questo prezzo non puoi trovare un equivalente con Windows in grado di darti performance, design e qualità del genere.

Prima di concludere ti voglio dare ancora qualche consiglio sui vari modelli del MacBook da scegliere, quali è meglio lasciar perdere e perché

MacBook Pro: i modelli con difetti e problemi

MacBook Pro M1 Ricondizionato

Il MacBook Pro è il portatile professionale per eccellenza che dura una vita. Tra tutti i notebook Apple, è quello che “invecchia” di meno dal punto di vista tecnologico ed anche quello che offre prestazioni migliori in assoluto.

Ovviamente da nuovo costa tanto, specialmente ora che sono usciti i nuovi modelli da 14 e 16”, ma quando si va sul ricondizionato si possono trovare delle offerte veramente convenienti. Tra questi, ci sono affari interessanti sui MacBook Pro M1 da 13 pollici, nonostante siano abbastanza nuovi e ancora meglio su quelli con processori Intel, ancora più vecchiotti.

Attenzione però, a due cose. Sebbene questi computer durino una vita, non sono esenti da difetti di fabbrica. Alcuni sono stati riconosciuti dalla casa di Cupertino, altri no. Te ne segnalo due in particolare: il primo è quello della tastiera butterfly che si può rompere molto facilmente e sostituirla è veramente costoso.

Il secondo, di cui Apple non parla, è il Retina display che può danneggiarsi dalla tastiera, quando il portatile è chiuso e lo porti nella borsa. Per capire bene cosa intendo, puoi guardare questo video a riguardo.

MacBook Air: ottimo acquisto ma…

macbook air rigenerato

L’altro portatile per eccellenza è l’Apple MacBook Air che è veramente uno spettacolo. Probabilmente si tratta di quello con il miglior rapporto qualità prezzo, ma solo se andiamo a guardare i modelli con Retina Display.

Quelli più vecchi, sono troppo vecchi e ti sconsiglio di comprarli. È vero che acquistando un MacBook Air ricondizionato risparmi molto, ma i modelli senza Retina Display, costano troppo per quello che danno.

Dunque, se sei interessato al portatile ultra leggero, non li considerare, ma cerca quelli più nuovi. Se trovi un rigenerato con chip M1 potrebbe essere l’acquisto migliore che puoi fare, visto che costano relativamente poco e hanno prestazioni superiori persino a molti Pro con processori Intel.

L’unica pecca dell’Air con nuovo design è la presenza di solo due USB di tipo C che diventa una quando lo metti a caricare. È vero che la batteria dura tanto, ma è un forte limite per chi usa periferiche esterne come tastiera e mouse con cavo.

Apple MacBook 12 pollici: il ricondizionato da evitare

MacBook 12 pollici refurbished

I MacBook da 12”, infatti, sono i meno potenti di tutti e piuttosto cari. In questo notebook vai a pagare il design e la novità: infatti, non sono durati molti e dopo un paio di anni li hanno tolti dal mercato.

Inoltre, questi portatili hanno tutti la tastiera butterfly che la sconsiglio a chiunque. Basta, infatti, che ci si infili un po’ di polvere e sporcizia e potrebbe rompersi molto facilmente. La sostituzione è costosissima, in quanto spesso la batteria e topcase sono incollati, quindi va cambiato tutto.

Domande frequenti

In questo articolo abbiamo visto che cosa sono i MacBook ricondizionati, quando conviene comprarli e quando è meglio un usato classico ma anche i siti su cui è possibile trovare questi portatili.

Se dovessi avere ancora dei dubbi, o suggerimenti per migliorare l’articolo puoi lasciarci un commento. Prima, però, prova a vedere se la risposta non è tra quelle che abbiamo dato qui sotto alle domande più frequenti che ci sono state poste.

I Macbook ricondizionati sono coperti da garanzia?

Sì: i siti appena citati offrono su tutti i notebook ricondizionati sono coperti da una garanzia di 1 anno (per legge). Queste aziende hanno anche delle politiche di reso che ti tutelano se il computer non è conforme alla descrizione o non funziona. Attenzione però che la batteria e gli accessori potrebbero avere una garanzia inferiore.

Quanto si può risparmiare con un MacBook ricondizionato?

Sebbene alcuni siti ti promettono di risparmiare fino all’80%, una stima più realistica è che il risparmio acquistando un MacBook rigenerato si aggira tra il 20 ed il 30% rispetto al suo prezzo di listino da nuovo.

I portatili rigenerati hanno hardware difettoso?

No, al massimo possono avere qualche difetto estetico che non ne compromette la funzionalità. Tutti i MacBook ricondizionati sono controllati meticolosamente, puliti internamente e testati per funzionare perfettamente.

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *