HomeComputerHardwareMCHOSE A5Pro Max 4K: ottimo mouse gaming, a buon prezzo

MCHOSE A5Pro Max 4K: ottimo mouse gaming, a buon prezzo

Se stai cercando una soluzione meno costosa rispetto a quelle proposte dai brand più blasonati, che offra simili prestazioni, ottimi materiali e una cura del dettaglio e delle rifiniture che dia valore a quanto hai investito e migliori le tue prestazioni in gioco, MCHOSE A5Pro Max può essere un’ottima scelta.

Dal peso di 59 grammi, con switch switch Huanuo Blue transparent Pink, grip adesivi antiscivolo e tre tipologie di connettività (cablata, wireless e bluetooth), viene venduto a meno di €60. Decisamente, in questa fascia di prezzo, è uno dei migliori mouse gaming che abbia mai provato e di seguito ti spiego il perché.

Specifiche tecniche

MCHOSE A5 Pro Max sensore

MCHOSE A5Pro Max è un mouse molto compatto dalle dimensioni di 121.6 x 61.5 x 37.7 mm e pesa solo 59 grammi includendo anche la batteria di 500mAh. Il sensore ottico montato è un Pixart PAW3395 che arriva fino a 26000 Dpi, e gli switch dei due tasti principali sono Huanuo Blue transparent Pink dal suono “clicky” molto preciso.

Il processore per la connettività è un NORDIC 52840 che riesce ad offrire altissime prestazioni senza nessun tipo di lag o impuntamento, consumando poco e preservando la durata della batteria. Mchose A5Pro Max ricorda il Logitech G Pro X Superlight, ma è più compatto e davvero molto leggero, in più può arrivare a 4000Hz di polling rate con il dongle 4K (da acquistare a parte).

I piedini del mouse sono morbidi al tatto e non rigidi come quelli 100% PTFE, scivolano comunque bene e il movimento del mouse sembra solo appena un po’ “controllato”.

Rotella MCHOSE a5 pro

I differenti modelli di A5

Mchose A5 è in vendita in 3 versioni: la A5 normale che pesa meno di tutte (56g) rispetto ai 58-59g di A5Pro e A5Pro Max. Tutti e tre i modelli hanno il sensore ottico Pixart PAW3395. La versione A5 normale ha una batteria più piccola, pari a 300mAh contro i 500mAh dei modelli A5Pro e A5Pro Max, e viene utilizzato un controller NORDIC 52833 per la connettività.

La versione A5Pro manca di bluetooth, che invece la versione Pro Max ha. A5Pro e A5Pro Max arrivano a supportare un polling rate fino a 4000Hz se si utilizza il dongle 4K (non incluso in confezione e acquistabile a parte).

Cosa c’è nella confezione

Mouse gaming MCHOSE A5 pro max

All’interno della scatola è presente un manualetto in lingua cinese e inglese, un cavo da USB-A a USB-C, l’adattatore USB-A / USB-C, ed i mouse grip antiscivolo per ricoprire il guscio del mouse seguendone lo shape, per farti avere una presa salda. Poi all’interno del mouse, sotto lo sportellino sul fondo del mouse, troviamo anche il dongle USB per la connettività wireless 2.4 G. Il bluetooth è alla versione 5.0.

Il packaging è ben realizzato, la scatola e l’impacchettamento sono all black ma non viene riportata da nessuna parte la versione del mouse acquistata. Sul retro è specificato solo A5, comunque sappiamo che la versione A5Pro Max ha il bluetooth, che le altre versioni non hanno.

I materiali con cui è realizzato il mouse e lo stesso packaging danno l’impressione di avere in mano un prodotto ben più costoso, rispetto al prezzo reale. Il software purtroppo è un problema, perché trovare la versione corretta non è stato facile. Vediamo insieme perché, e vediamo anche come funziona il software che sono riuscito a reperire.

Il Software di MCHOSE A5

Software Mchose Mouse a5 pro max 4k

Il software corretto non è facile da trovare perché quello presente sul sito di mechkeys e quello presente maicong non riconoscono il mouse. Ho cercato il software su internet e sono finito su reddit, dove fortunatamente ho trovato la versione giusta.

Il software giusto funziona molto bene, riconosce il mouse connesso in modalità cablata o tramite modalità wireless, indicando la versione firmware sia del mouse che del dongle. Entrambi i firmware risultano aggiornati. Il software ti permette di modificare tutti i parametri necessari alla personalizzazione del mouse:

  • sulla tab HOME (prima tab), configuri e personalizzi 5 tasti + 1 del mouse. 1 dei tasti è quello preposto al cambio DPI, e non è comodo da raggiungere. Puoi configurarlo in modo che abbia un cambio ciclico dei DPI, oppure che li aumenti o diminuisca.
    • Il comportamento della rotellina non è personalizzabile ed è del tutto assente
    • Una volta configurati i profili i tasti, puoi esportare la configurazione in un un file .bin e importare in un secondo momento
    • Il mouse mantiene tutte le impostazioni salvate dal software, anche se il software è chiuso o non è installato
  • con la seconda tab puoi configurare le opzioni avanzate del mouse
    • il polling rate chiamato Report Rate fino a 1000Hz con il dongle 2.4 G, e fino a 4000Hz con il dongle 4K
    • cambio DPI fino a 6 modalità. La variazione DPI  è a step di 50
    • Lift Off Distance altezza massima in cui il sensore del mouse smette di fare il tracking della superficie
    • Ripple control che rende fluidi i movimenti del mouse, se utilizzato ad alti DPI, correggendo il sensore in modo da avere un maggior controllo
    • Angle snapping che fa sì che il sensore “preveda” il comportamento del tuo movimento, cercando di rendere lineare il percorso da percorrere, verranno così ignorati alcuni gradi di movimento verso direzioni diverse
    • Peak Performance, puoi personalizzare il lasso di tempo in cui il sensore va in sleep per risparmiare batteria quando non muovi il mouse
    • Motion Sync aumenta l’accuratezza della trasmissione dei dati di tracking dal mouse al dispositivo a cui è connesso
  • la terza tab ha una M che sta per “Macro”. Le macro sono facili da configurare, anche se il software mostra qualche imprecisione, quando manualmente si vanno a modificare i tempi di delay. Tutto sommato funzionano abbastanza bene.
  • nell’ultima tab puoi cambiare la lingua (presenti solo inglese e cinese e), hai le info del firmware del mouse e del “Receiver” dongle USB, puoi accoppiare il mouse con il “Pair” quando in modalità wireless, ed è presente anche una opzione chiamata Long distance che aumenta la potenza e accuratezza del segnale, quando utilizzi un dongle 4K

Adesso analizziamo la connettività del mouse e poi vediamolo dal punto di vista tecnico.

Connettività wireless & Bluetooth

a5 pro usb-c

Una cosa che mi è piaciuta molto è che puoi usare questo mouse wireless e cablato. Mchose A5Pro Max, infatti, ha 3 modalità di connessione: 2.4 G wireless tramite dongle USB incluso, tramite bluetooth, oppure utilizzando il cavo USB-C. Il pairing in modalità bluetooth è veramente molto facile:

  • porta l’interruttore sotto il mouse in posizione BT
  • schiaccia contemporaneamente i tre pulsanti tasti (destro, centrale/rotella, sinistro) e tieni premuto 3 secondi fino a che non inizierai a vedere un led blu lampeggiare

A questo punto il mouse si collegherà in modalità bluetooth. Per la connessione wireless 2.4 G il mouse viene subito riconosciuto. Però se dovessi avere problemi e il mouse non dovesse essere rilevato, connetti il dongle usb all’adattatore con il cavo, poi apri il software e       

  • vai nella scheda impostazioni e avvia il pairing cliccando su “Pair”
  • mantieni premuti i 3 tasti del mouse per 3 secondi fino a che non vedi lampeggiare il led, e così viene accoppiato il mouse che inizierà a funzionare.

Il mouse nel dettaglio

MCHOSE A5 Pro Max

Mchose A5Pro Max ha 5 tasti di cui due laterali sulla parte sinistra sinistra, un tasto centrale/rotellina, tasto destro e sinistro. La rotellina scorre bene, con scatti di 1, e non emette nessun rumore strano, è di buona qualità salda e solida, ed anche il click centrale risulta essere di pari qualità rispetto a quello dei tasti principali.

Tutti i tasti hanno un suono “clicky”. I tasti laterali non sono piccoli e hai molto spazio per il pollice. Tuttavia si raggiungono molto bene e senza fatica. Hanno un leggero rilievo e non c’è nemmeno un minimo di pre travel o post travel.

I click destro e sinistro hanno un po’ travel sulla punta alla fine del tasto, ma durante l’uso comune – anche in gioco durante azioni frenetiche – non è percepibile. Come switch sul tasto sinistro e destro abbiamo Huanuo Blue transparent Pink, con il loro click deciso. Per premerli basta una leggera pressione. 

A5Pro Max è davvero robusto e non presenta scricchiolii nemmeno in presenza di forte pressione. Se provo ad esempio premere forte ai lati del guscio non succede nulla. La qualità c’è tutta, è veramente molto solido ed ogni parte è rifinita con cura.

Come lunghezza siamo vicini ad un G Pro Superlight sopra, e A5Pro Max è più leggero. piedini sono buoni, ma non rigidi quanto un 100% PTFE, anche se si comportano bene sia su tappetini in tessuto come un razer Goliathus, Fnatic Jet, sia su mouse pad in vetro.

Il sensore è un Pixart PAW3395 fino a 26000 DPI. Il mouse può memorizzare fino a 6 profili per i DPI, e la selezione di questi avviene a salti di 50 DPI. I profili si cambiano utilizzando il pulsante  che si trova sotto il mouse accanto al sensore. Non è il massimo della comodità se si usa cambiare profilo DPI durante una sessione di gioco.

Lo switch o selettore per le modalità cablata, wireless e bluetooth è posto sempre sotto il mouse, e ha 3 posizioni che indicano le diverse modalità di connessione. Il dongle USB è nascosto dentro uno sportellino ad aggancio magnetico, basta ribaltare il mouse e sotto il piedino posteriore c’è una incavatura che ti permette di alzare e rimuovere lo sportellino, per trovare il dongle nel suo alloggiamento.

Il bilanciamento di A5Pro Max è buono, se tenuto al centro con due dita. Il sensore è posto al centro.

Come si comporta in game

Tasti laterali MCHOSE A5 Pro

Le prestazioni in gioco sono costanti sia che tu utilizzi il cavo sia tramite la connessione wireless 2.4 G con il dongle USB. Non c’è latenza alcuna grazie al controller Nordic, e tutto risulta funzionare alla perfezione.

Mchose A5Pro Max scorre alla grande su tutte le superfici, che siano in tessuto, legno o vetro. Non posso determinare il materiale dei suoi piedini, risultano essere più morbidi rispetto ad un PTFE 100%, ma ciò nonostante non ci sono problemi su nessuna superficie. Il movimento risulta solo leggermente controllato.

Il guscio non è dei migliori per quanto riguarda il grip, ha una minima ruvidità che però non riesce a farti sentire sicuro in game. Per questo motivo nella confezione sono inclusi dei grip adesivi che seguono lo shape del guscio e ricoprono tutto il mouse.

Conclusioni

Questo mouse ha veramente un’ottima qualità dei materiali ed è rifinito davvero molto bene. In gioco si comporta in modo perfetto, anche se le macro presentano delle incertezze. Tutti e 5 i tasti sono facili da premere e non ci sono problemi come click accidentali, oppure click non riconosciuti.

Direi che per la sua fascia di prezzo ha davvero molto da dire, comparandolo poi con mouse di fascia più alta non sfigura proprio. Lo shape del guscio è simile ad un G Pro X Superlight, ma di poco più corto e più basso sul dorso, e risulta anche più leggero.

Mchose A5pro Max è davvero un’ottima scelta per il gaming. Purtroppo, su Amazon non c’è, quindi lo devi comprare dal sito ufficiale mechkeys.com.

MCHOSE A5 Pro Max 4K

Se cerchi un buon mouse gaming che con costi una fortuna, allora questo MCHOSE A5Pro fa per te: prestazioni eccellenti a prezzo basso!

Valutazione dell'editor
4.4

Pro

  • Super leggero e comodo
  • Ottime prestazioni in gaming
  • Tripla connettività
  • Tante impostazioni personalizzabili

Contro

  • Mancano gli RGB
  • Software da perfezionare

Potrebbe interessarti:

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Seguici sui Social

127FansMi piace
26FollowerSegui
358IscrittiIscriviti
- Spazio pubblicitario -

Ultimi articoli