Scegliere un Power Bank: guida ai 15 migliori del 2019

27 Settembre, 2019 Lascia il tuo commento
migliori powerbank del 2019
Se ti piace, condividi su:

Per chi utilizza molto il telefono per navigare sul web, ascoltare musica, ma soprattutto guardare video o giocare, l’autonomia è sempre un problema. Con un utilizzo intensivo, i nuovi smartphone durano a fatica un giorno. Ma anche nei cellulari con batteria non in ottimo stato, spesso ci si può trovare senza carica ancora prima che la giornata sia finita.

  • AUKEY Power Bank – 5000mAh. compatto e portatile, ma soprattutto economico

    Prezzo: EUR 12,99
  • AUKEY Caricabatterie Portatile da 10000mAh. Ottima capacità con 2 porte, prodotto premiato da Amazon

    Prezzo: EUR 18,99
    Da: EUR 27,99
  • 10000 mah Mini Power Bank Quick Charge Super compatto, con uscite USB Type C e Due Porte USB di 2.4A

    Prezzo: EUR 18,99
    Da: EUR 29,99
  • Mini Caricatore Portatile Xnuoyo – 10000mAh. Con indicatori LED, doppio ingresso & uscita

    Prezzo: EUR 15,99
    Da: EUR 39,99
  • Gnceei Power Bank Solare – 24000mAh. Ad alta capacità e con ricarica solare, 4 Porte USB

    Prezzo: EUR 15,99
    Da: EUR 39,99
  • Duracell Powerbank – 6700 mAh. Un prodotto di qualità, compatto e portatile

    Prezzo: EUR 29,99
  • Poweradd Slim2 nero – 5000mAh. Con output di 2.1A e tecnologia di rilevamento automatico per iPhone, Huawei, Samsung e altri

    Prezzo: EUR 9,99
  • Litionite Falcon con ricarica rapida – 24000mAh. Batteria in alluminio, quick charge in entrata e uscita, alta capacità, prodotto eccezionale

    Prezzo: EUR 49,90
  • Gnceei PowerBank Wireless- 25000mAh. Ad alta capacità con 3 uscite USB e 2 ingressi, compatibile con Smartphones, Tablet e Altri Dispositivi

    Prezzo: EUR 34,99
    Da: EUR 99,00
  • Vonpri 10000mah. La versione migliorata ha buona capacità e compatibile con tablet e smartphone.

    Prezzo: EUR 11,99
    Da: EUR 18,99
  • Trswyop Power Bank ad Alta capacità – 26800mAh. Modello del 2019 con 2 USB e indicatore di batteria LED per cellulare, tablet e altri

    Prezzo: EUR 21,19
    Da: EUR 49,95
  • Powerbank 10000mAh Anker PowerCore 10000, Caricatore Portatile Ultra Compatta, Power Bank Alta Capacità Per Huawei, Samsung, iPhone, Xiaomi e Altri

    Prezzo: EUR 19,99
    Da: EUR 21,99
  • Gnceei Power Bank con carica Wireless – 25000mAh. Alta capacità, con display LCD, 3 porte USB ideale per smartphone che supportano la ricarica wireless

    Prezzo: EUR 34,99
    Da: EUR 99,00
  • AUKEY Powerbank – 20000mAh. Ottimo rapporto qualità prezzo

  • Litionite Tanker – 50000mAh. In alluminio con Display LED – 2x USB (Quick Charge 3.0) – 1x USB Type-C – 1x DC – un alimentatore portatile ideale per smartphone, tablet, notebook, drone e altri

    Prezzo: EUR 149,90

Per non portarsi sempre dietro il caricabatterie, una delle soluzioni ideali è acquistare una batteria portatile chiamata power bank. Powerbank, come funziona e che cos’è? In questo articolo vedremo di rispondere a queste domande, come anche consigliarvi l’accessorio giusto per voi.

Acquistare una power bank non è una spesa molto grande, visto che su Amazon ci sono tantissimi modelli supportati da praticamente ogni smartphone, come iPhone, Samsung, Xiaomi etc, ma con cui potete ricaricare persino il vostro tablet. I prezzi sono anche inferiori ai 20 euro, davvero pochi per un accessorio che vi dà una grande comodità in più e che diventa sempre più indispensabile, specie per chi viaggia molto. 

Le powerbank più raccomandate

Proprio per il fatto che vi sono centinaia di modelli in circolazione, ci si può trovare un po’ in difficoltà a trovare quella giusta e con miglior rapporto qualità prezzo.

La classifica che abbiamo fatto è basata su molti fattori. Per noi i gadget più venduti non sono sempre i migliori e per questo abbiamo comparato tantissimi modelli. Poco sotto abbiamo descritto come scegliere la power bank giusta. Oltre ai criteri menzionati lì, ovvero capacità, amperaggio, dimensioni, peso ed extra, abbiamo anche ricercato una buona qualità produttiva e dei materiali, il rapporto qualità prezzo, il design, portabilità e altri fattori vari.

Per questo vi aiutiamo noi e vi proponiamo qui le migliori 15 power bank che potete acquistare su Amazon:

Cliccando sul tasto Scopri su Amazon verrete indirizzati sulla pagina specifica del prodotto e potrete scegliere colori e capacità (se disponibili). Se invece volete un elenco completo di tutte le batterie portatili disponibili su questo sito, potete trovarlo cliccando qui.

Cos’è una power bank e come funziona

Ma cos’è esattamente questo gadget e a cosa serve? Un powerbank è una batteria portatile che potete utilizzare per ricaricare dispositivi di vari tipi. Principalmente la si usa per ricaricare il telefono, ma oggi anche per tablet, smartwatch, fotocamere e persino laptop.

Tipicamente questi accessori hanno una o più uscite USB a cui attaccare il vostro dispositivo portatile. A parte quelle che ricaricano anche i notebook, le classiche hanno un’uscita a 5V e la maggior parte di quelle in circolazione vi dà la possibilità di ricaricare completamente il vostro smartphone o altri dispositivi anche più di una volta. Tutto dipende dalla capienza della batteria, che è misurata in mAh.

Le power bank più comunemente vendute si aggirano intorno ai 5000 mAh, ma ce ne sono di sempre più capienti, fino a 20000 mAh e persino oltre. Maggiore è la capacità, maggiore è il peso e le dimensioni della batteria portatile, un fattore da tenere bene in considerazione. Per chi viaggia anche in aereo, inoltre, è bene tenere presente che recentemente sono state introdotte leggi che limitano la capacità massima delle batterie che potete portare a bordo con voi.

Tipologie e funzionamento

In generale tutte funzionano allo stesso modo: quando siete a casa o in un posto dove abbiate una presa per la corrente, potete attaccare alla spina la vostra power bank che così inizia ad immagazzinare carica nella sua batteria interna. Oltre alle classiche prese di corrente da 220V questi gadget si possono ricaricare anche da uscite usb del pc. Ovviamente in quest’ultimo caso la ricarica è un po’ più lenta, in quanto il voltaggio è minore.

Una volta ricaricata la power bank, potete portarla ovunque con voi e quando il cellulare o altro dispositivo si scarica, potete attaccarlo alla batteria esterna tramite le varie porte usb presenti su di essa, per far si che inizi a ricaricarsi. Maggiore è la capacità e più avete ricaricato la vostra batteria esterna, più potrete ricaricare il vostro dispositivo.

Come vedete il funzionamento è davvero semplice e questo accessorio è molto comodo per chi viaggia spesso senza possibilità di avere sempre una presa di corrente vicino.

Migliori batterie portatili per categoria e accessori

Mentre sopra abbiamo visto i migliori 15 caricabatterie portatili di quest’anno, ora dividiamoli nelle varie categorie e vediamo quelli consigliati in base agli extra più ricercati dagli utenti.

Powerbank classici (i più economici)

Partiamo col vedere le prime powerbank uscite, quelle classiche avevano solamente una o due uscite USB e permettevano di ricaricare uno smartphone. Oggi sono i modelli meno costosi ed offrono un ottimo rapporto qualità prezzo. Si tratta dell’accessorio ideale per chi non vuole spendere una fortuna e non ha bisogno d’altro che di ricaricare il proprio smartphone. Se avete uno smartphone, tablet o device nuovi, che hanno solo una presa USB Type C, assicuratevi che anche la powerbank abbia come uscita una USB-C per evitare di acquistare adattatori aggiuntivi.

Batteria portatile con ricarica wireless

Da notare: non fatevi ingannare dalle figure che sono puramente rappresentative. Gli smartphone devono se non essere proprio appoggiati sulla batteria, poco ci manca. La distanza tra i due device deve essere minima affinché il telefono si carichi. Inoltre, rispetto ai classici caricabatterie wireless la ricarica non è così efficiente e richiede un po’ più di tempo.

PowerBank con ricarica rapida

Sempre più smartphone, specialmente i top di gamma, supportano la ricarica veloce. Questo permette in soli 30 minuti di ricarica quasi completamente il cellulare, contro le ore che richiede una ricarica classica.

Oggi ci sono delle powerbank che offrono la funzione extra di quick charge. Tenendo presente che non sarà mai così efficace quanto un caricabatterie con ricarica rapida attaccato alla presa di corrente di casa, si tratta comunque di una gran comodità perché in mezz’oretta avrete ricaricato la maggior parte o quasi della vostra batteria senza smettere di utilizzare lo smartphone.

Power bank con alta capacità

Poter ricaricare completamente più e più volte un dispositivo, o diversi dispositivi nello stesso momento è uno dei vantaggi di quelle powerbank che hanno altissime capacità e possono immagazzinare molta corrente.

Ovviamente con così grande capacità anche peso e dimensioni crescono e non sono il massimo della portabilità, tuttavia il vantaggio di avere così tanta autonomia e capacità di carica possono essere fondamentali per chi viaggia molto e può star sempre lì a controllare il livello di carica di dispositivi e powerbank.

Tra tutte vi consigliamo:

PowerBank con ricarica solare

Un’interessante extra presente su alcuni modelli di batterie portatile è la possibilità di ricaricarla tramite appositi pannelli solari montati su uno dei lati. Insomma, potreste avere sempre la power bank carica, senza mai doverla attaccare alla presa della corrente, ma semplicemente esponendola alla luce del sole, essa inizierà ad accumulare corrente.

Ovviamente i pannelli solari non bastano sempre e c’è la possibilità di attaccarsi al pc o una presa di corrente, tuttavia per chi ha in mente di farsi un viaggio lungo e non sa come e dove avrà accesso ad una presa, è un’opzione davvero interessante da tener presente.

Power bank per laptop

Sebbene ancora poco diffuse e i prezzi sono ancora un po’ altini, sul mercato ci sono ormai diverse batterie portatili con cui è possibile ricaricare un laptop e notebook. Queste powerbank, infatti, hanno un’uscita a 220V.

Il vantaggio rispetto al comprare una semplice batteria di riserva è che possono essere utilizzate su ogni notebook e il fatto che a volte le prese della corrente sono lontani dai posti dove uno si siede. In questo caso, visto che non potete spostarvi con il pc vicino alle prese, potete mettere a caricare la vostra batteria portatile mentre usate il notebook per poi avere una riserva e ricaricarlo se necessario.

Tra quelle che ci sono vi consigliamo:

Come scegliere la powerbank giusta

Se vi siete decisi ad acquistare la batteria portatile, ecco le caratteristiche che dovete guardare per trovare quella giusta per voi:

  • Capienza espressa in mAh: maggiore è la capienza, più potrete ricaricare il vostro smartphone
  • Amperaggio dell’uscita che va ad influenzare la velocità di ricarica.
  • Porte considerate bene le uscite che offre la vostra power bank. Se avete un cellulare un po’ più datato una con le usb classiche è più che sufficiente, tuttavia se avete un telefono più nuovo, o avete in programma di acquistarne uno, meglio assicurarsi che abbia anche l’uscita usb-c
  • Dimensioni e peso: una batteria portatile deve essere, appunto, portatile. In generale, più è piccola e leggera, meno è capiente quindi meno performante: dovrete scegliere il rapporto giusto tra dimensioni e performance.
  • Funzioni ed extra: le più innovative powerbank offrono funzioni extra come regolazione della carica, ricarica con pannelli solari integrati, ricarica wireless e la quick charge (ricarica rapida). Ovviamente tali optional rincarano il prezzo, ma la spesa potrebbe essere giustificata.

Assicuratevi di tenere in considerazione ognuno di questi fattori e altri per fare una scelta senza rimpianti. Controllare le caratteristiche sopra citate e altre richiede solo pochi secondi, che vale la pena spendere visto che si tratta di un gadget che userete per molto tempo.

I prezzi delle power bank: quanto è giusto spendere

Online troverete un’enorme varietà di modelli con svariati accessori e caratteristiche ma anche prezzi. Le power bank più economiche partono da meno di 10 euro, ma ci sono anche modelli più “professionali” con tanti extra che arrivano e superano i 100 euro.

Ma quanto è giusto spendere per questo accessorio?

Da subito vi diciamo di evitare quelle proprio più economiche in quanto veramente ricevete quello per cui pagate, ovvero una bassa qualità di realizzazione e materiali. Anche quelle più care sono una spesa, quasi spesso ingiustificata che consigliamo solo se scelta offre proprio funzioni uniche di cui non potete fare a meno, come la ricarica rapida.

La spesa giusta da affrontare per acquistare una batteria portatile, a nostro avviso, è intorno ai 20 euro. Stando su questa somma, acquisterete alcuni tra i modelli di power bank più venduti e di brand di un certo livello, che vi garantiscono il miglior rapporto qualità prezzo.

Se la nostra guida vi è piaciuta, condividetela con i vostri amici sui social network e aiutate anche loro a scegliere la power bank perfetta per le loro esigenze. Se avete consigli per migliorare questo articolo, non esitate a lasciarci un commento.

Categoria: ,

Questo articolo è stato scritto da Tiko

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *