Come trasferire dati da Android a Android

Come trasferire dati da Android a Android

Ci sono mille ragioni per migrare tutti i tuoi file, documenti, foto, video e musica da uno smartphone o un tablet ad un altro. Hai un vecchio dispositivo che presenta qualche problema e devi portarlo in assistenza. In questi casi devi necessariamente fare un backup di sicurezza o spostare tutto definitivamente, e devi sapere come trasferire dati da android a android.

Ti spiego nel dettaglio cosa fare in questi casi, come spostare gli account, i contatti e addirittura le app e le chat oltre alle foto e ai video. Ci sono dati e file che sono molto importanti per te che vuoi portare su un altro dispositivo, in modo da tenerli sempre sincronizzati. Anche qui ti posso aiutare, recuperando tutti i documenti o file di lavoro dal vecchio telefono, per poi averli a disposizione sul nuovo.

Se è arrivato il momento di migrare tutto ciò che riguarda la tua vita privata e lavorativa, non affidarti a soluzioni affrettate, ad app che non conosci magari perchè suggerite dalle recensioni che trovi sul google play store.

Vediamo quali sono i metodi che ti aiuteranno a trasferire tutto in maniera sicura, tutelando la tua privacy ed evitando che venga compromessa la sicurezza del tuo dispositivo android, cercando di sfruttare gli strumenti integrati del tuo telefono come possono essere l’NFC o il Bluetooth ad esempio, ed anche gli strumenti delle stesse app che hai già installato.

Indice contenuti:

Trasferire dati Android nel nuovo telefono

Quando per la prima volta hai acceso il tuo smartphone ti sono state richieste delle credenziali di registrazione o di generarne di nuove mediante la creazione di un nuovo account. Questo è servito per permettere a Google, ma vi sono anche altri sistemi come quelli di Huawei e Samsung ad esempio, di memorizzare contatti, foto, file, configurazioni, accessi e dati di navigazione.

Una comodità che puoi scegliere di utilizzare o meno, oppure puoi scegliere anche di effettuare l’accesso o la registrazione di un nuovo account senza che nulla venga memorizzato dalla grande G. In questo modo puoi accedere al Google Play Store e scaricare le app in tutta sicurezza.

Avere accesso al Play Store ti dà la possibilità anche di ricorrere ad app di terze parti per una miriade di scopi, anche per quello di backup e trasferimento dei dati su altri dispositivi con sistema operativo android ed anche sistemi operativi differenti.

Come ti ho accennato sopra, la sincronizzazione degli account con il relativo trasferimento dei dati può avvenire anche senza utilizzare Google, tramite app di terze parti, spostando prima i dati sul PC fisso o ad un laptop con un cavo usb e spostandoli sul nuovo telefono al termine dell’operazione.

Come passare i dati da un telefono all’altro se si utilizza Huawei o Samsung? Questi due brand hanno sistemi analoghi a quello di Google, spesso utilizzano nomi simili ad alcune funzioni generiche come l’android beam, per Huawei esiste lo Huawei Beam. Per Samsung abbiamo lo Smart Switch comunemente utilizzato dai possessori di Galaxy.

Bene, veniamo al dunque ed adesso ti spiego come si fa a trasferire dati tra due telefoni diversi avendo lo stesso sistema del robottino verde.

Migrare account e contatti

Migrare account e contatti

Nulla di più facile quando devi fare un cambio telefono android, perché nel tuo smartphone è già presente una funzione chiamata Account & sincronizzazione, che permette di tenere aggiornati tutti i tuoi account Google, sfruttando proprio il sistema della grande G per tenere aggiornati tutti i tuoi account. Quindi come trasferire dati da android a android?

In primo luogo non avrai bisogno necessariamente di un’app trasferimento dati android, perchè potrai intervenire subito con alcune funzionalità integrate dell’ecosistema del robottino verde, però prima di tutto dovrai essere collegato tramite rete Wi-Fi con entrambi i telefoni.

Questo perché sia il nuovo smartphone che il vecchio, avranno bisogno di una connessione stabile. Molto probabilmente solo uno dei tuoi telefoni avrà la SIM. Se non sei sotto una rete Wi-Fi puoi creare semplicemente un hotspot. Sul vecchio telefono dovrai seguire questi semplici passaggi:

  1. apri il menu delle Impostazioni con un tap sull’icona a cui ritrae un ingranaggio o rotella
  2. scegliere Account & Sincronizzazione
  3. puoi scegliere la sincronizzazione automatica o via Wi-Fi
  4. scegli la connessione Wi-Fi
  5. adesso fai un tap sulla voce Google
  6. ti apparirà la lista dei tuoi account @gmail, ma possono essere presenti account anche non gmail
  7. adesso fai tap e seleziona l’account che vuoi sincronizzare sul nuovo telefono
  8. dal nuovo menu potrai scegliere cosa sincronizzare: Attività in Calendar, Calendario, Chrome, Contatti, e molte altro ancora
  9. spunta tutto quello che ti interessa spostare sul nuovo telefono
  10. a questo punto adesso ti direi di fare un tap su Sincronizza ora, ma devi effettuare l’accesso con le credenziali Google sul nuovo telefono.

Adesso accendiamo il nuovo telefono, colleghiamoci alla rete Wi-Fi:

  1. andiamo di nuovo nelle Impostazioni del telefono
  2. Account & Sincronizzazione
  3. tap su Wi-Fi e abilitiamo la sincronizzazione via wifi
  4. tap su Google
  5. adesso ti vengono richieste le credenziali di Google, inseriscile e fai l’accesso
  6. riprendi in mano il vecchio telefono e riprendi da dove abbiamo lasciato
  7. ti trovi ancora nel menu della selezione degli elementi da sincronizzare
  8. tap su Altro
  9. quindi tap su Sincronizza ora

Avrai così trasferito sul nuovo telefono android tutti i dati che ti interessano. Questo sistema che ti ho appena spiegato permette anche di tenere aggiornati Facebook, Whatsapp e altre app social come TikTok, Telegram, Viber e altri ancora.

Riguardo la sincronizzazione automatica, per ogni account/email, quindi anche se ne hai più di uno, è presente la data dell’ultima sincronizzazione. Inizialmente ti ho fatto presente di fare un tap su Wi-Fi nel menu Impostazioni e poi Account & Sincronizzazione, perché subito sopra è presente anche la voce Sincronizza dati automaticamente. 

Se tieni questa funzione spuntata e accesa, gli stessi account presenti su più dispositivi verranno via via aggiornati in automatico.

Se non è presente una data sotto ogni account, oppure se è presente un messaggio che riporta “errore di sincronizzazione” è possibile che non sia stato possibile sincronizzare i dati con quello specifico account.

Questo può accadere per un errore di connessione, oppure perchè hai scelto di escludere quell’account dalla sincronizzazione. Sì proprio così, puoi escludere totalmente gli account su cui non vuoi avere determinati dati, oppure e puoi scegliere tu cosa sincronizzare in modo selettivo

Se ad esempio utilizzi due telefoni android, e vuoi dividere il loro utilizzo separando lavoro e vita privata, ti basterà deselezionare voci specifiche all’interno del menu dell’account Google, in modo che non vengano mai sincronizzate con l’altro telefono.

Trasferire foto e video

Come trasferire foto e video su Android

Google Foto è lo strumento giusto per salvare, trasferire e condividere foto e video. Disponibile in modo gratuito sul Play Store, una volta scaricato ed avviato ti chiede subito di attivare il backup automatico di tutti i file multimediali presenti nella memoria del tuo telefono.

Anche qui è necessario l’accesso a Google con le tue credenziali, perché solo essendo loggato hai la possibilità di caricare tutti i video e le foto sul cloud della grande G.

Hai 15 GB a disposizione da utilizzare per caricare i tuoi file sul cloud. Terminato questo spazio gratuito, con 1,99 € al mese puoi avere 100 GB e puoi annullare il pagamento e l’utilizzo dello spazio aggiuntivo quando vuoi.

Torna utile se temporaneamente hai bisogno di spostare una mole di dati importanti, ma è anche un ottimo strumento che puoi usare in modo continuo se devi fare spesso queste operazioni di trasferimento.

Prima di spiegarti come funziona un ultimo appunto, perchè Google Foto ti dà anche la possibilità di sfruttare al massimo i 15 GB gratuiti, trasferendo foto e video con una qualità ridotta rispetto all’originale: 16MP per le foto e 1080p per i video. 

  1. recati sul Play Store di Google
  2. digita Google Foto e scarica l’app, se non è già presente sul tuo telefono
  3. non appena hai aperto l’app ti chiede subito di abilitare il backup automatico
  4. procedi e acconsenti al backup automatico
  5. in alto a destra, dove è presente il tuo avatar e account Google o gmail, vedrai una freccia blu con un caricamento in corso
  6. l’app Foto sta caricando le tue foto sul cloud
  7. con un tap su l’avatar puoi vedere lo stato di avanzamento del backup
  8. al termine del caricamento il tuo avatar sarà cerchiato in verde

Come hai visto i passaggi sono molto intuitivi perché la procedura è quasi del tutto automatizzata. Le funzioni non finiscono qui però, perchè una volta terminato il backup, facendo un tap sul tuo account gmail in alto e destra si apre una finestra che ti dà diverse informazioni.

Avrai a disposizione le informazioni come lo spazio di archiviazione dell’account a disposizione, e una serie di funzioni come quella di liberare lo spazio dal tuo telefono eliminando tutte quelle foto e video che sono già stati caricati sul cloud.

Se fai un tap su “spazio di archiviazione dell’account” si apre un sottomenu dove hai la possibilità di acquistare altro spazio, ma dove è presente anche una lista chiamata “Rivedi ed elimina”.

Google Foto si accorge se ci sono foto e video di grandi dimensioni, foto sfocate, screenshot che solitamente utilizziamo temporaneamente, ed anche allegati ed elementi di grandi dimensioni. In questo modo ti suggerisce e ti dà la possibilità di eliminare ciò che occupa spazio e che magari non vuoi caricare sul cloud o trasferire sul nuovo telefono.

C’è anche un’altra funzione interessante che puoi condividere con un tuo contatto, la funzione di condivisione. Permette la creazione di album con foto da te scelte con uno o più contatti:

  1. tap su Condivisione
  2. tap su “+ Album condiviso”
  3. aggiungi un titolo all’album
  4. tap su “+ Seleziona foto”
  5. selezionate le foto in alto a destra tap su “Aggiungi”
  6. tap in alto a destra su Condividi
  7. l’app Foto ti chiederà accesso alle tue foto e contatti telefonici, acconsenti

Adesso puoi decidere di inviare ai tuoi contatti album dedicati tramite un link rapido, che puoi condividere tramite email. Le tue foto resteranno all’interno del tuo spazio dedicato e saranno visibili solo a chi ha ottenuto il link. Potrai rimuovere quando vuoi i tuoi album o le singole foto.

Spostare le app dal vecchio al nuovo telefono android

Spostare le app dal vecchio al nuovo telefono Android

Con Google e dal suo Play Store puoi inviare/ricevere app da e verso altri dispositivi. Le app devono necessariamente essere presenti sul Play Store stesso, perchè nel caso in cui siano state rimosse per qualche ragione, questa funzione non sarà disponibile.

Prima di cancellare l’app dal vecchio telefono, al termine del trasferimento, ti devi assicurare che tutti i dati e le configurazioni siano state copiate nel dettaglio. Il metodo è generalmente sicuro, ma ti consiglio di fare sempre una doppia verifica. 

La funzione integrata di trasferimento delle app del Play Store, può essere utilizzata tramite la rete dati, Wi-Fi, ed anche in modalità offline servendoci del Bluetooth. Iniziamo, ma prima di tutto devi andare nelle Impostazioni dello smartphone da cui vuoi inviare le app, accedendo alle Impostazioni del telefono con un tap sull’icona a forma di ingranaggio o rotella. 

Scorri il menu fino a che non trovi la voce Google:

  1. tap su Google
  2. un tap sulla voce Dispositivi e condivisione
  3. tap Condivisione nelle vicinanze
  4. nel menu che ti si è appena aperto fai tap su Dati
  5. seleziona la voce che ti interessa, Dati per la connessione tramite internet tramite l’operatore, solo Wi-Fi per sfruttare la connessione wireless, Senza internet per il trasferimento offline
  6. scegliendo la voce Senza internet verrà abilitato il Bluetooth

Questa procedura la devi ripetere anche sull’altro telefono che riceverà le app. Adesso torniamo sul telefono che deve inviare le app:

  1. apri il Play Store
  2. tap in alto a destra sull’immagine del tuo account google
  3. ancora un tap su Gestisci app e dispositivo
  4. nel nuovo menu che avrai aperto fai tap su Invia
  5. accetta di poter condividere le app con gli amici con un tap su Continua, ed in questo modo verrà abilitata la localizzazione del dispositivo
  6. subito dopo aver dato Continua avrai davanti a te un elenco di app che potrai inviare
  7. seleziona le app da inviare spuntando con un tap
  8. adesso tap sulla freccia in alto a destra
  9. si attiverà così la ricerca dei dispositivi nelle vicinanze

Ripeti queste operazioni anche sul telefono che riceverà le app, ma questa volta al punto numero 4 non fare tap su Invia, ma fai tap su Ricevi. Ti verrà richiesto di attivare la localizzazione del tuo smartphone, ed anche in questo caso devi acconsentire.

  1. sul telefono dal quale invierai le app apparirà il codice del telefono ricevente, e questo serve per evitare errori durante l’invio
  2. sul telefono sul quale ricevi adesso fai tap su Ricevi per ottenere le app

Le installazioni delle applicazioni avvengono in automatico, ma nel momento in cui per qualche motivo una o più app non dovessero installarsi automaticamente, accanto ad ogni singola applicazione avrai il tasto Installa per procedere manualmente.

Puoi utilizzare questa procedura anche per spostare i giochi.

Trasferire dati Whatsapp e altre chat

Trasferire dati WhatsApp

L’app di messaggistica più utilizzata è più consigliata. Pratica, veloce ed è difficile trovare qualcuno che non la usi, diventata importante anche in ambito lavorativo, perché consente di comunicare in modo immediato e comunque in modo sicuro.

Le nostre conversazioni si sono spostate da semplici chat tra amici, a chat di gruppi privati ed anche a workgroups lavorativi. Tutte queste informazioni, divenute sempre più importanti con il tempo, te le devi portare dietro anche in caso tu debba cambiare telefono.

La stessa cosa vale per tutti quei dati, documenti e file multimediali, contenuti all’interno delle chat, a cui non puoi fare a meno. La domanda quindi ti sorge spontanea, nel caso in cui debba trasferire dati whatsapp, cosa devo fare, quali strumenti sono più adatti a spostare tutti questi dati?

Una risposta ce la dà subito Whatsapp con lo strumento di backup, apri quindi l’app:

  1. tap su Impostazioni, sull’icona a forma di ingranaggio in basso a destra
  2. tap su chat
  3. tap su backup

Per una maggiore sicurezza puoi attivare il backup con crittografia end-to-end, che richiede l’impostazione di una password di sicurezza. Le conversazioni salvate potranno essere ripristinate su qualsiasi smartphone che sarà associato al tuo numero di telefono.

Mettiamo il caso del tuo nuovo smartphone, ti basterà reinstallare Whatsapp, associarlo al tuo numero di telefono, e allo stesso account Google che hai utilizzato per effettuare il backup, ed avrai di nuovo con te le tue chat.

Telegram

Per questa app social sarò breve, perché Telegram ti permette di avere tutte le tue chat e i tuoi file sempre ed ovunque, anche cambi smartphone ed anche se lo utilizzi su un dispositivo come il PC fisso o laptop tramite browser.

  1. apri Telegram ad esempio sul browser tramite l’estensione, oppure utilizzando la versione desktop
  2. aprendo l’app ti viene richiesto di inserire il tuo numero di telefono
  3. Telegram invierà un codice di autorizzazione sul tuo telefono tramite chat interna
  4. inserisci questo codice nella finestra di richiesta del nuovo dispositivo

Fatto! sei pronto, le tue chat e i tuoi file condivisi sono già lì ad aspettarti.

Viber

Migrare chat viber su Android

Viber utilizza Google per poter effettuare il backup delle chat. Forse al giorno d’oggi non sono molti ad utilizzare quest’app, ma è sempre un’alternativa alle ben note Telegram e Whatsapp. Per effettuare il backup ti basterà aprire Viber:

  1. tap sulle tre linee orizzontali in basso a destra
  2. tocca la  voce Impostazioni
  3. tap su Account
  4. e poi su Backup Viber
  5. abilita il backup consentendo a Google di utilizzare il tuo account per questo dispositivo
  6. scegli se vuoi effettuare il backup tramite Wi-Fi oppure Wi-Fi e dati mobili
  7. scegli se vuoi includere Foto e Video spuntando le singole opzioni con un tap
  8. Tap su “Esegui Backup ora” attendi il messaggio “backup completato”

Sul nuovo dispositivo esegui gli stessi passi e, quando sarai arrivato alla schermata di backup, scegli “ripristina”.

Ad oggi tutte le app a loro modo includono già dei sistemi di backup e ripristino delle chat e dei file, e laddove non siano presenti queste funzioni è onnipresente Google, il quale sopperisce a queste mancanze integrandosi con le applicazioni e ti dà così la possibilità di non perdere mai nessun dato, e nemmeno tempo.

Migrare altri dati importanti

Migrare dati importanti da android ad android

Ci sono sicuramente altri dati che devi trasferire, come i fogli di lavoro, oppure progetti o file scaricati. Ormai conosciamo bene e usiamo spesso i file manager, e sappiamo anche sfruttare lo spazio messo a disposizione dalla Micro SD per tutti quei telefoni che la supportano.

Un’altra possibilità è data dal cavo Dati OTG con l’uscita USB a cui puoi collegare una penna USB e copiare all’interno tutti i tuoi file tramite il file manager. La stessa cosa la puoi fare con una chiavetta micro USB OTG della Kingston o di qualsiasi altra marca tu preferisca.

Si inserisce tramite la porta micro USB del tuo telefono, viene rilevata come dispositivo di archiviazione esterno. Sempre con un file manager puoi trasferire tutti i dati che ti interessa salvare e tenere al sicuro.

Come poi non citarti i vari Google Drive, OneDrive, Dropbox o altri servizi di cloud come Mega. Per i dati importanti non posso che suggerirti come in prima analisi di utilizzare una micro SD o una pen drive USB OTG, utilizzando un file manager, ma il cloud resta la soluzione più immediata.

App per trasferimento dati Android

App per trasferimento dati Android

Tra le app trasferimento dati android, spunta Files by Google, perché la più semplice ed intuitiva. Questa app ha un’interfaccia tipica della grande G e cioè uno sfondo bianco con tutto quello che ti serve per il trasferimento dati android messo in chiaro. La trovi sul Play Store e dopo averla installata dovrai solo acconsentire affinchè l’app veda tutti i file contenuti nel tuo telefono.

Non è il tipo file manager da smanettoni, ma ti garantisco che funziona molto bene. Mettiamo che entrambi i telefoni abbiano abilitato l’NFC e il Bluetooth:

  1. apri Files by Google
  2. seleziona i file che ti interessano con un tap
  3. in alto a destra tap sui tre pallini collegati dalle due linee, per la condivisione
  4. scegli come trasferire i file all’altro telefono: NFC, android beam (huawei beam, super beam e simili) e Wi-Fi Direct
  5. scegliamo per semplicità Wi-Fi Direct perchè questa funzione è disponibili su tutti gli smartphone android
  6. andiamo sul telefono verso cui andremo a trasferire i file e collegato alla stessa rete wifi su cui è collegato l’altro smartphone
  7. apri le Impostazioni dall’icona a forma di rotella o ingranaggio
  8. tap su Wireless e reti
  9. tap su Wi-Fi o per semplicità scrivi “direct” nella barra di ricerca delle impostazioni
  10. entrambi i telefoni adesso saranno visibili tramite wifi
  11. vai sullo smartphone da cui vuoi inviare i dati, seleziona uno o più file e tap in alto a destra su condividi o sulla relativa icona
  12. tornerai alla schermata Wi-Fi Direct e dovrai semplicemente selezionare l’altro telefono
  13. quest’ultimo ti segnalerà la ricezione del file

Oltre a poter trasferire i dati nei modi che sopra ti ho descritto, hai anche la possibilità di condividerli su Whatsapp, Telegram, tramite email, tramite i vari tool di Google come Foto e Drive ed anche gmail.

Wi-Fi direct è solo uno dei tanti modi. Hai la possibilità di scegliere tu cosa avere all’interno dei tuoi dispositivi, cosa sul Drive o Cloud, e con chi condividere i tuoi dati.

Trasferire dati tramite PC

Trasferire dati da PC a Android

Con un PC puoi fare tutto, anche trasferire tutti i tuoi dati semplicemente utilizzando il cavo usb con cui ricarichi il telefono. Non appena colleghi lo smartphone al PC con il cavo ti viene richiesto di trasferire foto, trasferire file, ricaricare la batteria.

  1. selezionando trasferire foto, potrai trasferire solo immagini multimediali
  2. il telefono si disconnetterà un attimo dal PC e si connetterà di nuovo dandoti accesso solo alle cartelle contenenti foto e video
  3. selezionando trasferire file, avrai accesso a tutte le cartelle con tutti i tipi di file contenute all’interno del telefono
  4. ti basterà cercare i file che ti interessano e trascinarli su una qualsiasi cartella nel tuo computer

Il metodo di trasferimento dati tramite PC è quello più spartano e il più vecchio tra tutti quelli conosciuti, ma non richiede installazioni di app, non richiede autorizzazioni particolari, non ti impegna tempo navigando nel menu impostazioni del tuo telefono e migra i dati da android a PC e poi dal computer di nuovo ad android senza intoppi dovuti ad eventuali problemi wifi o di rete.

Da non sottovalutare il fatto che tutto questo lo poi fare offline, quindi anche in assenza di una rete wifi, oppure se vuoi essere sicuro che nessuno possa accedere ai tuoi dati tramite la rete wireless, stabilire un collegamento privato e completamente isolato tra smartphone e PC è la scelta perfetta.

Condividi su:

2 commenti su “Come trasferire dati da Android a Android”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.