E-Commerce: cos’è il commercio elettronico

17 Dicembre, 2018 Lascia il tuo commento
Ecommerce
Se ti piace, condividi su:

L’ecommerce è una forma di commercio che si sta diffondendo sempre di più. Ma che cos’è realmente l’e-commerce?

Con questo termine ci si riferisce ad una forma di commercio e vendita di beni o servizi effettuata attraverso internet, tramite apposite piattaforme (siti internet, app e altre)

Tipologie di prodotti

Oggi sul web, si possono acquistare una miriade di prodotti, di qualunque tipologia. È vero che ci sono prodotti che non si adattano ad una vendita online, tuttavia la maggior parte di beni e servizi ormai si possono offrire, senza alcun problema anche sul web.

Le potenzialità di internet, sono talmente grandi che oggi milioni di commercianti preferiscono passare completamente al commercio elettronico, abbandonando i classici negozi fisici. Basta pensare ad alcuni dei brand più grandi come Amazon,  Zalando, Groupon, YouTube, eBay ma non solo.

Come vedete dai nomi sopra elencati, tutti offrono servizi e beni in svariati settori, completamente diversi completamente diversi uno dall’altro.

Internet si adatta perfettamente per i negozi che vendono prodotti che normalmente una persona si potrebbe vergognare ad acquistare in un negozio fisico, come biancheria intima, materiale non adatto a minori e simili. Online l’anonimato è garantito e per questo tali attività hanno trovato un canale di vendita perfetto, che gli ha permesso di crescere enormemente negli ultimi anni.

Perché conviene ai commercianti?

I vantaggi di avere un negozio online sono davvero tanti e non solo quello di poter raggiungere tanti nuovi clienti. Un sito ecommerce è come avere un negozio aggiuntivo, che però è

  1. Aperto 24 ore su 24, senza giorni di riposo
  2. Il costo della sua realizzazione è nettamente inferiore all’apertura di un negozio fisico
  3. Ha bassissime spese di mantenimento e costi fissi: le spese maggiori, una volta lanciato il sito, sono dovute al marketing, promozione e pubblicità che uno fa per rendere più visibile il proprio sito in rete ed attirare così tanti nuovi clienti.
  4. Facile gestione, controllo delle vendite, guadagni e ricavi.
  5. Molto più comodo per i clienti, che possono consultare i vostri cataloghi ovunque e quando vogliono, anche da cellulari.

Tipologie e struttura di sito eCommerce

Ci sono infinite possibilità e varietà di siti ecommerce: da enormi negozi online con migliaia di prodotti, ci sono siti che vendono pochi articoli o servizi e addirittura qualcuno che ne vende solo 1! Ovviamente quelli che vanno per la maggiore sono i classici siti che mostrano in prima pagina le offerte del momento, i migliori sconti, prodotti nuovi e quelli consigliati. Ma questo non vuol dire che sia l’unica possibilità!

Anche l’interfaccia grafica e impostazioni del sito sono svariate! Insomma: tutto dipende da quanti e che tipo di prodotti vendete, ed ovviamente dal vostro gusto personale. Alla fine siete voi che dovete decidere come strutturare il vostro negozio, ma nel farlo, vi consigliamo di guardare quelli di aziende vostre concorrenti, soprattutto se più sviluppate: se la loro soluzione funziona, dovreste adattarne una simile per il vostro sito.

Problemi relativi al commercio elettronico

Da quello che abbiamo detto finora, vendere online sembra davvero facile. Purtroppo non è proprio così: sono tante le difficoltà da superare per avere un sito e-commerce di grande successo. Proprio queste problematiche vanno prese in considerazione prima di lanciarsi nel mondo del e-commerce. Vediamo le principali:

  • Normative e burocrazia, che su alcune tipologie di prodotti e servizi, possono risultare quasi insormontabili, o che comporterebbero una spesa troppo alta.
  • Spese iniziali basse, ma non sempre! Il prezzo di un sito ecommerce dipende molto dalla tipologia, design, funzioni che volete integrare e soprattutto numero di prodotti. Per non contare poi che potreste dover pagare anche fotografi, designer e content writer per fotografare i vostri prodotti, realizzare la grafica del vostro sito e scrivere i testi.
  • La grande concorrenza: volete vendere vestiti, scarpe o accessori di marchi famosi? A meno che non abbiate un piano e strategia ben definiti, dovreste ripensarci! Ci sono dei brand che sono talmente sviluppati e grandi, che competere con loro, è quasi una battaglia persa in partenza. Se, invece, offrite prodotti o servizi, che pochi altri propongono e sono ricercati dagli utenti, un negozio online potrebbe fare la vostra fortuna
  • Sebbene in Italia l’ecommerce stia crescendo esponenzialmente, molti ancora preferiscono vedere con i propri occhi e toccare con mano il prodotto, prima di acquistarlo.
  • Trovare un’agenzia o professionista affidabile: delle tante autoproclamate “web agency professionali”, ce ne sono alcune che potrebbero farvi solo spendere soldi e fornire un prodotto che non renda nulla

Conclusioni: perché aprire un negozio online

Dunque vediamo di ricapitolare in poche righe quello che abbiamo detto sui negozi online e perché conviene aprire un sito ecommerce

  • Abbattere i costi di gestione derivanti da un negozio fisico
  • Incrementare il numero di clienti e zone in cui potete vendere i vostri prodotti
  • Puoi sperimentare varie strategie di marketing e trovare in poco tempo quella migliore per te
  • Farti pubblicità per far conoscere i tuoi prodotti a prezzi molto bassi
  • Vendere 24 ore su 24, senza giorni di riposo.
  • Gestire facilmente ed in pochi click il tuo magazzino


Categoria: ,

Questo articolo è stato scritto da Tiko

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *